ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.
  • cerca in
    #Tutto #News #Comunicati
News

Fastweb premiata al Copernico Smart Places Award 2019 

News 30/05/2019
L'innovazione legata al ridisegno degli spazi di lavoro al centro del riconoscimento

Si è svolta ieri, presso Copernico Isola for S32 a Milano, la II edizione del "Copernico Smart Places Award", l'iniziativa organizzata da Copernico (la rete di luoghi di lavoro, uffici flessibili e servizi di Smart Working), in collaborazione con P4I - Partners4Innovation, con l'obiettivo primario di valorizzare e condividere i nuovi trend nell'organizzazione e trasformazione degli spazi di lavoro. L'iniziativa ha inoltre lo scopo di costituire una community di Manager interessati a confrontarsi sulle sfide e sulle opportunità legate all'evoluzione dei modelli di organizzazione del lavoro e di business abilitati dal ridisegno degli spazi.

Quattro le realtà premiate per aver saputo realizzare progetti innovativi a Milano a supporto della creazione di ecosistemi aperti in chiave di open innovation e integrazione con la città: Le Village by CA, Maire Tecnimont, Sella, e Fastweb che con il nuovo Headquarter in Piazza Olivetti concorre a connotare l'area come un nuovo business district della città.

Roberto Chieppa, Chief Marketing & Customer Experience Officer di Fastweb, ritira il Copernico Smart Places Award 2019

Con il nuovo Headquarter, Fastweb esprime infatti la volontà di evolversi verso modelli di lavoro sempre più smart grazie al digitale. Situato in piazza Olivetti a Milano, l'area industriale dove c'è Fondazione Prada, il nuovo building concorre a connotare l'area come una zona strategica destinata a diventare un nuovo business district di Milano, secondo un progetto di integrazione urbana. Passando da una visione oggi molto orientata ai team di appartenenza a una più ampia e collaborativa, la nuova sede di Fastweb è uno smart workplace in cui è possibile lavorare in maniera agile e intelligente, individuando di volta in volta gli spazi e gli strumenti tecnologici più adeguati per svolgere le proprie attività lavorative, in ufficio così come anche da remoto. Oltre ad ampi open space che incoraggiano l'interazione e la collaborazione, ci sono numerose sale riunioni di dimensioni diverse, spazi di concentrazione come le Focus Room e i Phone Boot, layout flessibili per un utilizzo efficiente degli spazi. La sede è stata inoltre concepita in logica mobile first: con lo smartphone è possibile organizzare la vita lavorativa all'interno del building con un'App proprietaria, AgorApp, che permette di prenotare le sale riunioni, le scrivanie, controllare dove si trovano i colleghi, ecc.

La cultura aziendale, in termini di comportamenti, stili di leadership e nuovi principi organizzativi più agili, sta diventando in maniera sempre più significativa la chiave di volta per cogliere le opportunità della rivoluzione digitale e adottare nuovi modelli di Digital Organization. In questo percorso, lo Smart Working, con la sua pervasività, sta giocando un ruolo fondamentale per facilitare l'abbandono di modelli organizzativi ormai obsoleti. Tuttavia, il rischio oggi è quello di accontentarsi degli elementi più superficiali di questo cambiamento e limitarsi soltanto all'utilizzo di alcune leve progettuali, tra cui in prevalenza il lavoro da remoto, che spesso viene applicato con forti restrizioni. Basti pensare al fatto che il 55% delle grandi aziende che hanno introdotto lo Smart Working definisce anche dei vincoli alla scelta del luogo di lavoro da parte delle persone, limitandolo nell'80% dei casi al domicilio.

In questo contesto, Copernico Smart Places Award si pone l'obiettivo di focalizzare l'attenzione su un modello di "Smart Working 2.0" che consenta di legare gli obiettivi di un progetto di Smart Working con quelli di business. In quest'ottica, il ripensamento dell'ufficio e degli spazi lavorativi non si può limitare soltanto ad aumentare il benessere e il comfort delle persone, ma deve avere un orizzonte più ampio.