ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.
  • cerca in
    #Tutto #News #Comunicati
News

Disponibile sulla piattaforma S.O.F.I.A dedicata agli insegnanti il primo corso di educazione ai media digitali validato da un esperimento controllato di Bicocca e Fastweb

News 14/02/2019
AvrÓ inizio il 15 marzo presso l'UniversitÓ degli Studi di Milano-Bicocca il corso "Benessere digitale - scuole", dedicato agli insegnanti della scuola secondaria di secondo grado

Avrà inizio il 15 marzo presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca il corso "Benessere digitale - scuole", dedicato agli insegnanti della scuola secondaria di secondo grado. Il corso è stato costruito da ricercatori del centro di ricerca "Benessere Digitale" dell'Università di Milano-Bicocca insieme a un panel di esperti a livello nazionale, e consta di 4 moduli formativi che coprono le aree più importanti del framework europeo DIGCOMP dedicato alle competenze digitali. I ricercatori di Bicocca hanno poi testato l'efficacia di questo pacchetto formativo con un esperimento controllato, organizzato grazie al supporto di Fastweb. I risultati hanno mostrato che le classi, i cui docenti partecipano alla formazione, ottengono un aumento del livello di competenza digitale, dell'uso consapevole dello smartphone e anche del benessere generale rispetto alle classi di controllo. Qui il report di ricerca con i risultati è disponibile all'indirizzo.

Il corso è disponibile all'interno della piattaforma SOFIA del MIUR ed è individuabile con la funzione "cerca" nel catalogo dei corsi inserendo il numero id 24848. E' possibile sostenere il costo del corso attraverso la propria "Carta del Docente". La data del primo incontro è il 15 marzo presso l'Università di Milano-Bicocca.

"I principi di questa offerta formativa - dice Marco Gui, coordinatore del centro di ricerca "Benessere Digitale" -  sono due: superare la logica degli esperti esterni, concependo gli insegnanti come i primi media educator, e rapportarsi ai media come ad ambienti chiave per il benessere degli adolescenti, soprattutto fuori da scuola. L'esperimento che abbiamo condotto mostra che questo approccio è efficace per produrre miglioramenti concreti nella consapevolezza digitale degli studenti". 

"Siamo al fianco del centro di ricerca "Benessere digitale" perché crediamo che sia essenziale diffondere le competenze digitali e un utilizzo consapevole e sicuro della tecnologia nella scuola e nella società" sottolinea Anna Lo Iacono, Responsabile Corporate Social Responsibility di Fastweb.

I 4 moduli formativi coprono le seguenti aree 1) gestione del tempo e dell'attenzione (soprattutto in riferimento all'uso dello smartphone); 2) la comunicazione tra parti; 3) la ricerca e la valutazione delle informazioni e 4) la creazione consapevole di contenuti digitali.