ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.
  • cerca in
    #Tutto #News #Comunicati
Comunicati

Fastweb, Menzione Speciale ai Corporate Art Awards 2018

Comunicati 29/11/2018
Otre 100 i partecipanti tra aziende e attori istituzionali internazionali
Da sinistra: Luca Desiata, curatore dei Corporate Art Awards, e Silvia Borghi, Process & Benefit Professional di Fastweb.

Sono stati annunciati a Bruxelles, presso il Parlamento Europeo, i vincitori dei Corporate Art Awards, i premi che identificano, valorizzano e promuovono le migliori collaborazioni tra il mondo del business e quello dell'arte a livello internazionale. Nel corso della premiazione, Fastweb ha ricevuto la menzione speciale "per aver adottato l'arte come strumento volto a promuovere la creazione di un ambiente collaborativo, tra i dipendenti, i clienti e i gli interlocutori istituzionali", grazie all'insieme delle iniziative organizzate e ispirate all'arte come veicolo di connessione fra persone, innovazione e tecnologia per i diversi stakeholder.

"Siamo onorati di ricevere questo prestigioso riconoscimento che premia l'impegno e la passione di Fastweb per la promozione di iniziative in campo artistico e culturale, soprattutto là dove c'è esplorazione, spirito di ricerca, innovazione" ha dichiarato Alberto Calcagno, Amministratore Delegato di Fastweb.

Nel 2018 Fastweb ha dato vita a "In connessione con l'arte", il progetto di welfare che ha permesso ai dipendenti dell'azienda di vivere, attraverso modalità insolite e originali, l'esperienza dell'incontro, del dialogo e della connessione, appunto, con l'arte, con una particolare attenzione all'arte moderna e contemporanea.

L'iniziativa si è sviluppata attorno a  tre momenti: a febbraio i dipendenti hanno avuto la possibilità di interagire con le opere d'arte di Matteo Negri nelle sedi di Fastweb di Milano, Roma e Bari e di incontrare lo stesso artista mentre nel corso del mese di luglio hanno potuto usufruire  di visite guidate e gratuite presso alcuni importanti luoghi d'arte delle cinque città che ospitano le sedi principali dell'azienda, la Fondazione Prada a Milano, la Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli a Torino, il museo dell'Ara Pacis a Roma, il Museo Archeologico a Napoli, Palazzo Fizzarotti a Bari. Infine, lo scorso mese i dipendenti si sono potuti immergere, grazie a visori VR di nuova generazione, in un viaggio alla scoperta delle opere più celebri di tre fra gli artisti più amati dell'arte moderna, Van Gogh, Matisse e Picasso, grazie alla realtà virtuale. Nel complesso, l'iniziativa è stata accolta con entusiasmo e ha coinvolto circa 800 dipendenti.

Oltre a considerare l'arte uno strumento di welfare aziendale volto a migliorare il benessere dei propri dipendenti, Fastweb ha scelto di mettere i suoi eventi principali e luoghi di interesse artistico e culturale del Paese al centro della propria comunicazione rivolta ai clienti Enterprise, imprese e pubbliche amministrazioni.

Nell'ambito del progetto "Arte in Connessione", è stato introdotto un format innovativo rispetto alle convention di tipo tradizionale, attraverso l'organizzazione di cinque eventi presso luoghi di grande rilevanza artistica del territorio italiano. L'iniziativa ha coinvolto oltre 150 rappresentanti tra clienti privati, pubbliche amministrazioni centrali e locali, enti, autorità ed esponenti del mondo dell'arte, per riflettere insieme sullo sviluppo digitale del Paese e costruire il futuro attraverso la valorizzazione del nostro patrimonio storico e culturale e delle innovazioni che lo hanno caratterizzato.

Le tappe del percorso "Arte in Connessione" per il 2017 si sono svolte nelle principali città italiane, presso il Cenacolo Vinciano a Milano nell'ambito della più ampia iniziativa Design Week 5VIE, il Museo di Capodimonte a Napoli, Villa D'Orri a Cagliari, il Palazzo Ducale a Venezia e la Galleria Colonna a Roma. Nel corso di tutti gli incontri il critico d'arte Philippe Daverio ha guidato i clienti e gli stakeholder intervenuti attraverso i luoghi e le opere d'arte selezionati, descrivendoli con inestimabile maestria e illuminanti suggestioni sulla connessione tra arte e tecnologia.