login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo
ACCEDI CON MYFASTWEB

mostra
Non sei registrato? Crea un account
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.
Torna alla form di Login
Non sei registrato? Crea un account

Video streaming: le principali piattaforme di intrattenimento

Ascolta l'articolo

Le piattaforme di video streaming sono ormai davvero tante e ognuna ha le sue peculiarità: ecco quali sono e come scegliere il servizio di intrattenimento migliore per le proprie esigenze

piattaforme di video streaming Shutterstock
Copertina Ebook Video Streaming
Accedi e scarica l'ebook
  1. Piattaforme di streaming video: una panoramica
  2. Netflix, il re indiscusso dello streaming video
  3. Amazon Prime Video, oltre l’e-commerce c’è di più
  4. Disney Plus, la piattaforma per famiglie e non solo
  5. Apple TV+, un servizio esclusivo
  6. Discovery Plus, il perfetto mix tra cinema e tv

Negli ultimi anni, il mondo dell'intrattenimento è stato il protagonista di una vera e propria rivoluzione. Al posto dei classici canali televisivi e dei mezzi di comunicazione di massa, oggi sono sempre più diffuse le piattaforme di video-streaming. Rispetto ai mass-media, servizi come Netflix o Disney Plus offrono una vasta gamma di contenuti, che si possono fruire online. Inoltre, l’offerta viene personalizzata in base all’utente che potrà guardare film, serie tv, programmi e ogni genere di contenuto davvero adatto ai suoi gusti e alle sue esigenze.

Le piattaforme di streaming esistenti sono a pagamento o gratuite, e ognuna ha le sue peculiarità. Ognuno può, così, trovare davvero ciò che ama e che ha voglia di guardare senza saltare da un canale televisivo all’altro. Vediamo come funzionano le piattaforme di video-streaming e quali sono le caratteristiche dei servizi principali attivi nel nostro Paese.

Piattaforme di streaming video: una panoramica

Il panorama delle piattaforme di video streaming è davvero vasto e dettagliato e negli anni è destinato a evolversi ulteriormente. Quando parliamo di servizi di video streaming dobbiamo fare riferimento a una differenza fondamentale: quella tra piattaforme a pagamento (come Netflix o Amazon Prime Video) e gratuite (come Youtube). Queste ultime niente hanno a che fare con le piattaforme gratuite ma illegali, che purtroppo si trovano online ma che non rispettano le normative sui diritti d’autore e sono anche pericolose per la sicurezza degli utenti.

Nelle piattaforme di video streaming a pagamento occorre scegliere il proprio piano di abbonamento, che varia in base alle necessità del singolo utente. Dopo aver effettuato la transazione e registrato il proprio account si accede a un’offerta molto ampia di film, serie tv, molte di queste esclusive e originali (prodotte dalla piattaforma specifica), ma anche programmi, film d’animazione e contenuti per i più piccoli.

Tra le piattaforme a pagamento più famose in Italia spiccano Netflix, Amazon Prime Video, Disney Plus. Ci sono poi servizi specifici, come DAZN, che è la piattaforma ideale per gli amanti del calcio e dello sport in generale.

Tra le piattaforme gratuite più importanti, invece, troviamo Youtube (che però presenta anche una versione Premium a pagamento), Chili, VVVID, Pluto TV e tante altre.

Ci sono poi piattaforme di streaming connesse a reti televisive. Per esempio, RaiPlay è il servizio di streaming della TV Pubblica, mentre Infinity è quello di Mediaset e NOW TV è dedicato agli utenti Sky.

Facciamo un focus su alcune delle piattaforme più diffuse in Italia.

Netflix, il re indiscusso dello streaming video

Netflix nasce nel 1997 in California e si evolve fino a diventare, nei giorni nostri, il servizio più importante a livello mondiale. Ha un catalogo estremamente ampio, che soddisfa qualsiasi esigenza. Ogni utente può creare una proposta personalizzata, in base a ciò che guarda e che apprezza. Non mancano le serie tv originali Netflix che sono diventate un vero e proprio cult, come Stranger Things o La Casa di Carta.

La piattaforma propone tre tipi di abbonamento: Piano Standard con pubblicità, Piano Standard, Piano Premium. Questi cambiano in base ad alcuni parametri, come la presenza o meno di pubblicità oppure la qualità del video.

Amazon Prime Video, oltre l’e-commerce c’è di più

Amazon Prime Video è il servizio di streaming del colosso dell’e-commerce fondato da Jeff Bezos. Viene offerto gratuitamente a chiunque si registri al programma di affiliazione Amazon Prime, che offre anche altri benefici come l’accesso ad una piattaforma di musica in streaming o ad uno spazio online per archiviare i propri documenti.

Amazon Prime Video viene lanciato sul mercato nel 2006 come Amazon Unbox e subito riscuote un enorme successo. Il catalogo è, anche stavolta, estremamente ampio: propone serie tv, film, telefilm popolari e originali. Rispetto a Netflix è possibile guardare canali TV in diretta, come Eurosport, e anche le partite UEFA Champions League e altre competizioni internazionali.

Disney Plus, la piattaforma per famiglie e non solo

Disney Plus è il servizio di contenuti streaming on demand di Walt Disney Company. Anche in questo caso, viene proposto in diversi piani di abbonamento. Offre un catalogo di contenuti ampio, appartenenti all’universo Marvel, Star Wars, Disney, Pixar, National Geographic. Nasce come piattaforma prettamente dedicata a bambini e ragazzi, ma recentemente è stato aggiunto il canale Star, che offre contenuti adatti a un pubblico più maturo.

Apple TV+, un servizio esclusivo

Nel grande panorama delle piattaforme di streaming non poteva mancare l’offerta del colosso tecnologico Apple. Il suo servizio di streaming, dedicato in esclusiva ai suoi clienti, si chiama Apple TV+ ed è caratterizzato da serie tv originali, non reperibili su altri canali. I contenuti si possono guardare su Apple TV e altri dispositivi adeguati, tra cui naturalmente iPhone, iPad e Mac.

Discovery Plus, il perfetto mix tra cinema e tv

Discovery Plus è tra le ultime novità del settore e rappresenta il perfetto equilibrio tra canale televisivo e piattaforma di streaming video. Nasce dalle ceneri di Dplay che prevedeva la tramissione dei programmi del gruppo. Si evolve creando un’offerta diversificata per grandi e piccoli. Oltre al classico abbonamento, propone anche un piano gratuito che però da l’accesso a un numero minore di contenuti, in particolare si possono guardare i programmi gratuiti trasmessi su Discovery, Real Time, DMAX, Food Network, Fresbee e Giallo. Insomma, questa piattaforma propone un’offerta più verticale ma altrettanto interessante e capace di soddisfare grandi e piccoli.

Vuoi approfondire l’argomento? Scarica l’ebook Video streaming: le principali piattaforme di intrattenimento

Accedi e scarica l'ebook
A cura di Cultur-e
Anche Fastweb Plus ha il suo canale Whatsapp
Immagine principale del blocco
Anche Fastweb Plus ha il suo canale Whatsapp
Fda gratis svg
Seguici gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati. Leggi l'informativa