login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

ChatGPT, come le aziende utilizzano l’intelligenza artificiale

Ascolta l'articolo

ChatGPT, come viene utilizzato dalle aziende in Italia e nel mondo e quali sono le potenzialità del chatbot di OpenAI. Ecco tutto quel che sappiamo al riguardo

Chat GPT Shutterstock

ChatGPT è una vera e propria rivoluzione e dunque non sorprende affatto che sempre più aziende, in Italia e nel mondo, stiano già utilizzando i moltissimi servizi offerti dal chatbot di Open AI.

Del resto, parliamo di uno dei sistemi di intelligenza artificiale più versatili e più sofisticati attualmente a sul mercato, in grado di adattarsi facilmente e velocemente a qualsiasi contesto (imprenditoriale o meno), fornendo ai propri utenti tante funzioni innovative che possono potenziare ulteriormente i vari servizi offerti. Scopriamo di più al riguardo.

  • 1. ChatGPT e le aziende, i principali benefici
    ChatGPT

    Iryna Imago / Shutterstock.com

    Sono innumerevoli i benefici che ChatGPT può portare alle aziende che scelgono di affidarsi ai suoi servizi e questa non è che la punta dell’iceberg di un sistema in continua evoluzione.

    Tra i principali vantaggio del chatbot c’è sicuramente la sua grande versatilità che gli consente di adattarsi facilmente a qualsiasi contesto e operare al massimo delle sue possibilità, fornendo agli utenti tutto l’aiuto di cui hanno bisogno.

    Tra i ruoli più interessanti affidati all’AI, quello dell’assistenza clienti che con questo sistema migliora notevolmente, aiutando una qualsiasi azienda a focalizzare di più l’attenzione verso le persone, amplificando nettamente la user experience.

    Anche a livello “interno” l’utilizzo di ChatGPT può dare una grande mano ai dipendenti, riuscendo ad automatizzare molti di quei processi ritenuti ridondanti che possono, quindi, essere delegati all’AI, che potrebbe ad esempio generare alcune tipologie di documenti o organizzare un archivio o una casella di posta.

    Oltre a questo parliamo anche di una soluzione estremamente economica che grazie a un abbonamento dal costo davvero irrisorio può dare un grande aiuto a qualsiasi contesto produttivo. Inoltre, anche nella versione free il software è comunque molto efficiente, seppur con qualche limitazione che, chiaramente, può essere tranquillamente scavalcata pagando la quota mensile.

    Infine, cosa da non sottovalutare, parliamo di un sistema che si rinnova di continuo, ampliando le sue funzionalità a un ritmo impressionante, una caratteristica che gli permette di assolvere un numero sempre maggiore di compiti senza alcuna difficoltà.

  • 2. Fastweb
    Fastweb AI

    Fastweb

    Tra le aziende italiane che hanno abbracciato le potenzialità di ChatGPT, c’è anche Fastweb che di recente ha presentato il suo FastwebAI, un bot che consente agli utenti di ricevere informazioni dettagliate sulle offerte commerciali della compagnia.

    Il chatbot è posizionato sul sito ufficiale e può essere utilizzato per ricevere informazioni sui vari servizi offerti, come un vero e proprio operatore del servizio commerciale, con la differenza che può essere raggiunto 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

    Il funzionamento è molto intuitivo, basato sul linguaggio naturale e, ad esempio, può mostrare una sorta di “classifica” delle migliori offerte a disposizione, con una breve spiegazione al riguardo, selezionate sulla base delle richieste dell’utente.

    Al momento, da questa interfaccia non è possibile sottoscrivere abbonamenti e bisognerà comunque entrare nella pagina della specifica offerta e seguire la procedura di abbonamento.

    Oltretutto, stando alle dichiarazioni di Fastweb, l’azienda è al lavoro su un’ulteriore modalità di utilizzo di ChatGPT-4 che, in futuro, andrà ad assistere gli operatori del customer care nello svolgimento delle loro mansioni.

  • 3. Casavo
    Casavo AI

    Screenshot Fastweb Plus

    Casavo, è un’altra piattaforma completamente italiana che opera nel mercato immobiliare e, ovviamente, utilizza i servizi di ChatGPT per creare annunci personalizzati per i propri clienti.

    In questo senso, il chatbot entra in funzione per aiutare le persone a trovare gli immobili più adatti alle loro esigenze, partendo proprio dalle necessità degli utenti che, ad esempio, possono indicare che tipo di struttura vorrebbero nelle vicinanze delle propria abitazione o di che tipo di servizio avrebbero bisogno vicino casa.

    Il sistema utilizzata ChatGPT-4 ma si affida unicamente ai dati raccolti da Casavo.

  • 4. AdMind.AI
    AdMind.AI

    AdMind.AI è una giovanissima startup italiana che utilizza ChatGPT per creare campagne di marketing e aiutare gli utenti a strutturare i propri progetti in molti modi differenti.

    Tra le possibilità del software la gestione dei diversi canali digitali, la possibilità di creare generare contenuti testuali e visivi, la creazione piani editoriali, l’analisi di dati provenienti da campagne di advertising e molto altro ancora.

    Molto interessante anche la funzione che permette in tempi ragionevolmente brevi di realizzare un’analisi di mercato da zero, analizzando le parole chiave, cercando il proprio target di riferimento, il tipo di comunicazione e tutto ciò che può essere utile ai marketers per svolgere al meglio il proprio lavoro.

  • 5. Expedia
    Expedia

    II.studio / Shutterstock.com

    Expedia è il celebre sito web per la pianificazione dei propri viaggi e consente all’utente di organizzare nel dettaglio qualsiasi tipologia di spostamento andando a cercare voli, hotel e servizi annessi in maniera semplice e veloce.

    Con l’arrivo di ChatGPT il servizio si è riorientato verso un modello “conversazionale”, permettendo all’utente di pianificare la propria vacanza come se stesse parlando in tempo reale con un agente di viaggio, pronto a esaudire ogni suo bisogno.

    In questo modo, il sistema non solo è molto più intuitivo e user friendly, ma permette di gestire nel dettaglio qualsiasi tipo di viaggio, scrivendo semplicemente al chatbot ciò di cui si ha bisogno.

  • 6. Duolingo
    Duolingo

    Sulastri Sulastri / Shutterstock.com

    Duolingo è la celebre applicazione utilizzata da milioni di utenti in tutto il mondo per imparare una nuova lingua tra quelle incluse nel sistema.

    L’app di recente ha rilasciato alcune funzionalità basate su ChatGPT-4 che consentono agli utenti di “ricevere assistenza” in tempo reale sugli esercizi svolti, con la possibilità di ottenere ulteriori spiegazioni e delucidazioni sulle correzioni, proprio come se parlassero con un tutor in carne e ossa.

    Un’altra funzione molto interessante permette di conversare con alcuni personaggi virtuali e simulare in tutto e per tutto una discussione in un’altra lingua, replicando alcune tra le situazioni più comuni, come ordinare in un bar, ad esempio, o chiedere informazioni per raggiungere un luogo.

    In questo modo Duolingo riesce a replicare un’interazione vera e propria, “costringendo” gli utenti a sfruttare le loro capacità linguistiche come farebbero in una conversazione nel mondo reale.

  • 7. Microsoft
    Microsoft Copilot

    ShinoStock / Shutterstock.com

    Il sodalizio tra Microsoft e ChatGPT ha portato a moltissime grandi innovazioni nel vasto ecosistema di applicazioni e strumenti del colosso di Redmond.

    Ad esempio, questa unione ha dato vita a Copilot, il nuovissimo assistente virtuale integrato in Microsoft 365 che aiuta gli utenti nelle varie attività legate alla produttività e alla gestione dei flussi di lavoro, inclusa la ricerca di documenti, la creazione di testi partendo da specifiche indicazioni, la gestione delle e-mail e molto altro ancora.

    Chiaramente questo non è che l’inizio della collaborazione tra i due colossi della tecnologia e nei prossimi mesi, dovremmo assistere a un’ulteriore espansione delle funzionalità AI all’interno di Windows che dovrebbero portare (probabilmente il prossimo anno) a Windows 12 e a una nuova idea di sistema operativo con moltissime impostazioni AI pronte ad aiutare gli utenti in ogni loro incombenza.

  • 8. Snapchat
    Snapchat

    XanderSt / Shutterstock.com

    Snapchat, il celebre social network per la “messaggistica multimediale”, di recente ha introdotto My AI un chatbot basato proprio su ChatGPT, disponibile esclusivamente per gli abbonati a Snapchat Plus.

    Questa funzionalità consente di espandere notevolmente le potenzialità dell’applicazione, diventando anche in questo caso un vero e proprio smart assistant a cui chiedere le cose più disparate.

    La particolarità di questa funzione è che appare nell’elenco dei contatti come se fosse uno qualsiasi dei propri amici virtuali, con la possibilità di essere “chiamato in causa” in qualsiasi momento.

    L’obiettivo di Snapchat è quello di potenziare ulteriormente il servizio, continuando ad aggiungere funzionalità uniche per rendere l’applicazione ancora più smart senza, naturalmente, snaturare le funzioni legate all’intrattenimento che l’hanno reso un software di successo.

    Per saperne di più: ChatGPT, cos'è, come funziona, a cosa serve, come usarla gratis

A cura di Cultur-e
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Immagine principale del blocco
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Fda gratis svg
Iscriviti al canale gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.