login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo
ACCEDI CON MYFASTWEB

mostra
Non sei registrato? Crea un account
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.
Torna alla form di Login
Non sei registrato? Crea un account

ChatGPT: cos'è, come funziona e perché è rivoluzionario

Ascolta l'articolo

Cos'è ChatGPT e come funziona, ma soprattutto perchè è considerato come uno dei servizi web più importanti degli ultimi anni? Ecco tutti i dettagli sulla soluzione di OpenAI

schermata ChatGPT Andrew Angelov / Shutterstock.com
Copertina Ebook su ChatGPT di FastwebPlus
Accedi e scarica l'ebook
  1. ChatGPT: cos'è e a cosa serve
  2. Come usare ChatGPT
  3. Come usare ChatGPT da smartphone
  4. Le alternative a ChatGPT
  5. ChatGPT, privacy e problemi tecnici

ChatGPT è l’acronimo di Generative Pretrained Transformer e rappresenta una delle piattaforme più rivoluzionarie e interessanti del momento. Appartiene al filone dell’intelligenza artificiale conversazionale e consente alle persone di inserire domande di ogni tipo per ottenere in pochi secondi risposte coerenti e corrette.

Viene addestrato a partire da modelli di apprendimento GPT di OpenAI. Negli ultimi mesi, la diffusione di ChatGPT ha portato anche ad alcuni dubbi circa la gestione corretta dei dati personali e della privacy. Infatti, il Garante della Privacy italiano ha bloccato per alcune settimane il servizio nel nostro Paese, finchè OpenAI non ha risolto alcuni problemi.

Conoscere questo sistema, saperlo usare e capire come funziona e si è evoluto permette di rimanere al passo coi tempi e capire come applicarlo alla propria quotidianità o al lavoro.

ChatGPT: cos’è e a cosa serve

ChatGPT viene lanciato nel 2022 da OpenAI e il suo funzionamento si basa su un sofisticato modello di machine learning capace di apprendere il linguaggio umano e riusarlo in base alle necessità e alle richieste degli utenti. Questi sistemi vengono addestrati grazie a una enorme quantità di dati e sono sempre aggiornati

Il primo modello GPT è lanciato 2018, ma subito dopo - nel 2019 - seguono GPT-2 e GPT-3. Quest’ultimo permette a OpenAI di capire davvero quali sono le opportunità del sistema e inizia a lavorare all’interfaccia ChatGPT. L’algoritmo di GPT-3 è sensazionale, riesce a comprendere problemi anche molto complessi e offrire risposte tecniche ed esaustive. Infatti, può essere usato anche in ambito lavorativo, per esempio nell’Assistenza Clienti.

Ma è con GPT-4 che la piattaforma fa un salto di qualità. La principale novità è che si tratta di un sistema multimodale, cioè può accettare gli input sia da testi che da immagini, riesce poi a elaborare informazioni complesse e fa molti meno errori di GPT-3.

Come usare ChatGPT

Per usare ChatGPT basta collegarsi alla piattaforma ufficiale openai.com/blog/chatgpt iscriversi e fare il log-in. Si può iniziare, così, a fare qualsiasi tipo di richiesta. Il sito si presenta come una normale chat con un’interfaccia molto semplice e minimale. Il suo uso non richiede competenze tecniche, quindi si può usare e testare fin da subito. Il modo migliore per ottenere risposte corrette è fornire quante più istruzioni possibili.

Il sistema ha una risposta per tutto, e col tempo sarà sempre più esaustiva. Inoltre, grazie ad alcune applicazioni esterne (la più famosa è Shmooz AI) si può utilizzare anche con WhatsApp e Telegram.

Come usare ChatGPT da smartphone

Non esiste un’app ufficiale collegata al servizio, ma anche in questo caso ci si può affidare a servizi terzi, come Genie. Inoltre, si può usare anche con Siri su un iPhone. Sappiamo che l’assistenza Apple può rispondere a diversi comandi, ma quando deve offrire informazioni e rispondere a domande è piuttosto carente. Grazie a ChatGPT si può superare questo limite: il servizio può offrire risposte elaborate attingendo dalle informazioni che trova online.

Le alternative a ChatGPT

Chi è alla ricerca di servizi simili al famoso chatbot rimarrà soddisfatto. Infatti, negli ultimi mesi sono nate tante alternative a ChatGPT. Tra queste troviamo Bing Chat di Microsoft e Bard firmata da Google. Queste due soluzioni però sono molto lontane dall’offrire i risultati di ChatGPT.

Oltre a queste soluzioni prodotte da due grandi colossi, ne esistono altre, come OpenAI GPT-3 Playground, ma anche Youchat, GitHub Copilot, Jasper e così via. Insomma, sembra proprio che questi sistemi siano destinati ad evolversi ed inserirsi sempre più nella quotidianità dell’utenza.

ChatGPT, privacy e problemi etici

Il lancio e la diffusione di ChatGPT hanno portato anche alla nascita di numerosi dubbi e problemi circa la sua eticità. Per esempio, il servizio potrebbe essere usato in modo improprio da malintenzionati, e ciò porterebbe alla diffusione di fake news o l’invio di truffe via mail o altri mezzi. Senza contare che il sistema è anche in grado di generare codice; quindi, potrebbe generare malware e truffe informatiche sofisticate. Occorre quindi lavorare per tutelare gli utenti dai potenziali rischi del software.

In Italia il Garante della Privacy a marzo 2023 ha sospeso GhatGPT per alcune settimane. Il motivo: problemi di privacy legati a raccolta e archiviazione dei dati personali degli utenti che hanno usato il servizio. Infatti, il programma è addestrato proprio con le informazioni date in pasto dall’utenza, senza contare che non c’era alcuna protezione che permetteva di verificare l’età dei minori. Dopo la decisione del Garante, OpenAI si è messo a lavoro per risolvere tutti i problemi e il servizio è stato ripristinato poco tempo dopo.

Per scoprire tutti i dettagli sul fenomeno ChatGPT, come usarlo e quali saranno le sue evoluzioni leggi l’ebbok "Tutti i segreti ChatGPT: cos'è, come funziona e perché è rivoluzionario"

Accedi e scarica l'ebook
A cura di Cultur-e
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati. Leggi l'informativa