Fastweb

Le 9 abitudini che danneggiano il pc

Virus Web & Digital #virus #antivirus Cosa sono i virus, i trojan e i malware Dai virus ai keylogger, passando per worm, ransomware e spyware. Scoprite le tipologie di malware più diffuse
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Le 9 abitudini che danneggiano il pc FASTWEB S.p.A.
danneggiare pc
Web & Digital
Non aggiornate i programmi, non installare un antivirus oppure non effettuare il backup dei dati sono delle brutte abitudini che danneggiano il computer

Avete nuovamente problemi con il PC: impiega diversi minuti per accendersi, appaiono strani messaggi sullo schermo e dei pop-up che mostrano pubblicità ingannevoli. Cosa è successo? Molto probabilmente siete caduti nella trappola di un hacker e avete installato un virus che vi sta creando molti problemi. Come è potuto accadere? Premendo su un annuncio online che prometteva una prova gratuita di un software che costa diverse centinaia di euro. Purtroppo, molti utenti per ignoranza o per cattive abitudini svolgono delle azioni che danneggiano il PC e rischiano di mettere in pericolo i propri dati personali. L'accesso alla Rete non ha fatto altro che peggiorare la situazione: sono tantissimi i computer che giornalmente entrano in contatto con virus e malware anche se abbiamo un antivirus installato. Molti utenti pensano che basta installare un software antivirus per essere protetti, ma in realtà non è così: bisogna aggiornare quotidianamente il programma. Una buona abitudine che, però, hanno in pochi,

In realtà sono le cattive abitudini quelle più frequenti tra gli utenti. Ad esempio, sono poche le persone che effettuano quotidianamente il backup dei propri dati, un'azione che eviterebbe tanti problemi e metterebbe al sicuro i propri dati personali e documenti importanti. Lo stesso vale per l'utilizzo di password complicate: sono in pochi a utilizzarle mettendo in pericolo l'accesso al proprio indirizzo di posta elettronica oppure ai servizi di video in streaming. Ecco quali sono le brutte abitudini che danneggiano il computer.

Non fare il backup dei propri dati

backup pc

Potrà essere noioso, potrà sembrare una perdita di tempo, ma effettuare il backup continuo dei propri dati è l'azione più importante per non danneggiare il computer. Le nostre informazioni personali sono la cosa più importante che abbiamo, perché perderle per colpa della nostra pigrizia? Esistono tanti modi differenti per effettuare un backup: possiamo decidere ogni giorno di salvare i nuovi dati (documenti di lavoro, immagini, video, ricerche scolastiche) all'interno di un hard disk esterno o di una pennetta USB, utilizzando un software ad hoc. Oppure usare uno dei tanti servizi di cloud storage online che permettono di effettuare un backup continuo dei propri dati. La seconda soluzione è sicuramente la più semplice ed efficace.

Non aggiornare il software antivirus

Se pensate che basta installare un antivirus per essere protetti dall'attacco di malware, trojan o qualsiasi altro tipo di virus vi state sbagliando di grosso. Gli hacker sono sempre al lavoro per rovinarvi la vita e rubare i dati dal vostro PC, sviluppando nuovi malware che superano le difese erette dal vostro antivirus. Per essere sicuri di essere protetti dalle nuove minacce informatiche è necessario aggiornare quotidianamente il proprio antivirus. Può sembrare una scocciatura, ma protegge i propri dati e la salute del computer.

Non aggiornare i programmi

aggiornare i programmi

Altra abitudine dannosa per il proprio computer è non installare le patch che sviluppano le software house per risolvere bug pericolosi che mettono in pericolo i propri dati personali. Molto spesso i programmi che utilizziamo maggiormente nascondono dei bug che vengono scoperti solamente con alcuni mesi di ritardo e possono essere sfruttati dagli hacker per infiltrarsi all'interno della rete aziendale e mettere KO tutti i computer. È già successo in passato e sono stati calcolati danni per diversi milioni di euro. Per controllare se ci sono aggiornamenti importanti per i programmi presenti sul PC basta entrare all'interno di Windows Updato o del Mac Store.

Non utilizzare password complicate

password complicate

Se per i vostri account personali utilizzate password come "1234", "qwerty", oppure il nome del vostro cane o la vostra data di nascita, dovete sapere che state commettendo un grosso errore e mettendo in pericolo il vostro PC e i vostri dati personali. Per proteggere l'accesso agli indirizzi di posta elettronica oppure alle piattaforme di video streaming è necessario utilizzare password complicate: se non avete idea di come crearne una, potete utilizzare delle applicazioni che la generano in automatico, oppure usare un password manager.

Utilizzare Windows XP

Windows XP è probabilmente il sistema operativo di maggior successo sviluppati da Microsoft. Ma ha un grosso problema: non è più supportato dall'azienda di Mountain View e in caso di bug pericolosi non si hanno difese contro gli hacker. Se ancora state utilizzando Windows XP per il vostro computer vi suggeriamo di aggiornarlo il più velocemente possibile a Windows 10 che verrà supportato da Microsoft per ancora molti anni.

Scaricare software dannosi

Avete bisogno di un programma per modificare i PDF e avete trovato un annuncio che vi assicura che potete provarlo gratuitamente per i primi 30 giorni. Se dopo aver premuto sul tasto Scarica si apre un sito che non è quello ufficiale del software, allora vuol dire che c'è qualche problema. Probabilmente siete caduti nella trappola architettata da un hacker che sta cercando di infettare il vostro computer con un malware per entrare in possesso dei vostri dati personali. Ricordatevi, una delle abitudini peggiori che danneggiano il computer è scaricare programmi online da siti non sicuri. Effettuate il download solamente dai siti ufficiali delle software house o del programma.

Riempire l'hard disk di file inutili

hard disk

Se avete notato dei rallentamenti nel PC o degli strani messaggi apparire sullo schermo, allora vuol dire che il vostro computer ha dei grossi problemi. E con molta probabilità la colpa è solamente la vostra. In molti pensano che lo spazio a disposizione sull'hard disk sia infinito, ma in realtà con i moderni SSD lo spazio si è ridotto. Quindi se il PC è diventato più lento è molto probabile che abbiate dei file inutili che non avete mai eliminato per pigrizia: prendetevi una mezzora ed effettuate una bella pulizia dell'hard disk e vedrete che il computer tornerà a essere performante.

Non fare la deframmentazione

Quanti di voi effettuano regolarmente la deframmentazione? Se siete tra le tantissime persone che non hanno mai effettuato la deframmentazione, è necessario cambiare le vostre abitudini. Si tratta di una procedura molto importante per la salute del vostro computer e che vi aiuta a migliorarne anche le prestazioni. Se non sapete come fare la deframmentazione esistono tanti software gratuiti che vi aiutano a farla.

Non pulire il PC

pulire pc

Pulite il vostro PC. Non si tratta di un consiglio, ma di una buona abitudine che aiuta a non farlo surriscaldare. Come tutti gli oggetti elettronici, anche il computer attira molta polvere che va a depositarsi sulle varie componenti: ventole, scheda madre, RAM, scheda video. Se la polvere accumulata non permette la normale ventilazione del computer, la temperatura del PC si alzerà notevolmente creando danni alle componenti e alla fine saremo costretti a buttare il computer. Almeno una volta al mese effettuate una pulizia completa del case e non avrete mai questi problemi.

 

10 gennaio 2018

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #backup #antivirus #password

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.