Fastweb

Come e perché fare il backup PC e smartphone

Sfida tra Windows, Linux e macOS Web & Digital #linux #windows Windows, macOS e Linux: pro e contro dei sistemi operativi per PC Indeciso su quale computer comprare? Prova con un approccio diverso e analizza i pro e i contro dei sistemi operativi per PC
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come e perché fare il backup PC e smartphone FASTWEB S.p.A.
Backup PC
Web & Digital
Ti chiedi ancora perché bisogna fare il backup? Te lo ricorda il World Backup Day, con alcuni consigli su come non perdere dati

Che il backup sia una delle operazioni più importanti da fare, con regolarità e costanza, è cosa risaputa. E nel caso lo dimenticaste, c'è il World backup day a ricordarvelo. Questa "ricorrenza", infatti, è pensata appositamente per sottolineare l'importanza di fare backup dei dati, così da avere sempre una copia delle proprie informazioni a disposizione. Basta un problema del disco rigido (o cancellare file e cartelle per errore) per ritrovarsi improvvisamente senza un documento che si doveva inviare a lavoro o senza le foto dell'ultima vacanza.

Per non parlare, poi, di attacchi hacker o infezioni malware. Nel caso un ransomware dovesse infettare il nostro sistema informatico e non volessimo pagare il riscatto (cosa sconsigliatissima, tra l'altro) e non avessimo un salvataggio dei dati, non riusciremmo più a recuperarli. Per questi motivi – e decine d'altri – è sempre conveniente fare backup dati e backup foto. Anche se questa operazione potrebbe portarci via anche una decina di minuti, non dovremmo più avere paura per la perdita dei nostri file, qualunque sia la causa.

Bakcup in corso

Perché è importante fare backup: i dati

Se vi state chiedendo se valga o meno la pena di fare il backup del disco rigido, vi basterà leggere i risultati del sondaggio commissionato da Acronis (azienda leader nel settore dei software per backup e recupero dati) in occasione del World Backup Day 2019. Il 65% degli intervistati ammette che lui o un suo familiare hanno perso dati a causa di distrazione (cancellazione accidentale), attacco malware o malfunzionamenti software e hardware. Allo stesso tempo, però, il 93% effettua regolarmente dei backup, in modo da proteggersi da avvenimenti del genere.

Statistiche nettamente in crescita rispetto a quelle del 2018, quando solo il 78% degli utenti aveva fatto il backup almeno una volta nel corso degli ultimi 12 mesi. Segno che (quasi) tutti coloro che utilizzano un PC o uno smartphone avvertono ormai l'esigenza di mettere al sicuro le informazioni archiviate sui vari supporti di memoria. Dal sondaggio, inoltre, emerge che il 70% degli intervistati effettua il backup su supporti di memoria fisici (chiavetta, hard disk esterni, partizioni dello stesso disco), mentre solo il 30% utilizza soluzioni cloud.

Recupero dati

Ovviamente, anche le aziende sono interessate al backup e alla protezione dei dati da cancellazione accidentale o attacco hacker. Secondo i dati distribuiti da Acronis, una sola ora di fermo aziendale causata da perdita dati può costare fino a 250 mila euro: per questo motivo la maggioranza delle aziende intervistate esegue il backup dei dati ogni mese (35,1%), ogni settimana (24,8%) o ogni giorno (25,9%).

I consigli per evitare di perdere dati

Cosa fare per non perdere più dati? Diverse i passaggi da compiere per avere la certezza che le proprie informazioni personali (o quelle aziendali) siano al sicuro da danni accidentali, malfunzionamenti software e hardware o attacchi hacker e malware.

  • Fare backup con regolarità. Che si scelga di farlo su supporto fisico o nel cloud poco importa. Il primo passo per mettere al sicuro foto, documenti e altri file presenti su PC e smartphone passa dal programmare con regolarità il backup dei dati. L'ideale sarebbe farlo una volta al giorno, ma in caso di PC utilizzato in casa potrebbe andar bene anche una volta a settimana
  • Aggiornare sempre software e sistema operativo. La difesa delle proprie informazioni passa anche dall'aggiornamento costante dei software, delle applicazioni e del sistema operativo installati su PC e smartphone. Nella stragrande maggioranza dei casi, infatti, gli aggiornamenti contengono bug fix, che permettono di chiudere falle di sicurezza presenti nel codice sorgente
  • Attenzione agli attacchi di ingegneria sociale. Sempre più spesso, invece, attacchi hacker e campagne di diffusione malware passano attraverso attacchi di ingegneria sociale. Bisogna, dunque, prestare massima attenzione ai messaggi di posta elettronica e di messaggistica istantanea che si ricevono ogni giorno. I link o gli allegati contenuti in questi mezzi, infatti, potrebbero nascondere dei malware o condurci verso portali di phishing creati per rubarci le credenziali di accesso ai nostri profili personali

Come fare backup dati e backup foto

Il passaggio più importante, ovviamente, è quello del backup dei dati e delle foto. Ma come fare backup in maniera sicura? Prima di tutto, attraverso la regola del 3-2-1: fare tre copie dei dati da proteggere, su due dispositivi differenti, di cui almeno uno su cloud o supporto di memoria esterno.

Backup esterno

Prima di tutto, dovrete scegliere se fare il backup su dispositivo di memoria fisico o cloud. Entrambi hanno pro e contro e la scelta su quale modalità da utilizzare è prettamente personale. Nel caso di backup dati su supporto esterno dovrai avere a disposizione un hard disk o pennetta con capienza sufficiente (almeno 128 gigabyte) e scegliere un software per fare backup e impostarlo secondo le proprie necessità. Si dovranno scegliere le cartelle da salvare, il disco di destinazione e la periodicità del backup. Fatta questa operazione, segnatevi sul calendario il giorno scelto per il salvataggio e ricordatevi di collegare la chiavetta o l'hard disk esterno poco prima del momento prefissato.

Backup cloud

Se si sceglie la via del cloud, invece, il backup di dati e il backup di foto potrebbe essere più semplice. Perché? Perché una volta effettuata la configurazione iniziale (che si riduce alla scelta delle cartelle da salvare) sarà il sistema cloud a occuparsi del resto: ogni volta che aggiungerete un file o una cartella in una delle directory scelte, il contenuto sarà aggiunto automaticamente sulla nuvola, senza che voi dovrete fare nulla. In questo senso, però, è importante la scelta del servizio di cloud storage cui affidarsi: molti offrono spazio gratis, ma limitato. Wow Space di Fastweb, invece, offre spazio gratis illimitato nel quale archiviare foto e video al massimo della risoluzione (anche filmati 4K e non solo in FullHD), potendo così fare backup di foto e file da PC o smartphone in piena libertà.

 

31 marzo 2019

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #backup #cliud storage #guida

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.