login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Come sarà il futuro dei pagamenti digitali

Ascolta l'articolo

Nuove tecnologie e soluzioni innovative stanno ridisegnando il mondo dei pagamenti digitali. Ecco le categorie più interessanti per il domani

pagamento-digitale Shutterstock

Il mondo dei pagamenti digitali si evolve continuamente e l’avvento di nuove tecnologie e soluzioni innovative non fa che porre le basi per una serie di opportunità che cambieranno radicalmente il modo in cui effettuiamo transazioni finanziarie. 

Mobile Wallet, il portafoglio a portata di smartphone

uomo-visualizza-sul-cellulare-wallet-e-carta

Credits Shutterstock

Con “mobile wallet”ci si riferisce alla possibilità di gestire ed effettuare pagamenti, inclusi trasferimenti di denaro peer-to-peer (P2P), direttamente dal proprio smartphone. Grazie a un'applicazione dedicata, il telefono diventa una sorta di "portafoglio digitale" dove è possibile archiviare carte di pagamento, documenti d'identità e carte fedeltà, per tenere sotto controllo le spese in tempo reale.

Se il "mobile payment" è la capacità di condurre transazioni direttamente dal cellulare che possono essere abilitati anche tramite biometria, come le impronte digitali o addirittura l'iride, il "P2P transfer" rientra tra le tipologie di Instant Payment più diffuse poiché si basa sul trasferimento di denaro in tempo reale da persona a persona, attraverso reti distribuite peer-to-peer. 

Diventato famoso per la condivisione di file, il P2P viene oggi utilizzato su piattaforme come Paypal, Satispay o Postepay per dividere spese, inviare regali o contribuire a collette online. Lontana, invece, la prospettiva di utilizzare il riconoscimento facciale per pagare come per esempio si è sperimentato a Tokyo nei negozi Yahoo! Mart per le attuali regole sulla biometria sancite dal GPDR.

Un mobile wallet è come avere un portafoglio nel cellulare con cui gestire ed effettuare pagamenti, e trasferimenti di denaro P2P

Esistono vari tipi di mobile wallet, emessi da istituzioni finanziarie, bancarie, operatori telefonici, terze parti indipendenti e grandi catene commerciali. Alcuni “closed-loop” eseguono transazioni solo da e verso una specifica azienda, mentre altri memorizzano le informazioni di pagamento sul dispositivo (device-centric) o altrove, come nei servizi cloud (device-agnostic).

I device-centric mobile wallet possono essere suddivisi in "proximity wallet" che effettuano transazioni in prossimità del dispositivo interagendo con il sistema operativo e gli "in-app wallet" che consentono pagamenti a distanza. Esempi di proximity wallet includono Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay, mentre alcune app “a circuito chiuso” rientrano nella categoria degli in-app wallet.

Con l’Internet of Things, l’auto paga da sola

macchina-digitale

Credits Shutterstock

Un altro trend riguarda l'Internet of Things (IoT), per cui oggetti connessi alla rete e alla carta di credito possono gestire pagamenti senza l'intervento diretto dell'utente. L’esempio più famoso è quello del frigorifero che ordina la spesa analizzando cosa manca. Ma tra gli Smart Object Payments il più comodo è sicuramente l’automobile.

Direttamente dal cruscotto con un pulsante o con un comando vocale, si può chiedere alle Smart Car di pagare per il rifornimento di carburante, il parcheggio o il pedaggio, ma anche il pranzo, senza alzare un dito. Volkswagen e Mercedes offrono già modelli che “pagano da soli” ma per ora esclusivamente servizi e prodotti del costruttore, non di terzi. Le opzioni però stanno crescendo anche perché il mercato dei veicoli connessi è in ascesa.

In un futuro non molto lontano, le automobili pagheranno autonomamente pedaggi e parcheggi, semplificando notevolmente la vita dei conducenti

La prospettiva futura pone l’interazione vocale in primo piano, con le Big Tech che reclameranno il loro posto a tavola. Se attualmente, i produttori stanno lavorando internamente per sviluppare i propri sistemi di pagamento, alla fine dovranno confrontarsi con le preferenze tecnologiche dei clienti, che spesso gravitano verso soluzioni offerte da giganti come Apple, Google e Amazon.

Questo livello di automazione potrebbe ridefinire il concetto di veicolo, trasformandolo da semplice mezzo di trasporto in un vero e proprio metodo di pagamento itinerante che non solo migliora la comodità, ma anche la precisione nei pagamenti, riducendo il rischio di errori umani.

Blockchain porta trasparenza e decentralizzazione al mondo dei pagamenti digitali

due-smartphone-vicini-condividono-info-digitali

Credits Shutterstock

La crescente collaborazione tra le Big Tech e il settore finanziario è un segno di un tempo in cui la tecnologia sta ridefinendo radicalmente il modo in cui concepiamo e gestiamo i pagamenti alla ricerca di nuove modalità più convenienti, sicure ed efficienti. In questa trasformazione, la Blockchain svolge un ruolo cruciale. 

Spesso associato e talvolta confuso con Bitcoin, il concetto di Blockchain sta dimostrando il suo valore in molteplici settori, inclusi i pagamenti digitali a cui garantisce la massima sicurezza e affidabilità facendo leva sui principi di trasparenza, immunità dalla frode e decentralizzazione garantiti attraverso l’uso di registri distribuiti crittografati che forniscono una verifica affidabile e in tempo reale delle transazioni bypassando gli intermediari finanziari tradizionali.

Già dal 2016 banche centrali di tutto il mondo hanno rivolto attenzione a Blockchain e Distributed Ledger come abilitatori di una moneta digitale a cui sono attribuibili le caratteristiche delle criptovalute come programmabilità e disintermediazione. Oggi numerose istituzioni finanziarie e investitori hanno riconosciuto il potenziale di trasformazione della blockchain. 

L'idea di una moneta digitale emessa da una banca centrale, con i vantaggi di sicurezza e stabilità che comporta, si affianca alle criptovalute che continuano a guadagnare terreno

Nell'ottobre 2020, PayPal ha presentato un nuovo servizio per acquistare, detenere e vendere criptovalute dai conti PayPal. Nel settembre 2021, Visa ha annunciato i suoi piani per creare un hub di pagamenti cross-chain che faciliterebbe il trasferimento e lo scambio di risorse digitali attraverso diverse blockchain e canali di pagamento. A dicembre, ha introdotto un servizio di consulenza sulle criptovalute per assistere i clienti nel regno della valuta digitale e dei token non fungibili (NFT).

Questi sviluppi significativi che vedono aziende operanti nel settore dei pagamenti investire in blockchain e criptovalute sono destinati a creare fiducia nel settore, che si tradurrà in maggiori ricavi per il mercato globale della blockchain.

Intelligenza Artificiale per pagamenti digitali sicuri e su misura

mano-robot-e-umana-indicano-s-digitale

Credits Shutterstock

Sebbene l’Intelligenza Artificiale faccia parte del panorama finanziario già da qualche tempo, il suo utilizzo è rimasto piuttosto limitato. Eppure i vantaggi sono tanti e vanno da una maggiore sicurezza grazie al rilevamento tempestivo delle frodi a esperienze utente personalizzate grazie all’analisi dei comportamenti di spesa.

Gli algoritmi di machine learning migliorano continuamente la loro capacità di identificare transazioni sospette, tra cui l’importo totale speso, il luogo della transazione e l’identità del fornitore, innescando controlli approfonditi per quelle che si discostano dai modelli di spesa abituali di un utente. Ciò non solo salvaguarda i clienti, ma riduce anche al minimo le perdite sia per i commercianti che per le istituzioni finanziarie.

L’intelligenza artificiale non solo consente l’elaborazione di un numero crescente di transazioni, ma garantisce anche frodi ed errori minimi


Ma l'intelligenza artificiale può anche consigliare offerte, sconti e premi pertinenti, creando un percorso di pagamento più coinvolgente per i clienti. Oltre a rendere le transazioni più rapide ed efficienti, può migliorare il servizio clienti attraverso l’uso di chatbot, che grazie al Natural Language Processing (NLP) possono offrire assistenza personalizzata, automatizzata e scalabile, facendo risparmiare alle aziende miliardi di dollari in costi operativi e tempo. Un approccio che potrebbe evolvere verso la delegazione ai bot dei propri acquisti su piattaforme terze.

Per saperne di più: Pagamenti digitali, cosa sono, quali sono, innovazione e piattaforme

A cura di Cultur-e
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.