dimensione ideale tv

TV, come scegliere la misura giusta

Le nostre case sono sempre più piccole, ma le nostre TV sono sempre più grandi: esiste una formula per decidere la dimensione giusta della Smart TV? Ce ne sono tante, forse troppe
TV, come scegliere la misura giusta FASTWEB S.p.A.

Chiunque entri in un grande negozio di elettronica, una volta arrivato al reparto TV, fa sempre una cosa: va in fondo al corridoio, dove c'è il muro sul quale sono fissate le grandi Smart TV da sogno, quelle di dimensioni incredibili oltre i 90-100 pollici. Dispositivi dotati delle ultime tecnologie, che però vengono puntualmente oscurate dalle dimensioni di questi giganti. Ma questi TV, a prescindere dalle ovvie considerazioni sul prezzo, sono veramente quelli ideali per tutti?

No, non lo sono, perché non esiste una dimensione della TV ideale in assoluto. Perché, a sua volta, non esiste una distanza ideale tra lo spettatore e la televisione che garantisca la visione ottimale dei contenuti. Se la variante economica è sempre soggettiva, infatti, la variante spazio è al contrario oggettiva, fissa e limitante: se tra il divano e la TV ci sono 4 metri di distanza non potranno mai diventare 5 (e probabilmente neanche 3, a meno che non siamo disposti a stravolgere l'arredamento del salotto).

Dimensioni della TV e distanza di visione sono due parametri legati a doppio filo e che si limitano a vicenda, quindi. Tuttavia non c'è un rapporto ideale tra i pollici della diagonale della televisione e i metri di distanza dall'osservatore. Ci sono diverse teorie, tutte empiriche, portate avanti da vari produttori di TV e associazioni del settore.

Teorie che, a volte, sembrano scritte appositamente per confermare la bontà delle scelte del produttore stesso, o dei membri dell'associazione. Però un consiglio è valido sempre: meglio partire dalla distanza tra divano e TV, perché è l'unica cosa che non possiamo cambiare in un secondo momento.

Quale distanza dalla TV: l'opinione di THX

dimensione ideale tv

THX non è un produttore di TV, ma una azienda americana che certifica questi apparecchi (sia quelli professionali che quelli destinati alle mura domestiche). La sua formula per calcolare la dimensione ideale dello schermo è semplice: basta moltiplicare la distanza dall'osservatore per il valore di 0,835.

Facendo questi calcoli, e convertendo da pollici a metri, otteniamo queste dimensioni massime dello schermo:

  • 2 metri - 65 pollici
  • 2,5 metri - 82 pollici
  • 3 metri - 98 pollici
  • 3,5 metri - 115 pollici

Quale distanza dalla TV: l'opinione della SMPTE

dimensione ideale tv

La Society of Motion Picture and Television Engineers (SMPTE), associazione professionale sotto il cui ombrello si riuniscono i tecnici dell'industria televisiva e cinematografica americana, ha un'idea diversa sul rapporto tra dimensioni della TV e distanza di visione.

Secondo la SMPTE basta moltiplicare la distanza di visione per 0,625, con questi risultati:

  • 2 metri - 49 pollici
  • 2,5 metri - 61 pollici
  • 3 metri - 73 pollici
  • 3,5 metri - 86 pollici

Quale distanza dalla TV: l'opinione di Panasonic

dimensione ideale tv

Secondo le informazioni fornite ai suoi clienti da Panasonic la distanza tra TV e punto d'osservazione deve variare in base alle dimensioni della TV: più è grande la TV, più bisogna allontanarsi da essa per vederla al meglio. Il corollario di questa teoria, poiché i muri non si spostano, è che per ogni stanza c'è una dimensione massima della TV consigliata.

Per essere ancora più precisi, secondo Panasonic, dobbiamo anche prendere in considerazione la risoluzione della TV: con le TV a risoluzione SD (720p) è necessario moltiplicare le dimensioni in centimetri della diagonale per 3,5, con le TV a risoluzione HD (1080p) si deve moltiplicare per 2,5 e per le TV con risoluzione 4K bisogna moltiplicare per 1,5.

Secondo il gigante giapponese dell'elettronica, quindi, alcune distanze ideali sono le seguenti:

Smart TV SD

  • 77 pollici - 6,8 metri
  • 75 pollici - 6,6 metri
  • 65 pollici - 5,7 metri
  • 58 pollici - 5,1 metri

 

Smart TV HD

  • 77 pollici - 4,9 metri
  • 75 pollici - 4,7 metri
  • 65 pollici - 4,1 metri
  • 58 pollici - 3,7 metri

 

Smart TV 4K

  • 77 pollici - 2,9 metri
  • 75 pollici - 2,8 metri
  • 65 pollici - 2,5 metri
  • 58 pollici - 2,2 metri

 

Nonostante il grande dettaglio di informazioni fornito da Panasonic, bisogna anche considerare che su una TV 4K andremo a guardare anche contenuti 1080p o persino 720p.

Quindi questi numeri vanno presi con le pinze.

Quale distanza dalla TV: l'opinione di Samsung

dimensione ideale tv

Secondo quanto comunica Samsung, invece, per calcolare la distanza ideale di una TV in base alla distanza d'osservazione (o la distanza ideale in base alle dimensioni) è sufficiente moltiplicare per 1,2 la diagonale.

Samsung non fa differenza tra TV SD, HD o 4K e, facendo due calcoli veloci, saltano fuori questi numeri:

  • 85 pollici - 2,6 metri
  • 75 pollici - 2,3 metri
  • 65 pollici - 2 metri
  • 55 pollici 1,7 metri

 

Dimensione TV: come sceglierla

Chi, a questo punto, si è completamente confuso e non ha capito come scegliere la dimensione ideale della TV (o la distanza ideale dalla TV) non si deve scoraggiare: non ha nessuna colpa perché, come dimostrano le opinioni nettamente discordanti dei big del settore, non esiste la dimensione ideale di una TV né la distanza ideale dalla quale guardarla.

A questo punto, a chi si sta facendo queste domande, non possiamo che rispondere ribaltando la questione: qual è la dimensione ideale della TV per noi?

Lo possiamo scoprire in modo abbastanza facile ed empirico, misurando lo spazio a disposizione nella stanza in cui andrà posizionato il nuovo televisore smart e, metro alla mano, recandosi in negozio. A questo punto non serve far altro che posizionarsi davanti a tutti i modelli candidati all'acquisto mettendosi sempre a quella distanza: in questo modo sapremo cosa ci aspetta una volta portata la nuova televisione a casa.

Infine, è anche doveroso dare un ultimo consiglio: se ci tenete a fare un acquisto intelligente non prendete mai la diagonale più alta disponibile nella gamma di un produttore. Più le dimensioni della TV si avvicinano a quelle massime disponibili, infatti, maggiore è il prezzo che il produttore fa pagare, a parità di altri fattori tecnici.

Non stiamo dicendo che i produttori di TV prendano in giro i consumatori, ma è chiaro che avvicinandosi al limite tecnico del momento crescono molto le difficoltà nel produrre un apparecchiatura elettronica e, quindi, maggiore è il prezzo.

I veri affari, al contrario, si fanno di solito scegliendo una diagonale di mezzo: è in questa fascia che si trovano i televisori con il miglior rapporto prezzo/caratteristiche.

Copyright Cultur-e
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail