apple airtag

Come usare al meglio gli Apple AirTAg

Non sono i primi smart tag arrivati sul mercato, ma secondo Apple sono i migliori: ecco cosa c'è da sapere per usare al 100% gli AirTag
Come usare al meglio gli Apple AirTAg FASTWEB S.p.A.

Un oggettino ben fatto, semplice da utilizzare ed utile, molto utile, come quello annunciato da Apple ad aprile 2021 insieme ai nuovi iMac colorati, all'iPhone 12 viola, agli iPad Pro con chip M1 e alla nuova Apple TV 4K, era al centro di voci e indiscrezioni da parecchi mesi. Ed è arrivato.

Il suo nome è AirTag, Apple AirTag a voler essere precisi, e tende la mano a tutti gli smemorati che possiedono un prodotto con la mela morsicata. Non è altro che un tracker Bluetooth, un oggettino da assicurare a determinati oggetti - chiavi, zaini, biciclette, qualsiasi cosa - per ritrovarli attraverso lo smartphone qualora venissero smarriti.

Un oggetto semplice nel principio e nella costruzione, esistente da anni, che tuttavia gli uomini di Apple hanno rielaborato con la loro conclamata attenzione ai dettagli. AirTag è compatto, esteticamente gradevole, semplicissimo da utilizzare e, in ultimo ma non per importanza, si integra alla perfezione con i componenti dell'ecosistema "fatato" di Apple.

Con un AirTag ed un iPhone, quindi, basta assicurare il primo ad un oggetto e aprire l'app Dov'è nel secondo per localizzarlo in ogni momento. Ecco quindi una serie di trucchi e consigli per ottenere il massimo dall'unione tra uno o più AirTag ed i dispositivi Apple.

La semplicissima prima associazione

apple airtag

In piena coerenza con la tradizione Apple, anche la prima configurazione di un AirTag è un gioco da ragazzi. Chi ha avuto a che fare con un paio di AirPods sa già quanto sia per nulla stressante la configurazione iniziale di un nuovo prodotto con la Mela sopra, e gli AirTag non fanno eccezione.

Pronti, via: dopo aver tirato fuori l'AirTag dalla confezione e rimosso la linguetta di plastica che impedisce alla batteria di alimentarlo, basta avvicinarlo a pochi centimetri dall'iPhone per notare come i due si riconoscano in un batter d'occhio. L'iPhone a questo punto propone di partire con la configurazione iniziale, una procedura che consta di pochissimi passaggi.

Come rintracciare un AirTag

apple airtag

L'ambito in cui un AirTag di Apple dà comprensibilmente il suo meglio: rintracciare un oggetto smarrito. Farlo è semplicissimo: basta aprire l'app Dov'è, andare sulla scheda Dispositivi tramite i quattro pulsanti sulla parte bassa dello schermo, se se ne possiede più di uno individuare e toccare l'AirTag che si vuole rintracciare, e infine scorrendo verso l'alto la scheda selezionare il tasto virtuale corrispondente a ciò che si vuole fare tra le diverse opzioni proposte.

Ponendo appunto di volerlo rintracciare, l'iPhone si collegherà ad AirTag oppure, qualora non fosse possibile magari a causa della distanza, proporrà di muoversi alla ricerca del segnale. Man mano che ci si avvicina all'oggetto su cui AirTag è applicato, sullo schermo del telefono appariranno distanza rimanente e "indicazioni" sulla direzione da seguire.

Il processo è parecchio più efficiente se l'AirTag viene cercato da un iPhone 11 o di generazione successiva per via della presenza dell'Ultra Wide Band o UWB, che consente di incrementare in modo notevole la precisione della rilevazione e di riflesso l'accuratezza delle indicazioni per raggiungere l'oggetto smarrito. Sugli iPhone precedenti viene invece sfruttato il Bluetooth Low Energy.

Cosa fare se si perde un AirTag

Nel caso in cui si smarrisse l'AirTag o, peggio, uno zaino o una borsa con all'interno un AirTag ci si deve muovere in maniera leggermente diversa. Bisogna comunque aprire l'app Dov'è, recarsi nella sezione Dispositivi, individuare l'AirTag che si intende ritrovare e attivare la modalità Contrassegna come smarrito nell'ultima parte della scheda che si apre.

Una volta toccato il tasto Abilita, nella schermata seguente bisogna attivare Notifica quando trovato in modo da ricevere un avviso nel momento in cui un altro dispositivo Apple - qualsiasi - lo individuasse. In questa fase è pure possibile associare ad AirTag un numero di telefono in modo che colui che lo trovasse potrà mettersi in contatto con il proprietario.

Bisogna certo sperare che finisca per rintracciarlo una persona perbene, ma del resto rinunciando a priori alla modalità Contrassegna come smarrito si annullerebbe del tutto la possibilità di recuperarlo.

Cosa fare se si trova un AirTag

Il caso opposto al precedente. E le possibilità di fare un gesto nobile come quello di restituire al legittimo proprietario un oggetto smarrito come un AirTag riguardano tanto gli utenti iOS quanto quelli che utilizzano Android.

Il segreto è nell'NFC, presente in ciascun AirTag. In questo modo una volta avvicinato un qualsiasi smartphone con NFC attivo come se si volesse pagare qualcosa in modalità contactless, viene aperta una pagina web contenente gli estremi per contattare il proprietario come il numero di telefono se l'AirTag è stato contrassegnato come smarrito.

Come cambiare il nome ad un AirTag

apple airtag

Durante la configurazione iniziale viene data la possibilità di scegliere un nome per AirTag, ma non è l'unica occasione per farlo. Infatti in qualsiasi momento basta aprire l'app Dov'è, aprire la scheda Dispositivi, toccare l'AirTag da rinominare, scorrere verso l'alto la scheda e selezionare l'opzione Rinomina.

Come dissociare un AirTag da un ID Apple

Purtroppo Apple non ha previsto la condivisione di un AirTag con altri ID Apple, quali ad esempio quelli che compongono un nucleo Famiglia. Così un AirTag può essere associato ad un solo account della Mela, ed è necessario rimuoverlo da un account per assegnarlo ad un altro.

Per farlo bisogna aprire l'app Dov'è con l'account a cui è associato l'AirTag, selezionare l'oggetto tramite la scheda Dispositivi e scorrere verso l'alto la scheda fino alla voce Rimuovi questo dispositivo. Portata a termine la procedura, l'AirTag emette un segnale acustico di conferma ed è pronto ad essere associato ad un altro account.

Come sostituire la batteria di un AirTag

apple airtag

Una volta scaricata la batteria, che Apple dice essere in grado di far funzionare il dispositivo per oltre un anno, AirTag non va gettato per acquistarne uno nuovo. La sostituzione della batteria con una nuova è un'operazione piuttosto semplice che non occupa più di un minuto.

Peraltro è apprezzabile il fatto che quando raggiunge livelli di carica molto bassi, l'AirTag avvisi l'utente della necessità di un'imminente sostituzione con una batteria nuova tramite una notifica sull'iPhone, anche con un mese di anticipo. C'è tutto il tempo per prepararsi alla sostituzione, ma comunque la batteria a bottone che dà vita ad AirTag è piuttosto comune e quindi semplice da reperire (è una CR2032).

Bisogna ruotare il dispositivo con il logo Apple rivolto verso l'alto, effettuare una leggera pressione con entrambi i pollici per ruotare la placca con la mela in verso antiorario, sollevare il coperchio e infine sostituire la batteria esausta, riassemblando l'AirTag svolgendo i passaggi inversi.

Copyright Cultur-e
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail