login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Quando è obbligatorio avere la PEC e quando è consigliato

Ascolta l'articolo

La PEC, la posta elettronica certificata, è uno degli strumenti digitali più utili: scopriamone tutti i vantaggi, chi deve averla e a chi è consigliata

Posta elettronica certificata Shutterstock

La Posta Elettronica Certificata, conosciuta anche con il suo acronimo PEC, è una posta elettronica sicura e che conferisce ai messaggi inviati e ricevuti lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno. Tanti sono i vantaggi per chi la possiede, poiché permette di inviare e ricevere comunicazioni protette e ufficiali.

Alcune persone sono obbligate ad avere un indirizzo di posta elettronica certificata, per via del lavoro che svolgono o delle attività commerciali che gestiscono. Per altre, invece, è solo fortemente consigliata per via dei benefici che se ne possono ricavare.

PEC, quali sono i vantaggi e gli svantaggi

PEC sicura

Shutterstock

Attivare un indirizzo di posta elettronica certificata consente di scambiare messaggi ufficiali, sicuri e che hanno un valore legale. Questo offre delle importanti garanzie, che permettono agli utenti di comunicare in totale sicurezza, senza temere che i propri messaggi vengano letti da occhi indiscreti o, nel peggiore dei casi, manomessi.

I messaggi, a seconda del provider scelto per creare il proprio indirizzo personale, possono essere letti e creati da qualsiasi tipo di dispositivo dotato di una connessione ad Internet, sia smartphone, che tablet o personal computer.

Chi utilizza la PEC può contare sulla certificazione dell’invio dei messaggi, della ricezione da parte di un server e del destinatario e della lettura del contenuto. La consegna è così garantita e le varie certificazioni possono essere utile in casi di contenziosi e di problemi legali.

Si hanno dei vantaggi anche dal punto di vista economico, poiché i messaggi inviati non hanno nessun costo. L’unica spesa da sostenere è quella di attivazione e di mantenimento dell’indirizzo di posta elettronica certificata attraverso uno dei provider autorizzati. Nella maggior parte dei casi, si tratta di una cifra accessibile, che deve essere versata annualmente.

Chi attiva una PEC può contare su un sofisticato controllo antivirus e antispam che mantiene le conversazioni al sicuro e private

Inviare messaggi di posta elettronica certificata richiede poco tempo. Non è necessario recarsi nel centro postale più vicino per spedire una raccomandata A/R, acquistare il servizio e affrontare delle lunghe code. 

Tutti i messaggi, gli invii e le ricezioni vengono archiviati in maniera sicura dal gestore della posta elettronica per almeno 30 giorni.

I messaggi inviati tramite PEC permettono di comunicare in maniera diretta con la Pubblica Amministrazione, con privati e con altri enti. Attraverso la PEC è possibile partecipare a bandi di concorso, a gare d’appalto, compilare i questionari ISTAT, trasmettere documenti in sicurezza, inviare e ricevere fatture elettroniche, e ad altre iniziative.

Pochi gli svantaggi di essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata Tra questi vi è l’impossibilità di poter avere una propria casella di PEC gratuitamente, ma è sempre necessario rivolgersi ad un provider, sottoscrivere un abbonamento e pagare la quota richiesta.

PEC, chi è obbligato ad averla

PEC

Shutterstock

Non tutti sono obbligati ad avere in un indirizzo di posta elettronica certificato attivo, anche se, con il processo di digitalizzazione che procede spedito, sono sempre di più i soggetti a cui la PEC viene richiesta. Tra questi ci sono le imprese, che devono necessariamente avere una sede virtuale nel web e utilizzare questo importante strumento.

La PEC è obbligatoria anche per le società di persone, per le ditte individuali e gli artigiani e per le Partite IVA. Sono esenti, al momento, la Partite IVA a regime forfettario e i professionisti che non sono iscritti ad albi professionali o alla Camera di Commercio.

L’obbligo è presente anche per le Pubbliche Amministrazioni, che devono utilizzare questo prezioso strumento per comunicare con i cittadini

A partire dal 6 luglio 2023, è stato introdotto in Italial’Indice Nazionale dei Domicili Legali (INAD) con l’obiettivo di digitalizzare il più possibile tutte le comunicazioni con la Pubblica Amministrazione e sostituire gradualmente, ma definitivamente, l’utilizzo delle raccomandate con ricevuta di ritorno. A partire da questa data, avere una PEC è diventato fortemente consigliato per tutti i cittadini italiani, indipendentemente dal lavoro e dell’attività svolta.

Posta Elettronica certificata, come averne una e a chi rivolgersi

creare una PEC

Shutterstock

Creare e attivare una propria casella PEC non è difficile, ma è sufficiente seguire dei passaggi molto simili a quelli richiesti per un normale indirizzo di posta elettronica. Prima di procedere, occorre acquistare il servizio presso uno dei provider accreditati presso l’Agenzia per l’Italia Digitale.

Tra i provider a cui è possibile rivolgersi ci sono, ad esempio Register, Poste Italiane, Telecom Italia Trust Technologies, Aruba, Infocert, Namirial e tanti altri. Il prezzo può variare molto in base al gestore scelto e in base alle proprie esigenze per ciò che concerne gli spazi di archiviazione e i servizi accessori. Generalmente si parte da un minimo di 1,99 euro l’anno (se sono presenti delle promozioni) fino ad un massimo di circa 40 euro l’anno.

La posta elettronica è semplice da utilizzare poiché funziona esattamente come la posta elettronica classica, ma con maggiori garanzie.

Per saperne di più: Posta Elettronica: tipologie, caratteristiche e come usarla

A cura di Cultur-e
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Immagine principale del blocco
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Fda gratis svg
Iscriviti al canale gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.