Molte persone, parlando di WeChat, si limitano a considerarlo come una sorta di corrispettivo cinese di WhatsApp: una app di comunicazione e di messaggistica istantanea, attraverso cui gli utenti possono entrare in contatto tra loro.

In realtà WeChat è una piattaforma che offre una maggiore quantità di servizi. I messaggi testuali, le note audio e le videochiamate rappresentano solo una piccola parte del servizio.

WeChat propone funzioni tipiche dei social network: permette di fare amicizia con nuovi utenti e di coltivare un proprio diario personale. Inoltre, propone diversi servizi pensati per il mondo del business.

WeChat è capace di gestire sia l’economia dei suoi utenti, sia i loro processi di acquisto. Per farlo utilizza WeChat Pay: un sistema di pagamento internazionale che consente di effettuare transazioni e acquisti con il semplice ausilio della fotocameradel proprio smartphone.

In Cina WeChat Pay ormai è uno standard, una vera e propria killer application, che è stata sposata tanto dalla grande distribuzione quanto dai venditori periferici, tanto dai negozi quanto dai liberi professionisti: tassisti, idraulici e via dicendo. 

Ha tutte le caratteristiche necessarie per gestire internamente i passaggi principali di un customer journey generalmente spalmato all’interno di programmi, siti o applicazioni differenti. Poco importa che si tratti di B2B piuttosto che di B2C, con WeChat è possibile agganciare il cliente, mostrargli il prodotto e chiudere l’affare senza uscire dal sistema.

A ciò si aggiunga che l’app del colosso cinese Tencent fornisce ulteriori servizi aggiuntivi cuciti su misura sulle esigenze della singola azienda. Questi servizi sono noti col nome di Mini-Programs e vanno dalla creazione di e-commerce alla possibilità di generare promozioni ad hoc. 

Inoltre, è dotata di un servizio di advertising particolarmente strutturato. Si chiama WeChat Moments ads ed è pensato per aiutare le imprese a raggiungere il target.

  • 0. Che cos’è WeChat, non una semplice app di messaggistica

    App di WeChat

    WeChat è un servizio di messaggistica istantanea sviluppato a partire dal 2011 per dispositivi portatili. L’app è realizzata da una società cinese di nome Tencent, che si è imposta soprattutto in Cina e in Buthan: due paesi in cui ha raggiunto il numero record di oltre 1,2 miliardi di utenti attivi ogni mese.

    Il nome WeChat è una traduzione pensata per il mercato internazionale del nome originale cinese, ovvero “W“ixìn”: una parola che potrebbe essere tradotta col termine “micro-messaggi”.

    Si può usare con i principali sistemi operativi mobile sul mercato: funziona su Android, Blackberry e iPhone. Allo stesso modo può essere scaricata su Symbian, Windows 10 e Windows Phone.

    Come è facile intuire, il servizio è disponibile in diverse lingue, a partire dal cinese tradizionale e da quello semplificato, per terminare col coreano, il giapponese, l’hindi, l’indonesiano, l’inglese, l’italiano, il malese, il polacco, il tailandese, il turco e il vietnamita.

    L’aspetto più distintivo e peculiare di WeChat è che integra le caratteristiche di una classica app di messaggistica con funzioni più tipiche di una piattaformasocial. Da una parte, con WeChat è possibile inviare messaggi di testo, messaggi audio o effettuare videochiamate indirizzate ai propri contatti.

    Dall’altra è possibile condividere la propria posizione geografica, ma anche foto e video editati attraverso funzioni interne specifiche. I contenuti, migliorati confiltri o didascalie, possono poi essere posizionati all’interno di un diario simile al profilo di altri social network, come Facebook o Instagram. 

    Tra le altre funzioni tipiche dei social media e presenti anche in WeChat si trovano “Agita”, “Cerca nei dintorni” e “Bottiglia alla deriva”. Le tre opzioni possono essere attivate dopo avere selezionato una voce che si chiama proprio “Social”.

    Attivando la funzione “Agita” la piattaforma mette l’utente in contatto con una persona a caso che stia utilizzando WeChat nello stesso momento. Per attivare questa funzione bisogna toccare il pulsante “Agita” (o “Shake”) e, successivamente, scuotere il proprio dispositivo mobile.

    La funzione “Cerca nei dintorni” lavora come la funzione “Agita”, ma restringe il campo della propria ricerca a utenti che si trovino a distanza ravvicinata rispetto all’utente. Per iniziare a legare con queste persone è possibile inviare loro un saluto automatico.

    Infine, la funzione “Bottiglia alla deriva” permette di lasciare un messaggio in sospeso, indirizzato a una persona specifica. L’idea è quella di lasciare il classico messaggio nella bottiglia all’interno del “mare digitale” della piattaforma. Il ricevente potrà decidere se aprire il messaggio e avviare una conversazione con il mittente, oppure no. 

    In conclusione, WeChat è molto più che un semplice servizio di comunicazione. È una piattaforma complessa, pensata per avvicinare le persone e creare nuovi legami, esattamente come avviene all’interno di social network come, ad esempio, Facebook o Instagram. 

  • 1. WeChat, il mercato cinese e la BAT

    app cinesi

    WeChat, oltre a coinvolgere miliardi di utenti in tutto il pianeta, sta catturando anche l’attenzione di tantissimi professionisti, aziende e startup. Il suo servizio offre possibilità davvero molto interessanti in termini di business.

    Prima di entrare nel merito dei vantaggi di WeChat applicato al mondo delle vendite, occorre fare un piccolo passo indietro. Per capire la portata di questa piattaforma di comunicazione, bisogna conoscere larealtà che l’ha lanciata sul mercato.

    Il nome di Tencent potrebbe non suggerire un granché a un lettore occidentale. In realtà l’azienda rappresenta uno dei player più importanti del mercato cinese: un vero e proprio colosso del settore high-tech, che sta iniziando a dare filo da torcere addirittura al gotha della Silicon Valley.

    Quando si parla di aziende leader del settore tecnologico, spesso si sente utilizzare la parola FAANG: un acronimo che racchiude in sé le iniziali delle cosiddette “Big five” di questo particolare mercato. La parola FAANG infatti fa riferimento a Facebook, ad Amazon, ad Apple, a Netflix e a Google.

    Da qualche anno a questa parte gli addetti ai lavori hanno iniziato a utilizzare un altro acronimo, ovvero BAT. La parola BAT fa riferimento ai tre leader indiscussi del mercato high-tech cinese, ovvero Baidu, Alibaba e, per l’appunto, Tencent

    Il mercato cinese rappresenta miliardi di potenziali consumatori, che stanno sempre più ripiegando verso applicazioni e servizi “home-made”. Un po’ per ragioni culturali, un po’ perché il governo cinese impone condizioni spesso sgradite alle big five internazionali. Una su tutte quella relativa alla possibilità di censurare contenuti all’interno dei social network. 

    Questi presupposti aiutano a capire come mai, in Cina, gli utenti preferiscano Baidu, Alibaba e Tencent a Google, Amazon e Facebook. Il paragone non è casuale: le tre aziende della BAT forniscono servizi concettualmente molto simili a quelli fondati da Larry Page, Sergey Brin, Jeff Bezos e Mark Zuckerberg.

  • 2. Le Big 3 della Cina: Baidu, Alibaba e Tencent

    App TikTok e WeChat su smartphone

    Baidu è il più importante motore di ricerca presente in Cina, in lingua cinese. Con Baidu è possibile trovaresiti e contenuti multimediali inserendo parole chiave all’interno di una barra di ricerca, esattamente come avviene con Google.

    Inoltre, propone un’enciclopedia online realizzata assieme a Baike e paragonabile a Wikipedia. La piattaforma è dotata di un forum di discussione, che permette di trovare argomenti specifici attraverso ricerche basate su keyword.

    Baidu è stato fondato nel 2000 e ad oggi ha indicizzato centinaia di milioni di contenuti. Il suo fatturato non ha niente da invidiare a quello delle grandi societàoccidentali ed è stata la prima compagnia cinese a entrare nell’indice NASDAQ-100. 

    Alibaba è una multinazionale che si occupa di commercio elettronico, ma anche di piattaforme di pagamento, di servizi di cloud computing e di motori di ricerca applicati allo shopping.

    Alibaba è stato fondato nel 1999 in Cina, più precisamente nella città di Hangzhou che, ancora oggi, è la sua sede principale. Vanta un utile netto da centinaia di miliardi e conta più di 250.000 dipendenti. Non a caso, nel 2021 risultava essere nella top 100 dei gruppi più importanti al mondo in termini di fatturato. 

    Per avere un’idea più chiara dell’importanza di Alibaba, basta sottolineare che, nel 2012, l’azienda riuscì a gestire la bellezza di 170 miliardi di dollari di vendite: una cifra che superavala somma delle vendite gestite da Amazon ed eBay assieme. 

    La BAT è composta dal motore di ricerca Baidu, dall’e-commerce Alibaba e dalla società per azioni di investimento Tencent

    Infine troviamo Tencent, il cui nome completo è Tencent Holdings Limited: una società per azioni di investimento che opera nel settore dell’intrattenimento, in quello di Internet, in quello dei mass media e in quello dei telefoni cellulari.

    Tencent è stata fondata nel 1998 da Ma Huateng: un imprenditore inserito recentemente da Forbes nella top 20 degli uomini più ricchi di tutto il mondo, grazie a un patrimonio personale da oltre 61 miliardi di dollari. 

    WeChat è soltanto uno dei servizi lanciati da Tencent negli ultimi anni. Un altro applicativo di comunicazione e messaggistica istantanea dell’azienda è QQ, che è rapidamente diventato uno dei portali web più grandi di tutta la Cina. 

    Tencent opera nel mondo dei social network, in quello dei portali web, in quello del commercio elettronico, in quello dei videogames multigiocatore e in tanti altri settori ancora. Per diversi anni è stata considerata la terza società su Internet più importante a livello internazionale, posizionandosi subito dopo Google ed Amazon.

  • 3. Che cos’è WeChat Pay, il sistema di pagamento

    WeChat Pay

    I numeri della BAT e, più precisamente, dell’azienda Tencent aiutano a capire come mai tante aziende (soprattutto le startup) guardino a WeChat con grande interesse. Da una parte perchè l’app di comunicazione attinge in maniera molto intelligente al mondo dei social media. 

    Dall’altra perché WeChat ha anche un sistema di pagamento, che in Cina viene utilizzato praticamente da chiunque. Il sistema in questione si chiama WeChat Pay ed è a disposizione delle categorie professionali più svariate. 

    Dunque in Cina si può ricorrere a WeChat Pay sia per fare spesa in un supermercato della grande distribuzione, sia per acquistare prodotti da unvenditore ambulante. E, ancora, lo si può utilizzare per pagare un taxi, un idraulico, un servizio di consegna a domicilio ecc.

    Non sorprende dunque scoprire che, nel 2019, WeChat Pay contava quasi un miliardo di utenti attivi. Il servizio è stato accettato come formula di pagamento da quasi 500mila negozi diffusi in circa 40 paesi del mondo, tra cui anche l’Italia. Secondo alcune fonti, WeChat Pay fa registrare più di un milione di transazioni al minuto.

    Utilizzare WeChat Pay è davvero semplicissimo. La prima cosa da fare è legare l’applicazione al proprio conto corrente, o alla propria carta di credito/debito. Dopodiché è sufficiente ricorrere alla fotocamera del proprio smartphone per potere comprare beni e servizi di tutti i tipi.

    WeChat Pay funziona attraverso la scansione di codici a barre e codici QR. Da questo punto di vista le possibilità d’uso della app sono due. La prima prevede che l’utente inquadri il codice esposto dal negoziante presso cui vuole fare spesa.

    La seconda opzione di acquisto prevede una specie di percorso inverso. In questo caso sarà il negoziante a inquadrare un codice caricato da WeChat Pay dentro lo smartphone del suo titolare. In entrambi i casi, il titolare potrebbe dovere inserire un codice di accesso o ricorrere all’autenticazione biometrica, in modo tale da autorizzare la propria transazione

    Ma le potenzialità di WeChat Pay non finiscono qui. Grazie a questa app è anche possibile effettuare trasferimenti istantanei di denaro ai propri contatti. Non a caso, in Cina moltissime persone ricorrono proprio all’ecosistema WeChat per inviare piccole somme, ma anche per condividere il pagamento di bollette e utenze

  • 4. Che cosa sono i WeChat Mini-Program

    pagamento tramite WeChat

    Gli esperti di tecnologia mobile tendono a considerare WeChat come una vera e propria “super app”: non sono molti gli esempi nel mercato di piattaforma che permette sia di gestire la propria economia, sia di acquistare beni e servizi.

    Questa considerazione aiuta ancora di più a capire come mai le aziende guardino con grandissimo interesse al mondo di WeChat: è un socia lmedia mirato anche al mondo del business, permette di promuoversi e fare pubblicità ai propri servizi e si rivolge sia ad imprese B2C che B2B. 

    A ciò si aggiunga che WeChat propone alle aziende diversi Mini-Program, delle estensioni del servizio base, pensate appositamente per implementare tanti servizi differenti: da vetrine in stile e-commerce a opzioni di task management, fino alla possibilità di generare coupon e sconti.

    Con i Mini-Program, le aziende hanno la possibilità di creare un customer journey completo ricorrendo alla sola applicazione mobile.

    Possono creare dei canali di comunicazione con la clientela, inviando messaggi mirati a utenti selezionati. 

    Possono esporre i propri prodotti all’interno di vetrine virtuali, esattamente come farebbero all’interno di un classico store online. Ma, soprattutto, possono dare ai clienti l’opportunità di finalizzare un acquisto senza uscire dall’app

    Ad oggi, i Mini-Program di WeChat hanno generato profitto soprattutto nel caso in cui si trattasse merce a basso costo: nello specifico, sembra che a beneficiare maggiormente dei vantaggi della app siano tutti quei prodotti che rientrano in un range di spesa di massimo 25 euro. 

    Prodotti che poi possono appartenere alle categorie merceologiche più disparate: non a caso hanno aderito a WeChat sia marchi di abbigliamento come Zara, sia catene di ristorazione fast food come Kentucky Fried Chicken e McDonald’s.

    Allo stesso tempo, diversi brand di lusso stanno investendo in questa app che è un po’ un social network, un po’ un e-commerce, un po’ un sistema di pagamento: Burberry, Dior, Gucci e tante altre realtà fashion luxury per clienti alto-spendenti.

  • 5. Che cos’è WeChat Moments ads

    persona che usa WeChat

    Visto il successo dirompente di WeChat nel mondo della comunicazione, del marketing e della vendita (sia B2B che B2C), non sorprende che la app si sia dotata di un sistema di advertising capace di coinvolgere inserzionisti e utenti.

    Questa funzione si chiama WeChat Moments ads ed è disponibile per diverse tipologie di bene e servizio: dal settore dei generi alimentari a quello automobilistico; da quello dei viaggi al gaming, passando per viaggi e servizi per Internet e tanto altro ancora. 

    Le campagne con WeChat Moments ads non sono concettualmente così diverse da quelle realizzate con Google. L’inserzionista deve innanzitutto fissare una soglia minima di costo, dopodiché utilizza un servizio offerto su base CPM

    L’acronimo CPM sta per “Costo Per Mille” e serve a indicare un metodo di calcolo dei costi utilizzato in ambito pubblicitario dalla piattaforma. Come ben suggerito dal suo stesso nome, il CPM calcola il prezzo di 1000 impressioni o visualizzazioni da parte degli utenti. 

    Il costo di una campagna con WeChat Moments ads varia anche in base a fattori ulteriori: uno di questi è il tipo di advertising utilizzato. Da questo punto di vista creare una sponsorizzata con video è tendenzialmente più costoso che ricorrere soltanto a testo o a immagini.

    Un altro elemento che influisce sul costo di WeChat Moments ads è il target geografico: effettuare sponsorizzazioni in grandi metropoli (in Cina, l’esempio tipico viene fatto con Shangai o Pechino) costa molto più che sponsorizzare in località più periferiche.

    WeChat Moments ads è un servizio di sponsorizzazione che aiuta le aziende a raggiungere il loro target ideale

    Ricorrendo a WeChat Moments ads, l’inserzionista ha la possibilità di pubblicare un messaggio contenente diversi elementi: i primi sono il nome del brand, un’immagine profilo e una breve descrizione di massimo 40 caratteri.

    Per il resto è possibile aggiungere fino a 6 immagini o video differenti: nel caso dei video la durata consentita va da un minimo di 6 a un massimo di 15 secondi. Inoltre è possibile aggiungere dei link a pagine web HTML5, ricorrendo agli host Tencent. 

    Gli utenti di solito visualizzano le sponsorizzazioni realizzate con WeChat Moments ads ogni 48 ore circa. Se le apprezzano, possono aggiungere un commento o anche un semplice like. In caso contrario, qualora non vi sia alcuna interazione, la sponsorizzazione sparirà dalla vista dell’utente dopo un massimo di sei ore. 

    WeChat Moments ads lavora quotidianamente per far arrivare il messaggio pubblicitario al relativo target. Per questo motivo, un utente può anche segnalare di “non essere interessato” al tipo di bene o servizio che gli è stato proposto. In questo modo, l’app provvederà ad evitare di mostrargli inserzioni simili in futuro.

    Nel caso in cui l’utente dimostri di apprezzare la sponsorizzazione, WeChat Moments ads lavorerà per provare a renderla virale all’interno della sua cerchia di amici. Anche da questo punto di vista la galassia WeChat prende spunto dal funzionamento dei principali social network

    In entrambi i casi, WeChat fa un lavoro davvero molto prezioso per le aziende: l’app infatti effettua una specie di analisi del target sottoposta a verifiche continue, al fine di rendere più efficace la propria comunicazione commerciale.

    Questa è un’altra ottima notizia per chiunque sia interessato a intraprendere un percorso di business all’interno di WeChat. L’app non si limita a garantire un’infrastruttura tecnica di altissimo livello, ma si adopera per essere ogni giorno più performante.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb