Ancora oggi sono in pochi ad essere a conoscenza delle disparate funzioni che rendono WeChat molto più di una mera applicazione di messaggistica e questo è il caso della componente più social, nota come "Moments". Creata nel 2011 dalla società cinese Tencent, in pochi anni, l’ecosistema di WeChat è diventato parte integrante della vita quotidiana, in particolare dei cinesi ma non solo.

Nel 2018 ha superato il miliardo di utenti nel mondo e oggi è uno dei principali social network, al quinto posto in termini di numero di utenti mensilmente attivi (come suggerisce il Report Digital 2022 di We are social e Hootsuite).

L'anima social di WeChat

app di wechat

 

Jirapong Manustrong / Shutterstock.com

Il successo di WeChat deriva dalla sua natura di piattaforma multifunzionale che la rende l'esempio classico di "superapp". Oltre al servizio di messaggistica istantanea che permette di inviare messaggi testuali o vocali, fare video chiamate e conversazioni di gruppo, l'app consente di condividere foto e video, chiamare un taxi, ordinare cibo a domicilio, prenotare una visita dal medico, pagare in negozi fisici e online tramite carta di credito e molto altro. Tutto all’interno di un'unica piattaforma.

Una delle funzionalità più interessanti che caratterizzano WeChat, lanciata nel 2012 nella versione 4.0 dell’app, riguarda appunto i Moments, la schermata che più si avvicina al tradizionale social network.

Si tratta di una sorta di bacheca in cui è possibile condividere e al contempo, visualizzare il flusso di aggiornamenti di stato, immagini, testi, video, canzoni e articoli pubblicati. 

Sono accessibili dalla home page tramite la scheda "Scopri" dove un clic sull'icona "Momenti" rimanda direttamente alla visualizzazione degli aggiornamenti dei propri contatti. I Moments possono essere collegati anche agli account Facebook e Twitter, i quali postano direttamente il contenuto sulla piattaforma social.

Il principio dei Moments: “l’amico del mio amico non è mio amico”

wechat

kovop58 / Shutterstock.com

Attirando oltre 750 milioni di utenti al giorno e oltre 10 miliardi di accessi ogni 24 ore, l’interfaccia dei Moments è molto simile alla bacheca di Facebook con la differenza che i Momenti su WeChat possono essere visibili e commentabili unicamente dai propri contatti in rubrica e non da persone al di fuori di questa cerchia di amici, sottolineando il ruolo centrale della privacy per il colosso cinese.

A differenza di altri siti o applicazioni di social networking, Moments segue il principio "l'amico del mio amico non è mio amico".

Ciò significa che un utente può ricevere “mi piace” e commenti delle persone incluse nella propria lista di amici. Tranne questo principio generale, l'impostazione individuale per impedire a determinati amici di vedere i post dei proprietari può essere manovrata dagli utenti stessi.

Proprio grazie a questa riservatezza che tiene lontani occhi indiscreti di perfetti sconosciuti e crea le basi per una comunicazione intima e privata ad alto tasso di coinvolgimento, molti utenti preferiscono usare WeChat per condividere i propri contenuti rispetto ad altre app.

E questo è anche il motivo per cui WeChat Moments offre un'interessante opportunità alle aziende che possono attingere a traffico garantito, affidabile e molto mirato in uno spazio che di solito non sarebbe aperto alla pubblicità.

Perché WeChat è anche un social media

wechat

BigTunaOnline / Shutterstock.com

In ogni caso, i Momenti rappresentano solo uno degli aspetti social di WeChat. Con la funzione “Cerca intorno a te”, si possono conoscere nuove persone in base alla posizione geografica. Sfruttando il GPS dello smartphone, l'app cinese è in grado di trovare altri utenti in un raggio di 10 chilometri, tra cui è possibile scegliere quelli che più stuzzicano la nostra curiosità e inviare loro un saluto.

Con “Agita”si possono conoscere nuove persone, ma in maniera del tutto casuale. Il sistema, infatti, individua quegli utenti che stanno “agitando” lo smartphone manifestando la volontà di iniziare una conversazione e fare nuove amicizie. Sfruttando sempre il GPS del dispositivo mobile, la cerchia delle nuove persone da conoscere viene comunque ristretta geograficamente.

L'ultima opzione social è un’idea originale per inviare messaggi nel “mare” di WeChat.

Con Bottiglia alla deriva, si può lasciare un messaggio (sia scritto che vocale), chiuderlo in una bottiglia e affidarlo alla corrente virtuale di WeChat in attesa che chiunque sia “a pesca” sia pronto a raccogliere la bottiglia e leggerne il messaggio ed eventualmente, iniziare una conversazione.

I potenziali impatti negativi

wechat

rafapress / Shutterstock.com

Di fronte a tante opportunità, si cela anche qualche rischio. Affidandosi completamente a Moments come fonte di sapere si corre, prima di tutti, il rischio della disinformazione: le informazioni false si diffondono rapidamente attraverso i repost e i siti Web di condivisione e poiché la maggior parte degli amici di Moments sono conoscenti, i messaggi che inviano possono sembrare più convincenti di quanto siano in realtà.

Anche le tecniche di marketing virale possono costituire un problema: sono diverse le aziende che usano WeChat per sponsorizzare e vendere i loro prodotti facendo leva sulla rete di conoscenti e sulla pubblicazione di annunci pubblicitari più volte al giorno.

Per ridurre la pubblicità, gli utenti devono bloccare i loro amici-commercianti ma, a causa dell'assenza di politiche pertinenti, la qualità del servizio difficilmente può essere garantita.

Infine, i dati provenienti dall'uso delle funzioni già esistenti possono essere utilizzati dagli sviluppatori per offrire nuove funzioni, personalizzate finemente sui gusti dell'utente. Questo rende le superapp molto comode da usare e, poiché dai dati inizia la personalizzazione, più viene usata più essa diventa potente. Opportunità che però potrebbe sconfinare nell'oltraggio alla privacy degli utenti.

Per saperne di più: Quali sono le potenzialità di WeChat

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb