Lo scoppio della pandemia da Covid-19 ha accelerato i discorsi, e di conseguenza anche i processi, che riguardavano il mondo della digitalizzazione in Italia.

Le abitudini degli utenti sono cambiate, così come i trend di cui sono protagonisti. Secondo uno studio condotto dalla famosa piattaforma di Saas Semrush, gli utenti risultano meno connessi rispetto a due anni fa. Come ha dichiarato Chiara Clemente, Marketing Manager di Semrush Italia, i trend online tendono a rispecchiare o addirittura anticipare quello che succede o succederà nella vita reale, dando un indizio di quello che sarà il futuro.

Gli accessi diminuiscono e le URL sono più precise

Stando ai dati raccolti nello studio, l’accesso da smartphone è calato del 30% negli ultimi due anni. Gli utenti risultano generalmente meno connessi, tanto da causare un calo nella ricerca delle URL che è diminuito del 7,4% nell’ultimo anno. Gli utenti fanno ricerche sempre più precise e dirette, digitando nel 60% dei casi una o al massimo due parole chiave all’interno della barra di ricerca.

Le SERP da desktop, ossia le Search Engine Results Page, hanno visto nel 2021 un calo del 74% rispetto all’anno precedente, mentre da mobile hanno registrato un calo del 26%.

I trend delle applicazioni

Tra le applicazioni, riescono pressoché a mantenere la loro posizione le app di fitness, anche se subiscono un leggero calo. Durante il periodo che coincideva col primo lockdown queste app erano state particolarmente apprezzate, utilizzate e scaricate da moltissimi utenti, costretti in casa e con le palestre chiuse.

Ad oggi, nonostante le palestre abbiano riaperto, sono ancora tanti gli utenti che utilizzano queste applicazioni per mantenersi in forma o continuare l’allenamento a casa.

Shopping trend: diminuisce lo shopping online

Secondo i dati dello studio di Semrush, lo shopping online è diminuito. Nel 2020 questo settore aveva visto un aumento delle vendite molto elevato, arrivando a toccare cifre che nessuno si sarebbe aspettato. Al contrario, nel 2021 si è registrato un calo del traffico organico verso i siti e-commerce del 14,75%.

Nonostante il calo delle vendite online, i colossi della moda hanno aumentato i loro investimenti pubblicitari sui propri siti del 62%. Questa cifra viene superata solo dagli investimenti del settore Food & Beverage, che crescono del 75%.

Cresce anche il settore gaming, aumentando del 30%. Non hanno grandi variazioni i dati che riguardano i campi di finanza e social networking.

I trend dei social media

I social network sono diventati grandi promotori del traffico verso i siti web, ma la percentuale si assesta appena sotto il 2% in quasi tutto il mondo. Unica eccezione il Giappone che arriva al 3,2%.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb