Tutti i giorni, su TikTok, sono presenti miliardi di utenti attivi e vengono pubblicati migliaia e migliaia di video. Ragazzi che vogliono divertirsi e mostrare il proprio talento, aziende che vogliono inviare messaggi ai consumatori e personaggi pubblici che vogliono comunicare con i fan utilizzano quotidianamente la piattaforma per condividere contenuti accattivanti.

Per raggiungere il maggior numero di persone possibili non è sufficiente creare contenuti originali, ma occorre saper utilizzare nella maniera corretta gli hashtag di TikTok.

Gli hashtag permettono agli utenti di trovare i video sugli argomenti che ritengono più interessanti su TikTok.

Individuando ed inserendo quelli corretti, si può favorire un incremento delle visualizzazioni, delle interazioni sui contenuti e il raggiungimento della propria audience di riferimento.

TikTok: cosa sono gli hashtag e perché è importante utilizzarli 

hashtag

Gli hashtag sono etichette che permettono di catalogare i contenuti presenti sul web. Vengono utilizzati soprattutto sui social network, in particolar modo su TikTok, Instagram e Twitter per consentire agli utenti di trovare rapidamente e con facilità tutte le informazioni e i contenuti su un determinato argomento che ritengono interessante.

L’hashtag consiste in una parola che indica l’argomento, il tema, il brand o il personaggio pubblico protagonista del contenuto pubblicato. È sempre preceduto da un simbolo, il cancelletto (#) e facendovi click porta ad una pagina in cui sono presenti tutti i contenuti al quale è stato associato.

Tutti i brand, le aziende e le organizzazioni che vogliono essere presenti su TikTok per raggiungere obiettivi di business, fare attività di personal branding o diventare popolari devono sviluppare una strategia di social media marketing che preveda l’inserimento di uno o più hashtag. Il loro utilizzo porta ad una serie di vantaggi irrinunciabili per poter avere successo.

Gli hashtag delineano il contesto e indicano l’argomento trattato. Gli appassionati di videogiochi, ad esempio, potranno trovare tutte le novità del momento, consigli, trucchi e sessioni di gioco sotto l’hashtag #videogame. 

Inserire gli hashtag nella descrizione del contenuto pubblicato favoriscono l’aumento delle visualizzazioni e il raggiungimento di un pubblico altamente interessato. È attraverso questo elemento che l’algoritmo di TikTok individua con facilità a chi mostrare i video condivisi dai creator.

Se il pubblico è interessato al contenuto, aumenta anche l’engagement. Un video di qualità, originale, creativo, in cui sono inseriti tutti gli hashtag corretti ha più possibilità di ricevere ‘mi piace’, condivisioni e commenti. L’algoritmo, comprendendo la qualità del contenuto grazie alla quantità elevata di interazioni, lo mostrerà ad un’audience sempre più ampia.

Intorno ad alcuni hashtag si formano delle vere e proprie community. Gli estimatori di un brand, i fan di un personaggio pubblico o coloro che hanno delle passioni, un hobby o degli interessi in comune si ritrovano sul social network per scambiarsi informazioni e interagire tra di loro. L’hashtag permette di rintracciarsi a vicenda con facilità.

Hashtag su TikTok: come utilizzarli

Smartphone con TikTok

Su TikTok gli hashtag vengono inseriti dopo la creazione del video. Dopo aver apportato tutte le modifiche e fatto gli interventi di editing ritenuti necessari, deve essere inserita una descrizione del contenuto. Con pochi e specifici, il creator o l’azienda può comunicare con il proprio pubblico e descrivere il lavoro svolto. 

Nella descrizione, oltre al messaggio, possono essere inseriti tutti gli hashtag ritenuti opportuni. Sceglierli non è facile come sembra: bisogna saper selezionare quelli popolari e, al contempo, individuare una nicchia in cui il proprio contenuto non rischia di disperdersi tra gli altri.

Bisogna osservare gli hashtag utilizzati dai competitor e individuare quelli che ottengono più coinvolgimento e visualizzazioni. Sul web esistono tool gratuiti che mostrano la quantità di contenuti prodotti per ogni hashtag, la frequenza d’utilizzo e il numero di interazioni generate.

È sconsigliato utilizzare esclusivamente hashtag popolari che contengono un gran numero di video: il proprio contenuto potrebbe ottenere un numero limitato e non soddisfacente di visualizzazioni.

Per ottenere successo è sempre bene seguire le tendenze del momento. L’algoritmo mostra al pubblico i contenuti più amati e rende più visibili quelli che contengono audio e filtri particolarmente amati dagli iscritti. Tenere sotto controllo i trend di TikTok, riprodurli e utilizzare gli hashtag che sono in tendenza è una buona strategia per arrivare ad un pubblico ampio. 

La piattaforma non pone limiti. Su TikTok possono essere inseriti tutti gli hashtag che si ritengono opportuni fino all’esaurimento dei caratteri messi a disposizione della piattaforma per le descrizioni. Tuttavia, è sempre bene limitarsi e non esagerare.

La descrizione serve a spiegare all’utente il tipo di contenuto pubblicato, ad inviare un messaggio e ad invitarlo a compiere un’azione. Non è consigliabile utilizzare tutto lo spazio messo a disposizione per inserire solo hashtag.

Una lunga lista di hashtag potrebbe creare confusione nell’utente che visualizza il contenuto e legge la didascalia. È consigliabile sceglierne da un minimo di due fino ad un massimo di cinque: sono sufficienti per indicare tutti gli argomenti trattati, fare un buon mix tra quelli popolari e quelli di nicchia e per poter incrementare le visualizzazioni.

Per saperne di più: Come fare marketing su TikTok

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb