Google Maps è l’esclusivo servizio di Google che permette di visualizzare mappe geografiche, localizzare la posizione GPS e calcolare un itinerario di viaggio. Tra le funzioni più conosciute quella del navigatore satellitare che segnala le condizioni del traffico in tempo reale e Street View che consente di “esplorare digitalmente” qualsiasi posto nel mondo.

Oltretutto il servizio è perfetto per qualsiasi tipo di spostamento, indicando i luoghi di interesse, i servizi come ristoranti e alberghi e qualsiasi cosa possa essere utile nelle immediate vicinanze.

Google Maps e i dati del traffico in tempo reale

Una delle funzioni più utili di Google Maps è la rilevazione delle condizioni del traffico in tempo reale. L’applicazione risulta piuttosto attendibile e sfrutta un’idea semplice ma fondamentale per il suo funzionamento: la community.

Maps, infatti, utilizza i dati sulla posizione di più telefoni che si trovano in una certa zona e li analizza in modo da determinare le condizioni del traffico. Non si tratta di una rilevazione sul posto, ma di un’analisi statistica di tutti i dati inviati dagli utenti che passano per un dato luogo in un momento specifico.

Il vero punto di forza di Google Maps è la community che fornisce dati attendibili e in tempo reale sulla viabilità e sulle condizioni del traffico.

Questa strategia è funzionale per mostrare le condizioni del traffico in un punto specifico in un dato momento; ma calcolare questi dati su un itinerario di viaggio più lungo è un discorso più complicato.

In questo specifico caso Maps considererà i modelli storici esistenti su quel particolare tragitto. Si parla di milioni e milioni di informazioni relative alla velocità di percorrenza media, alla situazione del traffico in determinati momenti della giornata, al numero di incidenti registrati. Tutti questi dati, uniti alla posizione degli utenti in tempo reale, aiutano Google a fare una predizione sugli itinerari di viaggio.

Google Maps, la potenza dell’intelligenza artificiale

Google lavora continuamente per migliorare le proprie funzionalità facendo analizzare i modelli storici e i dati aggregati a una potente intelligenza artificiale; lo scopo ultimo di questa analisi è quello di fornire dati sempre più accurati e aumentare l’affidabilità delle predizioni sul traffico su tracciati molto lunghi e su lunghissimi periodi di tempo.

Tra gli esperimenti di Google riguardo l’intelligenza artificiale c’è quello chiamato Graph Neural Networks, già installato in diverse città del mondo; questo sistema permette di rilevare dati estremamente precisi sul traffico e sui percorsi, anticipando eventuali rallentamenti e quant’altro

Al momento, secondo le stime di Google Maps, i processi predittivi hanno un’accuratezza di circa il 97%; con il nuovo Graph Neural Networks si punta ad arrivare al 100% e per periodi di tempo estremamente prolungati.

Google, la potenza dell’intelligenza artificiale associata ai dati degli utenti e ai modelli storici riescono a garantire previsioni sul percorso affidabili al 97%

Naturalmente si tratta di un progetto a lungo termine che, al momento, è in fase sperimentale coinvolgendo circa una decina di grandi centri urbani in tutto il mondo; con lo sviluppo sempre maggiore dell’intelligenza artificiale made in Google, l’azienda punta all’installazione di questa nuova rete in un numero sempre maggiore di città, arrivando finanche a garantire una copertura globale.

Ci vorrà ancora del tempo prima di riuscire a concretizzare questo progetto ma, ottimisticamente, nel giro di un decennio si potranno avere predizioni sul traffico accurate al 100% in ogni città del pianeta.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb