login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo
ACCEDI CON MYFASTWEB

mostra
Non sei registrato? Crea un account
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.
Torna alla form di Login
Non sei registrato? Crea un account

Le migliori soluzioni software gratuite e open source per creare sondaggi

Ascolta l'articolo

Sul web è possibile trovare tanti strumenti per creare sondaggi online gratuiti e per ottenere risposte e report in tempo reale: quali sono i più efficaci

fare sondaggi online

L’avvento di Internet ha semplificato, non solo la vita delle persone, permettendogli di trovare velocemente le informazioni di cui hanno bisogno o accedere ad app che rispondono a bisogni precisi, ma ha permesso anche ai lavoratori di operare in modo più semplice, veloce ed efficace.

Lo sa bene chi, per questioni professionali o di studio, ha bisogno di raccogliere dati o di ascoltare il parere o le esperienze di un gran numero di individui per raggiungere i propri obiettivi e lo può fare con molta più semplicità attraverso i sondaggi online gratuiti. 

Quest’ultimi si rivelano particolarmente vantaggiosi, poiché permettono di sottoporre i quesiti ad un numero potenzialmente elevato di persone che si trovano in ogni parte del mondo senza troppe difficoltà e andando incontro a costi estremamente ridotti.

Sul web esistono soluzioni e software che consentono di realizzare sondaggi nel modo in cui si ritiene opportuno, con differenti tipologie di domande, e di sottoporli agli utenti del web che possiedono i giusti requisiti.

Fare sondaggi è essenziale in certi ambiti. Permette di studiare contesti e situazioni, di elaborare strategie efficaci, di valutare i risultati ottenuti, di effettuare analisi approfondite. Vengono utilizzati dagli studenti per le proprie tesi di laurea e di ricerca sperimentali.

Nel mondo del marketing i sondaggi permettono di fare ricerche di mercato, comprendere il posizionamento del brand, i bisogni del proprio target, la brand awareness o per ottenere informazioni sulla soddisfazione dei clienti rispetto ai servizi erogati o ai prodotti venduti e migliorarsi in base alle risposte ottenute.

Frequentemente vengono elaborati per studiare la propensione al voto nei periodi che precedono ogni tipo di elezione. I sondaggi di opinione consentono di ottenere un’immagine realistica dei pensieri e dei comportamenti che assume una determinata popolazione in relazione ad uno specifico argomento o tema.

Realizzare un sondaggio può apparire semplice, ma richiede tanta professionalità poiché vanno tenute in considerazione numerose variabili. Per crearne di efficaci è importante poter contare su uno strumento completo e sicuro

I campi di applicazione dei sondaggi sono tantissimi e pertanto è richiesta una certa flessibilità degli strumenti di creazione e di somministrazione. Il web ne mette a disposizione differenti, molti dei quali gratuiti e open source.

  • 0. Come fare i sondaggi: tipi di domande e pubblico

    sondaggi

    Credits Shutterstock

    Elaborare dei sondaggi non è semplice, richiede attenzione e studio. Bisogna comprendere bene gli obiettivi che si vogliono raggiungere, sapere quali sono le risposte che si vogliono ottenere e da chi si vogliono ottenere.

    È, prima di tutto, necessario individuare il campione da intervistare. Questo deve essere rappresentativo dell’universo di riferimento. Una volta stabilite le finalità del sondaggio e la tipologia di persone dalle quali si vogliono ottenere delle risposte, si può iniziare a creare i quesiti.

    Le domande devono essere poste in modo chiaro e comprensibile per gli utenti destinatari. Ciò presuppone un preliminare studio del target. Devono essere mantenuto un tono obiettivo, privo di opinioni personali per evitare che siano tendenziose e influenzano le scelte degli intervistati.

    Si possono porre domande aperte, a cui l’individuo risponde senza ricevere alcun tipo di indizio, o domande chiuse, in cui sceglie tra delle opzioni proposte da chi realizza il sondaggio. Le domande chiuse possono essere a loro volta elaborate in diversi modi: scelta multipla, scale di valutazione e tante altre tipologie.

    I quesiti, per evitare che gli intervistati incontrino difficoltà di risposta e far sì che diano un feedback onesto e ponderato, devono essere posti in modo armonioso, essere completi e contenere tutti gli scenari possibili.

    Per evitare di creare confusione, è bene non chiedere mai due o più cose contemporaneamente. I quesiti ambigui danno vita a risposte poco sincere e poco rappresentative della realtà. 

    Quando si vuole indagare su più aspetti della stessa questione, è preferibile aggiungere una domanda

    Per essere sicuri che il sondaggio sia stato costruito nel modo corretto, che sia comprensibile per tutti, che non contenga errori e che sia efficace è bene fare dei test preliminari. Prima di sottoporlo all’intero campione è opportuno condividere l’indagine con amici e colleghi: se riusciranno a rispondere velocemente, senza difficoltà e senza dubbi e se non segnaleranno correzioni da apportare il sondaggio sarà pronto per essere diffuso.

  • 1. Vantaggi di fare sondaggi online

    tanti sondaggi

    Credits Shutterstock

    Il web offre preziose opportunità per fare delle indagini in modo vantaggioso. I sondaggi online sono estremamente flessibili e altamente personalizzabili. Permettono di elaborare diversi tipi di domande e sono compatibili con diverse tipologie di somministrazione: via email, con link, condivisione sui social e tanto altro ancora. 

    Personalizzare un sondaggio e alternare la tipologia di domande riduce le percentuali di abbandono da parte degli utenti. L’impegno richiesto ai destinatari è minore e i tempi di risposta sono brevi. In poco tempo si può ottenere ciò di cui si ha bisogno.

    I margini di errore sono inferiori, perché le risposte vengono inserite direttamente nei sistemi, l’elaborazione è automatica e, nella maggior parte dei casi, i rispondenti possono modificare le loro scelte fino al momento dell’invio definitivo.

    Fare un sondaggio online permette di andare incontro ad un notevole risparmio di risorse. Dal punto di vista economico, molti costi vengono tagliati. Non c’è più bisogno di inviare il sondaggio tramite posta o di sottoporlo tramite telefono, ma viene compilato direttamente sui dispositivi degli intervistati.

    I risultati dei sondaggi sono pronti all’uso. I sistemi raccolgono le risposte e sono in grado di creare velocemente tabelle, grafici e report da usare immediatamente e da condividere con colleghi di lavoro o altre persone che hanno interesse a visualizzarle. 

    I dati possono essere trasferiti su software statistici specializzati e su fogli di calcolo per un’analisi più approfondita

    Sono estremamente pratici sia per chi elabora il sondaggio, sia per chi deve fornire le risposte, poiché versatili e facili da utilizzare. Si può scegliere di rispondere alle domande in qualsiasi momento della giornata e da qualsiasi dispositivo a propria disposizione.

    Tanti gli strumenti a disposizione di coloro che devono creare dei sondaggi, che possono scegliere tra tantissimi software gratuiti a cui affidarsi. Sono tutti molto semplici da utilizzare, hanno interfacce intuitive sia per i creatori che per i rispondenti e permettono un elevato livello di personalizzazione.

  • 2. Google Forms, lo strumento di Google Drive per sondaggi e quiz

    Google Forms

    Credits dennizn / Shutterstock.com

    Google Forms, o Moduli di Google, è lo strumento per la creazione dei sondaggi messo a disposizione da Google, incluso nella suite Google Drive insieme ad altre applicazioni come Documenti Google, Fogli Google e Presentazioni Google.

    Le funzionalità dell’app sono tantissime e variegate e permettono di lavorare sui sondaggi in maniera completa. La creazione dei moduli è semplice, pari a quella di un qualsiasi tipo di documento. 

    Si può scegliere di creare più tipi di domande: aperte o chiuse, brevi o sotto forma di paragrafo, a risposta multipla, con casella di controllo o con elenco a discesa, con scala lineare, con griglia a scelta multipla o con griglia a caselle di controllo, sotto forma di data o di ora.

    Le domande si possono importare direttamente da altri moduli creati in precedenza, spostare all’interno del questionario per organizzarlo meglio, personalizzarne i valori, completare con immagini o video. Quest’ultima funzione è particolarmente utile quando si vogliono testare e far valutare delle campagne pubblicitarie o di sensibilizzazione.

    Si può intervenire sull’aspetto grafico del sondaggio rendendolo più coerente con il branding dell’organizzazione. È consentito scegliere un tema, cambiare lo stile del testo, delle intestazioni e delle domande, aggiungere un’immagine di copertina o cambiare i colori di sfondo e altri elementi.

    Su Google Form si può cambiare il font delle domande, delle intestazioni e del testo selezionando tra quelli proposti e si può intervenire sulla dimensione del carattere per rendere il sondaggio più leggibile anche sui piccoli schermi

    Ogni sondaggio può essere trasformato rapidamente in un quiz, assegnando un valore ad ogni domanda e fornendo al compilatore i risultati o immediatamente, dopo l’invio, o dopo una rielaborazione manuale da parte dell’amministratore. In quest’ultimo caso, verranno utilizzati gli indirizzi e-mail di coloro che hanno risposto.

    Si può scegliere di inviare una copia delle risposte a chi risponde ai quesiti del sondaggio e di consentire la modifica delle risposte anche dopo l’invio. In base alle proprie esigenze, si può scegliere di rendere alcune domande facoltative e altre obbligatorie.

    È possibile gestire la modalità di presentazione del modulo e delle risposte inserendo una barra che mostra l’avanzamento nella compilazione, utile soprattutto nei sondaggi più lunghi, impostando un messaggio di conferma da inoltrare in maniera automatica dopo l’invio, condividendo i risultati e attivando il salvataggio automatico delle risposte.

    Le risposte vengono immediatamente elaborate da Google Form, che fornisce grafici che si aggiornano in tempo reale. Per analizzare i dati più complessi, si possono trasferire i dati su fogli di calcolo di Google Sheets.

    I sondaggi possono essere creati da qualsiasi dispositivo, poiché si adattano bene anche agli schermi più piccoli. Google Moduli consente di aggiungere collaboratori per creare insieme i quesiti in tempo reale e studiare i risultati.

    Condividere i moduli con persone specifiche o con un pubblico ampio è semplice. La piattaforma fornisce link che da incorporare nei siti web, inviati per e-mail o condivisi sui social media. Gli utenti intervistati possono rispondere ai sondaggi e ai quiz quando vogliono, da qualunque luogo, da qualsiasi dispositivo mobile o computer.

  • 3. Qualtrics Core XM, il software per i sondaggi online

    Persona che fa sondaggi online

    Credits Shutterstock

    Strumento completo e adatto a diverse esigenze, Qualtrics Core XM è un software per la creazione e l’inoltro dei sondaggi online affidabile e potente.

    Viene utilizzato da oltre 16 mila brand per via della sua grande flessibilità e delle funzionalità avanzate

    Consente di test A/B, inserire delle domande a risposta multipla di varia tipologia (oltre 100), di intervenire sull’aspetto grafico e di raggiungere il campione attraverso differenti canali, tra cui email, dispositivi mobili, siti web, social network, applicazioni, chatbot, assistenti vocali e molto altro ancora. Sono presenti dei modelli di sondaggio preconfigurati.

    I risultati vengono elaborati in maniera automatica e, grazie ad un sistema basato sull’intelligenza artificiale, si riescono ad individuare le risposte di scarsa qualità, analizzare quelle testuali e prevedere il comportamento dei propri clienti. 

    È un programma sicuro, perfetto sia per semplici questionari che per ricerche più complesse. È permessa la collaborazione con altri membri del proprio team e semplifica il processi decisionali grazie agli insight che vengono aggiornati in tempo reale e alla creazione di rapporti che possono essere condivisi in pochi secondi elaborando i dati in oltre 30 tipi di grafici ed esportandoli in programmi come Word e PowerPoint o nei formati più diffusi, come PDF, CSV e SPSS.

    La creazione di un campione è semplificata, grazie a numerose variabili di targhettizzazione, come geolocalizzazione, segmentazione dei clienti e comportamenti dei siti web. Per accedere alle funzionalità avanzate occorre sottoscrivere un abbonamento dopo una prova gratuita di 30 giorni.

  • 4. SoGoSurvey, sondaggi complessi in pochi passi

    Gestione dei sondaggi

    Credits Shutterstock

    SoGoSurvey, formalmente conosciuto come Sogolytics, permette di costruire dei sondaggi completi facilmente grazie alla sua interfaccia altamente intuitiva. Calcola le risposte in tempo reale, fornendo metriche ed insight immediatamente utilizzabili

    Si può ottenere gratuitamente la licenza base, la licenza per studenti e accademici e quella per le organizzazioni no profit. Un account base garantisce 100 email di invito e di risposta all’anno per indagine e sondaggi illimitati

    Le funzionalità base sono sufficienti per la creazione di sondaggi personalizzati. Consente la creazione di indagini multilingua, l’utilizzo di template pre-strutturati, l’inserimento di elementi come la barra di progressione o i bottoni per i social network, la personalizzazione dell’aspetto grafico e tanto altro ancora.

    Se si vuole accedere a quelle avanzate occorre sottoscrivere un abbonamento mensile che parte dai 25 dollari al mese. È possibile ottenere dieci giorni di prova gratuita senza dover inserire un metodo di pagamento.

  • 5. SurveyLegend, per creare sondaggi online gratuiti

    sondaggi

    Credits Shutterstock

    Altro tool per creare sondaggi online gratuiti, indagini e questionari è SurveyLegend. Con la modalità drag and drop si possono aggiungere contenuti velocemente su smartphone, tablet o su personal computer.

    L’obiettivo di SurveyLegend è quello di permettere all’utente di creare sondaggi coinvolgenti e divertenti, con elevati tassi di risposta, composti non solo da testo, ma anche da immagini, elementi multimediali e flussi logici. Il questionario può essere diviso in diverse categorie, o rami, che gli intervistati affrontano o saltano in base alle risposte precedenti.

    Ci sono più di 70 temi predefiniti tra cui scegliere o, in alternativa, il tool permette di aggiungere sfondi, immagini o di personalizzare i colori e ogni elemento dell’indagine per renderla riconoscibile e più coerente con il brand. 

    I sondaggi possono essere condivisi su Facebook, Twitter, LinkedIn, Pinterest o qualsiasi altro social media o incorporati sui siti web o blog. SurveyLegend restituisce in tempo reale un quadro delle risposte raccolte. I dati possono essere esportati in formato Excel o CSV o direttamente su Google Drive. La pagina di analisi può essere mostrata a clienti e colleghi tramite e-mail, SMS o social media.

  • 6. Zoho Survey, sondaggi online gratuiti in pochi minuti

    sondaggi

    Credits Shutterstock

    Con Zoho Survey si possono creare sondaggi online gratuiti in pochi minuti, visualizzando i risultati in tempo reale. Sono disponibili oltre 25 tipi di domande e tantissime funzionalità come la logica dell’esclusione. 

    Grazie ai temi personalizzabili di Zoho Survey, le indagini si possono adattare al brand, intervenendo su colori e immagini

    Il creatore può inviare il suo sondaggio ad una lista di partecipanti, ma qualora non avesse un campione a cui sottoporlo può affidarsi alla piattaforma e acquistare le risposte. Per ottenerle pertinenti e utili, occorre scegliere bene il segmento demografico che si preferisce.

  • 7. App di messaggistica istantanea: Telegram e WhatsApp

    Telegram

    Credits Natee Meepian / Shutterstock.com

    Per indagini rapide e poco complesse, si possono utilizzare due delle applicazioni di messaggistica istantanea più famose del mondo. Sia Telegram che WhatsApp hanno implementato funzionalità per la realizzazione di sondaggi.

    Se Telegram si possono inviare dei sondaggi nelle chat singole, di gruppo e nei canali. Si pone una domanda e si danno fino a dieci opzioni di risposta. Il voto può essere anonimo, le risposte possono essere multiple e si può attivare la modalità quiz.

    Su WhatsApp si può creare un sondaggio con una domanda e fino a dodici opzioni di risposta, che possono essere organizzate nel modo ritenuto più adatto dall’utente. I risultati si ottengono ogni qualvolta che un intervistato interagisce.

  • 8. Sondaggi sui social network

    sondaggi via chat

    Credits Shutterstock

    Su molti social network è possibile avviare dei sondaggi. Sono molto meno complessi e completi rispetto a quelli delle piattaforme appositamente realizzate per realizzare delle ricerche e delle indagini, ma sono utili per raccogliere dati in maniera veloce.

    Su Facebook le pagine di aziende ed organizzazioni possono creare dei sondaggi gratuiti, aggiungendo diverse opzioni di risposta. Si possono utilizzare contenuti testuali o multimediali, come immagini e video, e si può consentire ai membri di aggiungere altre risposte o di sceglierne più di una.

    Tutti gli utenti iscritti alla piattaforma possono realizzare dei sondaggi su Twitter, che siano pubblici, destinati solo al proprio Twitter Circle o ad una community. Si pone una domanda, si stabiliscono fino a quattro opzioni di risposta e si fissa la durata del sondaggio ( da pochi minuti ad un massimo di sette giorni).

    LinkedIn è tra i social che hanno attivato le funzionalità per la realizzazione di sondaggi

    Su LinkedIn occorre aggiungere una breve domanda (massimo 140 caratteri) e dalle due alle quattro opzioni di risposta (di massimo 30 caratteri). L’indagine può durare un giorno, tre giorni, sette giorni o ripetersi ogni due settimane. Non è consentito richiedere opinioni politiche, informazioni mediche o altri dati sensibili.

  • 9. Come incentivare la compilazione di un sondaggio online

    persona compila un sondaggio

    Credits Shutterstock

    Quando si crea un sondaggio l’obiettivo è quello di ricevere quante più risposte utili possibili. Il tasso di abbandono deve essere ridotto al minimo e ciò si può ottenere solo realizzando delle indagini accattivanti, semplici da compilare e stimolanti.

    Una strategia per ottenere incrementare la partecipazione può prevedere delle piccole ricompense per chi decide di dedicare del tempo al sondaggio e fornire delle risposte. Si può, ad esempio, rilasciare dei codici sconto, ebook e altro materiale o informazioni utili al target di destinazione.

A cura di Cultur-e
Anche Fastweb Plus ha il suo canale Whatsapp
Immagine principale del blocco
Anche Fastweb Plus ha il suo canale Whatsapp
Fda gratis svg
Seguici gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati. Leggi l'informativa