login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Smartphone bollente: come tenerlo al fresco d’estate

Ascolta l'articolo

Con ondate di calore sempre più frequenti e intense, saper gestire un cellulare rovente è cruciale. Come raffreddare lo smartphone ed evitare danni permanenti

smartphone bollente Shutterstock

Tra i devastanti effetti dovuti ai cambiamenti climatici ci sono ondate di calore che diventano sempre più acute e usuali. E mentre temperature pericolosamente alte si registrano in diverse parti del mondo, non sono solo gli esseri umani a doverne pagare le conseguenze. Anche i dispositivi elettronici, inclusi gli smartphone, sono suscettibili al surriscaldamento e ignorare questo problema potrebbe causare danni permanenti alla salute della batteria

In quanto consumatori abituali di tecnologia, è fondamentale essere al corrente dei metodi per proteggere il proprio cellulare rovente e assicurarsi che rimanga fresco sotto il sole, soprattutto quando si è in vacanza e magari non si presta attenzione a dove si lascia il device. In questo articolo, esploreremo i rischi di uno smartphone bollente insieme ad alcune tattiche per evitare che il nostro telefono diventi un pasticcio troppo cotto.

  • 1. Cause e sintomi di un cellulare rovente
    Cellulare rovente

    Shutterstock

    Per funzionare in modo ottimale, gli smartphone vanno tenuti a temperature comprese nell’intervallo tra 0 e 35 gradi Celsius. Scendere al di sotto o salire al di sopra di queste “soglie sicure” potrebbe portare a malfunzionamenti e al degrado della batteria a lungo termine. E sebbene oggi i cellulari siano dotati di protezioni interne atte a gestirne la temperatura, l'esposizione prolungata a temperature estreme può gravare irreparabilmente sull’hardware e sulle prestazioni del telefono.

    Ci sono volte in cui è del tutto normale che lo smartphone si surriscaldi. Se per esempio si utilizza per sessioni di gioco prolungate su app di gaming o per trascorrere ore ore su YouTube o Netflix a guardare contenuti in streaming, si sovraccaricano processore e unità di elaborazione grafica (GPU). 

    È bene sapere che i moderni smartphone utilizzano potenti batterie agli ioni di litio che rilasciano calore mentre generano elettricità. Per questo motivo, un po' di calore è normale, soprattutto quando si utilizza per periodi di tempo prolungati, si eseguono app ad alta intensità di risorse o si lasciano aperte tante app contemporaneamente o in background. 

    Ma anche e soprattutto i fattori ambientalicome il caldo o il freddo smisurati possono incidere sull’esaurimento precoce della batteria. E quando si respira aria d’estate bisogna cercare di evitare in tutti i modi di far diventare il cellulare rovente.

    Segnali di avvertimento che qualcosa non va sono lo schermo che diventa più scuro e addirittura talmente nero da essere illeggibile, la scarsa ricarica wireless, prestazioni eccessivamente lente o il flash della fotocamera malfunzionante. Non appena si osservano questi sintomi, significa che il dispositivo ha urgente bisogno di una pausa dal caldo.

    Quando lo smartphone è bollente, nel caso di iPhone, entra in modalità “emergenza” e invita l’utente ad adoperarsi per abbassare subito la temperatura. Questo è vero nonostante il dispositivo continui a funzionare per le chiamate di emergenza e la navigazione che però rimane attiva solo tramite il canale audio. 

    Questa è una testimonianza dell'ingegneria di Apple che l’iPhone può rimanere in qualche modo operativo anche quando cuoce sul cruscotto dell’auto. Ma non è assolutamente un escamotage dall’agire prontamente per risolvere il problema.

  • 2. Alcuni consigli per abbassare la temperatura del telefono
    Persona che raffredda smartphone

    Shutterstock

    Ma ora passiamo al dunque: come raffreddare uno smartphone bollente. Prima di tutto, se il cellulare mostra problemi di prestazioni o entra nella modalità di raffreddamento di emergenza, è bene spostarlo immediatamente in un luogo più fresco lontano dalla luce solare diretta. La cosa migliore sarebbe metterlo in un ambiente chiuso, ma se si è impossibilitati in questo senso, l’importante è trovare un po' di ombra e lasciare che il dispositivo si raffreddi naturalmente.

    Il secondo passo è dire addio alla custodia. Infatti, se è vero che le custodie protettive sono essenziali per salvaguardare lo smartphone dalle cadute accidentali e dalla sporcizia, allo stesso tempo sono in grado di intrappolare il calore. Quindi, se si nota che il cellulare è rovente, occorre prendere in considerazione la possibilità di rimuovere temporaneamente la cover per consentire un migliore flusso d'aria.

    Un’arma vincente per raffreddare lo smartphone è utilizzare un ventilatore o in alternativa il proprio respiro. Questo perché un flusso d'aria delicato e costante può aiutare in modo significativo a ridurre in fretta la temperatura del dispositivo. Non è una buona idea, invece, infilarlo in un frigorifero o congelatore che sia. Anzi può essere ancor più deleterio.

    La regola d'oro è evitare di cuocere lo smartphone. Può sembrare ovvio, ma molti utenti ancora trascurano questo fondamentale consiglio: mai lasciare il proprio cellulare in macchina o esposto direttamente al sole per periodi prolungati. L'interno di un'auto parcheggiata può raggiungere temperature sbalorditive, "cuocendo" letteralmente il telefono. E uno smartphone troppo cotto non è un risultato desiderabile per nessun appassionato di tecnologia.


    Per concludere, possiamo dire che aderendo all'intervallo di temperatura consigliato dai produttori, riconoscendo i sintomi di uno smartphone surriscaldato e utilizzando semplici soluzioni di raffreddamento, è piuttosto semplice assicurarsi che il proprio dispositivo mobile rimanga funzionante e che la batteria mantenga la sua salute per gli anni a venire. Quindi, la prossima volta che la colonnina di mercurio sale, ricordiamoci di mettere subito lo smartphone al fresco e lascialo prosperare anche nei giorni più caldi.

    Per saperne di piùLa guida completa agli smartphone

A cura di Cultur-e
Addestramento IA non consentito: É assolutamente vietato l’utilizzo del contenuto di questa pubblicazione, in qualsiasi forma o modalità, per addestrare sistemi e piattaforme di intelligenza artificiale generativa. I contenuti sono coperti da copyright.
TecnologicaMente
Quanto sai adattarti alle nuove tecnologie?
Immagine principale del blocco
Quanto sai adattarti alle nuove tecnologie?
Fda gratis svg
Scopri se sei un utilizzatore impulsivo ed entusiasta o preferisci avvicinarti alla tecnologia in maniera più calma, controllando prima che sia sicura
Fai il test gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.