login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo
ACCEDI CON MYFASTWEB

mostra
Non sei registrato? Crea un account
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.
Torna alla form di Login
Non sei registrato? Crea un account

La connessione 6G sempre più vicina, arriverà dal 2030

Ascolta l'articolo

Sono in corso lavori sugli standard 6G che potrebbero essere completati entro questo decennio. Ma non è ancora chiaro come sarà e come funzionerà

connessione 6g Shutterstock

Dopo centinaia di miliardi di dollari di investimenti nelle reti 5G, gli operatori hanno faticato a toccare con mano un ritorno economico, mentre la penetrazione tra i consumatori rimane bassa a livello globale.

 Tuttavia, i dirigenti di alcune delle più grandi aziende di telecomunicazioni e tecnologia del mondo hanno dichiarato che il 6G, la prossima generazione di Internet mobile dopo il 5G, potrebbe debuttare intorno al 2030.

Il governo tedesco erogherà circa 700 milioni di euro nei prossimi 3 anni per finanziare attività legate al 6G. L’UE ha destinato altri 900 milioni di euro fino al 2027. Anche Giappone e USA non restano a guardare con programmi di investimento per un totale di 4,5 miliardi di dollari.

Nell'ambito del Mobile World Congress 2023 Bosch ha annunciato la collaborazione con Nokia, oltre che di essere in prima linea in progetti e iniziative a livello internazionale per porre le basi del 6G. L’azienda tedesca giocherà un ruolo cruciale nelle consultazioni preliminari e nelle attività relative agli standard di comunicazione mobile futuri.

Il 5G promette innovazioni di ultima generazione, ma la penetrazione rimane bassa

Nel 2019, le compagnie di telefonia mobile in Cina, Corea del Sud e Stati Uniti hanno avviato l'implementazione del 5G: la quinta generazione di Internet mobile che promette prestazioni super-veloci. Nonostante ciò, l'adozione del 5G tra i consumatori è rimasta limitata. Secondo Strategy Analytics, solo uno su sette utilizza uno smartphone 5G in tutto il mondo.

Tuttavia, gli analisti sostengono che il vero potenziale per monetizzare il 5G potrebbe ancora essere in fase di sviluppo. Infatti, il 5G potrebbe sostenere tecnologie all'avanguardia, come auto senza conducente o aerotaxi senza pilota, grazie alla sua latenza inferiore rispetto al 4G.

Il futuro della tecnologia mobile ancora in bilico

Le reti di telecomunicazioni richiedono l'adozione di standard globali che definiscano il funzionamento della tecnologia e la sua interoperabilità a livello mondiale. Ma ciò richiede tempo e coinvolge molteplici attori dall'industria agli accademici alle organizzazioni di settore. Attualmente, gli sforzi sono rivolti allo sviluppo degli standard per il 6G attraverso organismi di definizione come il 3GPP, che ha contribuito anche allo sviluppo del 5G.

Mentre la ricerca sul 6G è in corso e parlarne ora potrebbe confondere i consumatori, i dirigenti delle telco ritengono sia importante concentrarsi sul 5G, poiché ci sono ancora progressi da fare. 

La maggior parte delle reti 5G attuali si basa ancora su attrezzature e tecnologie del 4G, mentre gli operatori stanno cercando di lanciare la tecnologia 5G standalone. Ci sono poi nuovi software che migliorano l'efficienza nella gestione del traffico dati. Il passo successivo potrebbe essere l’advanced 5G, per migliorare l'esperienza offerta da realtà aumentata e virtuale e supportare il volo dei droni.

Cosa sappiamo sul 6G

Non abbiamo un'idea precisa di come sarà il 6G. Tuttavia, gli operatori stanno iniziando a delineare le possibili caratteristiche, come una maggiore sicurezza informatica e funzionalità avanzate di intelligenza artificiale.

Si prevede che il 6G potrebbe agire “come un grande sensore" in grado di rilevare le dimensioni, la velocità e la direzione di un oggetto in movimento, aprendo la strada a nuove applicazioni come fabbriche automatizzate e veicoli autonomi.

Grazie al 6G i dati saranno trasmessi a velocità elevatissime, fino a un terabit al secondo, e una latenza minima, dell’ordine di circa 100 microsecondi. Valori incredibili considerando che il 5G è stato sviluppato per raggiungere velocità di punta di 20 Gbps.

A cura di Cultur-e
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati. Leggi l'informativa