login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo
ACCEDI CON MYFASTWEB

mostra
Non sei registrato? Crea un account
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.
Torna alla form di Login
Non sei registrato? Crea un account

Il nuovo mondo dopo l'AI, come cambia con ChatGPT e le altre tecnologie

Ascolta l'articolo

L'IA, come quella di ChatGPT, fa parte di un'ondata di tecnologia che sta già influenzando la società. Il nuovo rapporto di Stanford mostra come

Intelligenza Artificiale Shutterstock

Se l’intelligenza artificiale, almeno per ora, non padroneggia ogni aspetto della nostra vita, è talmente potente da generare testo e foto apparentemente organici controllando anche i reattori nucleari a fusione e progettando i chip per alimentare il proprio cervello di silicio.

L’AI Index Report dello Stanford Human-Centered Artificial Intelligence Institute, a cui ha lavorato un gruppo interdisciplinare di esperti di IA del mondo accademico e industriale, mostra quanto la tecnologia sia pervasiva: dalla sua cospicua impronta di carbonio, alla grande quantità di investimenti che affluiscono nel settore, a come diversi tipi di persone si relazionano con essa.

Il dilemma dell'IA generativa: tra rapidità di adozione, rischi etici e ambientali

Nel 2022 l'IA generativa ha fatto letteralmente irruzione nella conversazione e coscienza pubblica, ma è ancora incline a generare falsità e sciocchezze con una certa confidenza, nonostante la sua rapida adozione da parte di attori come Microsoft.

Le grandi quantità di potenza di calcolo necessarie al suo funzionamento hanno sollevato preoccupazioni circa le conseguenze sull’ambiente. Si pensi che l’allenamento di un’IA ha prodotto un'impronta di carbonio 25 volte più grande di quella di un viaggio aereo di sola andata New York-San Francisco.

Inoltre, i dati su cui viene addestrata possono restituire output distorti, come i bias di genere nei generatori text-to-image o l'induzione di scopi nefasti nei chatbot come ChatGPT. Un rimedio potrebbe essere addestrare l’IA su insiemi di dati più grandi con la messa a punto delle istruzioni. Tuttavia, i problemi e le controversie con la tecnologia stanno aumentando, di 26 volte rispetto al 2012.

Gli USA investono più della Cina, in aumento competenze e investimenti privati

Il report di Stanford rivela che gli Stati Uniti stanno diventando leader negli investimenti nell’AI superando nel 2022 circa 3,5 volte l'importo investito in Cina. Inoltre, la domanda di competenze AI è aumentata dal 2021 al 2022 in quasi tutti i settori dell'economia americana.

E mentre la tecnologia ha il potenziale per eliminare fino a 300 milioni di posti di lavoro a livello globale, la maggior parte degli utenti di GitHub Copilot ha riferito di sentirsi più produttivo durante l'utilizzo e di aver aumentato concentrazione e soddisfazione sul lavoro.

Al di là dei dollari di venture capital, anche la spesa pubblica sta stimolando il progresso del settore. Si stima che la spesa del governo degli Stati Uniti relativa all'IA sia aumentata in media del 52,5% dal 2017. Ma un'enorme fetta di denaro proviene ancora da investitori privati, che nonostante il calo di oltre il 26% dal 2021 al 2022 sono risultati 18 volte maggiori rispetto al 2013.

Il divario di genere nell'IA: uomini più entusiasti, donne più scettiche

Oltre a rivoluzionare il modo in cui le persone apprendono, la fiorente industria dell’IA ha anche spinto molte più persone a lavorare sul campo. Secondo il report, la percentuale di nuovi Ph.D in computer science specializzati in AI è balzata al 19,1% nel 2021, rispetto al 14,9% nel 2020 e al 10,2% nel 2010.

Ma gli uomini continuano a dominare quei ranghi, solo il 21,3% dei nuovi dottorati IA sono donne (+3,2% rispetto al 2011). Inoltre, un numero sempre maggiore di questi specialisti sta accettando posti di lavoro nel settore (65% nel 2021) invece che nel mondo accademico (circa il 28%), soprattutto in ragione dell’aumento dei finanziamenti privati.

Peraltro gli uomini sembrano più propensi delle donne ad affermare che l'IA rende le loro vite più facili, che si fidano delle aziende che utilizzano la tecnologia e che i vantaggi dell'IA superano i potenziali rischi. Il divario si accentua nella comprensione della tecnologia: il 65% degli uomini pensa di capirla bene rispetto al 53% delle donne.

Tra le maggiori preoccupazioni: automazione nel lavoro, privacy e disgregazione delle connessioni umane. Ma, i più entusiasti credono nel suo potenziale per migliorare le vite risparmiando tempo e creando maggiori efficienze.

Secondo molti la NLP (elaborazione del linguaggio naturale) dovrebbe essere regolamentata e l'IA potrebbe portare a un cambiamento sociale rivoluzionario.

Per saperne di piùChatGPT, cos'è, come funziona, a cosa serve, come usarla gratis

A cura di Cultur-e
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati. Leggi l'informativa