login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Humane AI Pin, cosa potrai fare con il nuovo dispositivo

Ascolta l'articolo

Humane AI Pin è il nuovo “anti-smartphone” della startup americana, un’alternativa all’idea si device mobile per come lo conosciamo oggi. Ecco che cosa sappiamo

Human AI PIN Human AI PIN

Solo pochi giorni fa Humane, la startup creata da Bethany Bongiorno e Imran Chaudhri (entrambi ex dipendenti di Apple) ha presentato il suo AI Pin, il primo “device AI da indossare”. 

Per chi non lo sapesse, si tratta di un wearable, senza schermo, che vorrebbe sostituire lo smartphone, appoggiandosi completamente a ChatGPT-4 e alle sue incredibili potenzialità.

Naturalmente, manca ancora qualche mese all’uscita e non è nemmeno chiaro se e quando arriverà nel nostro paese, tuttavia si tratta di una vera e propria rivoluzione che potrebbe rappresentare la prima valida alternativa al moderno concetto di smartphone.

Scopriamo cosa potrà fare Humane AI Pin.

Humane AI Pin, le funzionalità

Essendo basato sull’intelligenza artificiale, le potenzialità di Humane AI Pin sono incredibili e prescindono completamente da un display.

Ed è proprio questa la particolarità del device che sta ripensando completamente la user experience di un sistema mobile, riproponendola in un’ottica principalmente conversazionale. Del resto, avendo al suo interno un chatbot non potrebbe essere altrimenti.

La prima e più curiosa funzionalità di questo device, allora, è proprio quella di poter conversare con esso e ricevere risposte vocali (dall’altoparlante integrato o tramite auricolari Bluetooth) a ogni domanda posta.

Si tratta indubbiamente di una nuova modalità di “interrogazione” del web che per la prima volta passa dal visuale al conversazionale, ma non solo. Tutte le modalità di interazione tra uomo e device avvengono in questo modo, amplificando a dismisura l’idea di un “dialogo” ancora più diretto con la propria tecnologia.

In poche parole, quindi, Humane AI Pin prende l’idea di assistente vocale e la porta al livello successivo.

Oltre a questo, non bisogna nemmeno trascurare l’idea del proiettore che può riprodurre sulla mano degli utenti alcune informazioni. Certo, non si può parlare di un vero e proprio display, ma comunque rappresenta una bella trovata.

Oltretutto da questa “proiezione” di contenuti, si sviluppano anche altre modalità di utilizzo che permetteranno all’utente di sfruttare l’immagine proiettata come se fosse quella di un display (ma con le dovute eccezioni, naturalmente). 

 Tra le caratteristiche più interessanti di questo device “anti-smartphone” la possibilità di diventare una vera e propria body-cam in grado di assistere l’utente e accompagnarlo in tutte quelle attività quotidiane e, se servisse, anche per intervenire in caso di bisogno.

In caso di malori, ad esempio, Humane AI Pin potrebbe chiamare aiuto oppure inviare la sua posizione per essere raggiunto dai soccorsi. Potrebbe diventare anche una dash-cam da utilizzare per riprendere eventuali incidenti in auto e, in casi estremi, chiamare le forze dell’ordine. 

E ancora, il dispositivo di Humane può essere anche un valido aiuto per la traduzione in tempo reale, simulando la modalità conversazione già vista su Google Traduttore, ad esempio, e aiutando due persone a dialogare in lingue diverse.

Essendoci a bordo anche una fotocamera (anch’essa potenziata da ChatGPT-4) il device è anche in grado di fornire informazioni su ciò che viene inquadrato. Al momento l’utilizzo riguarda una sorta di “modalità alimentare” che aiuta l’utente a riconoscere gli alimenti e a dare informazioni sui valori nutrizionali ma, in futuro, l’azienda potrebbe espandere notevolmente le potenzialità di questa caratteristica.

Infine, sempre grazie alla fotocamera AI (coadiuvata anche dai sensori a bordo del device) questo strumento è in grado anche di percepire ciò che lo circonda, adattandosi al contesto e adattando, naturalmente, le sue funzionalità.

Ad esempio, per chi ascolta musica in un ambiente molto rumoroso, Humane AI Pin può adattare i volumi oppure i contenuti in riproduzione, così da essere più coerenti con la situazione.

Humane AI Pin, prezzo e disponibilità

Humane AI Pin arriverà sul mercato all’inizio del 2024 ma ancora non sappiamo se un prodotto del genere verrà mai esportato al di fuori degli Stati Uniti.

Sappiamo che il prezzo sarà di 699 dollari con incluso un caricabatterie e due batterie facilmente intercambiabili. 

Oltre a questo, per utilizzare il device bisognerà sottoscrivere un abbonamento da 24 dollari al mese, questo comprende un numero di telefono con dati mobili (tramite T-Mobile), alcuni GB di spazio cloud per archiviare foto e video le funzionalità di ChatGPT-4.

A cura di Cultur-e
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Immagine principale del blocco
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Fda gratis svg
Iscriviti al canale gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.