login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

GPT-4, come utilizzarlo gratis

Ascolta l'articolo

Il modello GPT-4 non è prerogativa assoluta di ChatGPT. Esistono infatti tante alternative gratis al tool di OpenAI, come ad esempio Bing, Perplexity e Merlyn

GPT-4 Modello AI Ebru-Omer/Shutterstock

ChatGPT 4 (talvolta scritto ChatGPT4) è l’ultimo aggiornamento del chatbot OpenAI che utilizza il GPT-4, ed è senza ombra di dubbio lo strumento più efficace per testare le potenzialità di un nuovo e rivoluzionario modello linguistico.

Il limite di questa soluzione è che richiede necessariamente di abbonarsi a ChatGPT Plus: il piano a pagamento che permette di testare in anticipo le funzionalità più recenti del tool OpenAI. 

Per fortuna però esistono tante alternative gratis: strumenti, estensioni browser e addirittura siti Internet che permettono di godere dei vantaggi dell’intelligenza artificiale generativa senza versare neanche un centesimo. 

Da Bing a Perplexity, passando per Merlyn, Nat.dev e Hugging Face. Software che garantiscono l’utilizzo gratuito del GPT-4. Ma che presentano anche qualche limitazione: sia in termini di operatività che di funzioni disponibili. 

  • 1. Cosa sono rispettivamente ChatGPT e GPT-4
    Chat GPT

    rarrarorro/Shutterstock

    Gli utenti alle prime armi col mondo dell’intelligenza artificiale generativa, probabilmente non sanno che esistono diversi modi per usufruire gratis del GPT-4: il modello linguistico alla base del celebre tool ChatGPT. 

    Prima ancora di entrare nel merito delle alternative a ChatGPT, è sicuramente utile fare chiarezza sulla corretta terminologia da utilizzare. Anche perché non tutti conoscono la differenza tra ChatGPT 4 e GPT-4.

    Quando si parla di ChatGPT 4 o ChatGPT4 si fa riferimento al quarto major update dello strumento realizzato da OpenAI. Un chatbot in grado di interpretare le richieste dell’essere umano e rispondere con azioni specifiche. 

    GPT-4 è invece la sigla utilizzata per fare riferimento alla quarta generazione di un modello linguistico multimodale. In entrambi i casi l’acronimo GPT sta per Generative Pre-Trained: un algoritmo in grado di creare o generare contenuti inediti, a partire da input noti col nome di prompt. 

  • 2. Quali sono le principali alternative a ChatGPT 4
    Open AI

    Ascannio/Shutterstock

    Come anticipato in precedenza, ChatGPT 4 è sicuramente lo strumento più noto che permette di utilizzare l’ultima generazione di GPT. Ma non è certamente l’unico. 

    Una prima valida alternativa è sicuramente Bing Chat, il chatbot sviluppato da Microsoft (che parallelamente ha iniziato a collaborare proprio con OpenAI). 

    Al momento della scrittura di questo articolo, Bing Chat AI utilizzava proprio il modello di linguaggio GPT-4, ma non solo. A differenza di ChatGPT 4 infatti, Bing può essere testato gratuitamente. A patto che non si superi il limite di 300 chat quotidiane

    La collaborazione tra OpenAI e Microsoft ha fatto sì che Bing integrasse anche le capacità di DALL-E: un altro tool di intelligenza artificiale generativa, specializzato nella conversione di input testuali in immagini

    Un altro strumento AI che permette di usufruire gratis del GPT-4 è Perplexity: un motore di ricerca molto promettente, che ha già convinto a investire stakeholder del calibro di Amazon e Shopify

    La sfida di Perplexity è molto ambiziosa: ridurre le attività di collegamento a siti esterni e sintesi di contenuti già esistenti, per aumentare la quantità di risposte dirette alle domande dell’utente. 

    Perplexity può essere utilizzato in modalità freemium: da una parte la versione base, dall’altra l’abbonamento Pro, che sblocca funzionalità avanzate. In entrambi i casi, al momento della scrittura di questo articolo, il modello linguistico a disposizione dell’utente era il GPT-4.

    Per sbloccare il GPT-4 sulla versione gratis di Perplexity, bisogna selezionare la modalità di nome Copilota. Restano comunque dei limiti: sia per quanto riguarda le potenzialità di GPT-4 disponibili. Sia per quanto riguarda le opportunità di utilizzo del tool

    L’utente infatti non può andare oltre le cinque domande ogni quattro ore. L’abbonamento Pro annulla tutte le limitazioni di cui sopra, aumentando le funzioni disponibili e sbloccando anche l’utilizzo del modello Claude 2.

  • 3. Altri modi per utilizzare il GPT-4 gratis
    Intelligenza Artificiale

    SomYuZu/Shutterstock

    Questo breve viaggio tra le migliori alternative gratuite a ChatGPT 4 prosegue con Merlyn: l’intelligenza artificiale generativa che chiama in causa nientemeno che il celebre mago Merlino. 

    Il principale vantaggio di Merlyn è la facilità di utilizzo, considerato che è possibile utilizzare il tool come estensione del browser Google Chrome

    Per installarlo dunque è sufficiente visitare il Chrome Web Store ed effettuare una ricerca utilizzando la parola chiave “Merlyn”. A questo punto non resta che fare clic sulla voce di nome Aggiungi.

    Il limite numero uno è l’esiguo numero di prompt o richieste a disposizione dell’utente. Le domande gratuite che l’utente può fare a GPT-4 ogni giorno sono infatti soltanto tre

    Un altro strumento di AI che permette accesso al GPT-4 è Nat.dev: un tool sviluppato da Open Playground, che offre diversi modelli e parametri tra cui scegliere. 

    Anche se gli utenti meno avvezzi a questo genere di software farebbero bene a fare domande senza modificare i parametri predefiniti, in modo da non rischiare di compromettere l’esperienza di utilizzo. 

    Il principale vantaggio di Nat.dev è che permette di usare il modello GPT-4 gratis. Il limite più sentito dagli utenti sono le prestazioni: il tool infatti impiega molto tempo per rispondere anche a domande apparentemente semplici. 

    Infine spazio a Hugging Face, che presenta qualche differenza rispetto agli altri nomi fatti fino a qui. Hugging Face è un sito web creato proprio per l’apprendimento automatico. Uno spazio open source, in cui migliaia di utenti, sviluppatori e non, contribuiscono alla crescita di un’intelligenza artificiale

    Per utilizzare Hugging Face è sufficiente accedere e registrarsi. O in alternativa accedere al sito con un account Google. Al momento di scrittura dell’articolo, il portale presenta diverse limitazioni

    Da una parte la lentezza considerevole, che talvolta si trasforma in incapacità di rispondere a una domanda dell’utente. Dall’altra una problematica che porta all’interruzione del servizio. E alla richiesta di inserimento di una chiave API ChatGPT.

    Per saperne di più:

A cura di Cultur-e
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Immagine principale del blocco
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Fda gratis svg
Iscriviti al canale gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.