login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo
ACCEDI CON MYFASTWEB

mostra
Non sei registrato? Crea un account
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.
Torna alla form di Login
Non sei registrato? Crea un account

Malware di Android, come evitarli

Ascolta l'articolo

Come individuare app sicure all’interno di store digitali affidabili, in modo da evitare i malware di Android. Prestando attenzione soprattutto alle app pirata

Malware Android rafapress/Shutterstock

I primi consigli utili per evitare i malware su Android riguardano la scelta degli store più affidabili da cui scaricare, per poi passare all’aggiornamento delle app e l’attivazione degli aggiornamenti automatici

Android è un sistema operativo mobile performante, stabile e tendenzialmente sicuro, ma esistono comunque minacce in grado di comprometterlo, col rischio di generare un doppio problema all’utente. 

Da una parte la semplice proliferazione di programmi malevoli nel device, che potrebbe subire danni più o meno gravi. Dall’altra la possibilità che un malintenzionato acceda a dati sensibili e informazioni private

Il modo più facile per abbassare il rischio di malware consiste nello scaricare esclusivamente da Google Play Store e, in ogni caso, è molto importante prestare massima attenzione ai download. 

  • 1. Perché conviene scaricare app da Google Play Store
    Google Play Store

    rafapress/Shutterstock

    Il primo consiglio da seguire per evitare i malware su Android ha a che fare con le app e i software installati su dispositivo mobile che dovrebbero provenire esclusivamente da canali ufficiali

    Google Play Store è il negozio online proprietario di Android. Ed è il luogo più sicuro in cui scaricare programmi, senza correre il rischio di incappare in malware di vario genere. 

    Il Play Store viene monitorato costantemente dal team di Google, con l’obiettivo di eliminare il maggior numero possibile di app potenzialmente dannose. 

    A partire da quelle che rischiano di diffondere malware nel dispositivo dell’utente e fino ad arrivare a quelle che richiedono autorizzazioni eccessive. Creando dunque potenziali rischi a livello di privacy online. 

    Purtroppo però non sempre è possibile scaricare app Android esclusivamente dal Play Store. Basti pensare a quei programmi che non possono essere scaricati in determinati Paesi, per questioni di censura o di distribuzione. 

    La pratica del sideload è generalmente sconsigliata, proprio perché espone il dispositivo ai malware. Per questo, prima di eseguire il sideload, è fondamentale appurare l’attendibilità della fonte

    L’ideale in questo senso sarebbe selezionare una pagina web, un sito o un APK che verifica i software dal punto di vista della sicurezza informatica. Esattamente come avviene per le app di Google Play Store. 

  • 2. Come scegliere app a prova di malware Android
    Virus Smartphone

    MMD Creative/Shutterstock

    Una volta fatta luce sulle fonti e i luoghi deputati per il download di software mobile, è possibile spostare il fuoco sulle app, sempre con l’obiettivo di ridurre al minimo il rischio di imbattersi in malware per Android. 

    Il consiglio di base resta lo stesso di cui sopra: prediligere le app ufficiali, che generalmente vengono posizionate all’interno degli store ufficiali

    In altre parole, scaricando esclusivamente software sviluppati da Google o dai produttori di smartphone i rischi di sicurezza informatica diventano quasi irrisori.

    Le cose cambiano nel momento in cui si passa alle app sviluppate da terze parti. Ma anche qui non bisogna fare di tutta l’erba un fascio, perché esistono altri app store sicuri tanto quanto quello di Google.

    Ma anche perché esistono strategie che permettono di verificare l’attendibilità di uno sviluppatore apparentemente sconosciuto. Si pensi in tal senso alle recensioni o ai feedback lasciati dagli altri utenti. 

    Nel caso in cui non sia possibile ottenere informazioni preliminari, è consigliabile evitare il download. O, in caso contrario, è importante essere consapevoli del rischio

    Infine andrebbero evitate sempre e comunque le app piratate. A partire dai cloni di app famose, fino ad arrivare alle cosiddette versioni craccate: copie realizzate rompendo il sistema di sicurezza dell’originale.

    Le app piratate innanzitutto sono illegali. In altre parole, l’utente che le scarica commette un reato. E rischia di incappare in sanzioni più o meno pesanti

    Inoltre le app piratate sono quelle in assoluto più rischiose dal punto di vista della sicurezza informatica. Scaricandole ci si espone a malware Android, ma anche al furto di informazioni sensibili. Con il rischio di ritrovarsi coinvolti in furti di identità. O di subire ricatti da parte dei malintenzionati del web. 

  • 3. Altri consigli per evitare i malware di Android
    Aggiornamenti Android

    TY Lim/Shutterstock

    In conclusione, spazio ad ulteriori accortezze che possono rivelarsi decisive. Ad esempio a quelle piccole attenzioni che permettono di evitare quei malware Android in luoghi apparentemente sicuri. 

    Si pensi in tal senso a quelle (poche) app che riescono a sfuggire ai controlli del Google Play Store. È il caso di una celebre replica di WhatsApp, scaricata milioni di volte da utenti inconsapevoli. 

    Questa app era simile in tutto e per tutto al WhatsApp originale. Ma era comunque possibile individuare dei segnali di allarme osservando con attenzione tutto il materiale informativo. 

    Per questo motivo è sempre consigliabile leggere tutte le informazioni disponibili: a partire dalla descrizione del prodotto e fino ad arrivare alle autorizzazioni richieste all’utente. 

    Soprattutto queste ultime spesso tradiscono intenzioni non limpide da parte degli sviluppatori. Purtroppo non esistono regole universalmente valide da seguire. Ma è sempre bene preferire le app che richiedono poche autorizzazioni all’utente o che perlomeno richiedono autorizzazioni in linea col tipo di software sviluppato. 

    Infine un’ultima pratica di buon senso, che non si lega direttamente alla scelta dei software, quanto piuttosto alla manutenzione del dispositivo

    Per abbassare il rischio di malware Android, è consigliabile eseguire costantemente l’aggiornamento delle app scaricate e, più in generale, lasciare sempre attivi gli aggiornamenti automatici

    Gli aggiornamenti automatici sono di vitale importanza anche quando non implementano prestazioni o funzionalità del dispositivo. Servono infatti a risolvere eventuali bug o falle di sicurezza dei software. 

    Inoltre aggiornamento app e aggiornamenti automatici permettono ai programmi di alimentare i database dei malware: liste di programmi malevoli, che permettono agli sviluppatori di proteggere l’utenza con le contromisure del caso.

    Per saperne di più: 

A cura di Cultur-e
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati. Leggi l'informativa