Se recentemente Meta ha presentato Meta Quest Pro, il primo visore pensato appositamente per il Metaverso, Apple non sta a guardare. Ecco la grande novità 2023 del colosso di Cupertino: un mixed-reality headset che si aggirerà tra i 2.000 e 3.000 dollari. Un prodotto di fascia alta che includerà un chip M2 di livello Mac, più di 10 fotocamere posizionate all'esterno e all'interno del dispositivo e la più alta risoluzione display per un visore di questo tipo.

La creazione di un metaverso Apple, un mondo 3D virtuale ricco di servizi, è la naturale conseguenza del visore per la realtà mista. Le ultime indiscrezioni parlano di un simil-metaverso che accoglierà idealmente tutti gli utenti che punteranno sull'imminente indossabile della società, che starebbe continuando a investire sul segmento con nuove assunzioni per lavorare a molteplici altri dispositivi di realtà virtuale, aumentata o mista in programma da qui ai prossimi anni.

Il nuovo visore per la mixed reality

Non c'è ancora niente di ufficiale, ma i rumors si fanno sempre più insistenti. Qualcosa di sostanzioso bolle in pentola dalle parti di Cupertino. Le voci posizionano il debutto della prima costosa ed evoluta versione di visore per la realtà mista già per la prossima primavera, con un lancio ipotetico a metà anno. Come da tradizione Apple, l'hardware deve andare a braccetto con una parte software solida e ottimizzata ad hoc. Non stupiscono dunque le indiscrezioni su un intero ecosistema di servizi per la realtà mista.

Non sarà un dispositivo isolato, quanto il primo di una serie di indossabili che riguardano anche occhiali e visori più economici. Il dispositivo girerà su un nuovo sistema operativo denominato reality OS, che includerà versioni di realtà mista delle principali app Apple come Messaggi, FaceTime e Mappe. La prima versione del sistema operativo, nome in codice Oak, si sta concludendo internamente e dovrebbe essere pronta per il nuovo hardware il prossimo anno.

Il simil-metaverso di Apple

Come anticipato da Mark Gurman di Bloomberg, Apple starebbe allestendo un mondo virtuale dove muoversi quando si indossano i visori per accedere a servizi che vanno dalla produttività allo svago. 

A testimonianza dell'anticipazione, vengono riportate ricerche di lavoro di sviluppatori e ingegneri specializzati nella realtà mista, virtuale e aumentata, così da predisporre uno spazio da esplorare che però è verosimile immaginare non si chiamerà metaverso né sarà simile a quello mostrato da Meta. 

Alcuni annunci di lavoro indicano che Apple sta cercando di rafforzare il visore con contenuti digitali. D'altra parte il numero uno di Apple, Tim Cook, ha dichiarato in un'intervista che la tecnologia di realtà virtuale sia “Qualcosa in cui puoi davvero immergerti. E questo può essere sfruttato pienamente, ma non credo che si voglia vivere tutta la tua vita in quel modo: è più qualcosa per periodi prestabiliti”. Insomma, oltre al dispositivo c'è molta curiosità su come Apple declinerà questa nuova frontiera.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb