login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Niente Apple Intelligence in Europa, i motivi del dietrofront

Ascolta l'articolo

Apple Intelligence sembrava pronta a sbarcare in tutto il mondo nei prossimi mesi, ma in Europa arriva lo stop all’AI del colosso di Cupertino: le motivazioni

Apple Intelligence Muhammad Alimaki / Shutterstock.com

Nelle scorse settimane Apple ha annunciato delle novità estremamente importanti per tutti i possessori di iPhone. Non solo l’attesissimo aggiornamento del sistema operativo, il più grande degli ultimi tempi stando alle prime indiscrezioni e alle nuove funzionalità illustrate, ma anche l’introduzione di Apple Intelligence, una funzione AI che renderà tutti gli iPhone e i dispositivi del brand particolarmente performanti e idonei a supportare gli utenti nello svolgimento di tantissime novità.

Un’attesa crescente, quella per l’AI del brand, che tuttavia sarà disillusa, almeno per gli utenti che vivono in Europa. Nei giorni scorsi l’azienda ha annunciato un inaspettato dietrofront: Apple Intelligence non sarà lanciato nei Paesi Europei, almeno in un primo momento. Le motivazioni sono legate alla nuova legislazione UE in materia di tutela della privacy e di gestione dell’intelligenza artificiale.

Apple Intelligence, stop in Europa a causa del DMA

Inutile negarlo, Apple Intelligence era estremamente atteso, forse più del nuovo sistema operativo iOS 18, da tutti gli utenti del mondo, compresi quelli europei. Quest’ultimi dovranno rinunciare a soddisfare la loro curiosità, almeno nell’immediato. 

La recente legislazione europea, in particolare il Digital Markets Act (DMA), approvato lo scorso marzo dai paesi membri dell’UE, sembrerebbe essere un ostacolo particolarmente difficile da superare per l’azienda di Cupertino.

Uno dei requisiti richiesti dal DMA è l’interoperabilità, ossia la compatibilità di software e funzionalità con più sistemi operativi e con hardware differenti in modo da consentire ai consumatori di poter passare facilmente da un dispositivo di un’azienda a quello di un’altra con estrema facilità, senza complicazioni di alcun genere.

Apple sta opponendo resistenza, affermando che questo principio potrebbe mettere a rischio una grande quantità di dati e, di conseguenza, ledere la privacy degli utenti che utilizzano i dispositivi del brand. In altre parole, il colosso di Cupertino non vuole cedere su questo punto.

Ciò significa ritardare il rilascio non solo di Apple Intelligence, ma anche altre funzionalità come SharePlay e iPhone Mirroring.

Apple Intelligence in Europa, quanto tempo ci vorrà per il rilascio

In una nota rilasciata al Financial Time, Apple ha espresso delle dichiarazioni ufficiali sul lancio di Apple Intelligence, previsto già per il prossimo autunno sui dispositivi compatibili.

Il portavoce dell’azienda ha fatto sapere che a causa del Digital Markets Act non si ritiene possibile il rilascio di Apple Intelligence e di altre due funzionalità agli utenti Apple in Europa. Più specificatamente, è certo che alcune funzioni legate ad Apple Intelligence non vedranno la luce in UE almeno fino al 2025.

I Tech-Quiz di Mister Plus

0/ 0
Risposte corrette
0' 0"
Tempo impiegato
Vai alla classifica

Queste problematiche non andranno ad intaccare il lancio di iOS 18. L’aggiornamento approderà su tutti i dispositivi Apple compatibili, probabilmente ad ottobre con il lancio dei nuovi iPhone.

Per saperne di più: 

A cura di Cultur-e
Addestramento IA non consentito: É assolutamente vietato l’utilizzo del contenuto di questa pubblicazione, in qualsiasi forma o modalità, per addestrare sistemi e piattaforme di intelligenza artificiale generativa. I contenuti sono coperti da copyright.
Fda
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.