Tumblr

La netiquette su Tumblr

Dalle Fanmail ai provocatori, ecco come ci si deve comportare sulla piattaforma di micro-blogging acquistata da Yahoo!
La netiquette su Tumblr FASTWEB S.p.A.

 Anche il web ha le sue regole di bon-ton. Così come a tavola si deve stare seduti in un certo modo e utilizzare la forchetta o il coltello giusto al momento giusto, anche sul web si dovrebbero seguire delle regole di comportamento, scritte e non scritte, affinché gli spazi pubblici virtuali non degenerino in una Babilonia. Oggi che la Rete ricopre un ruolo sempre più importante nella vita di tutti i giorni, la netiquette (crasi delle parole net, rete, e etiquette, etichetta) diviene un aspetto fondamentale del vivere civile.

 

Tumblr su tablet

 

Tumblr, come ogni altro social network, non fa eccezione. Chi intende ritagliarsi un proprio spazio sul portale di micro-blogging acquistato da Yahoo! deve seguire regole di comportamento ben precise, onde evitare di finire ben presto emarginati dal resto della community.

Follower e Following

Oltre ad essere una piattaforma di micro-blogging, Tumblr è in tutto e per tutto un social network. Nasce, quindi, con lo scopo di far conoscere persone e di permettere l'interazione tra gli utenti. Qualcuno, però, potrebbe utilizzare Tumblr come valvola di sfogo o una sorta di “Zibaldone” digitale dove riversare tutti i propri pensieri.

Per questo, anche se si tratta di uno dei vostri migliori amici, non insistete per ottenere l'url del blog: se l'autore non vuole diffonderlo, avrà sicuramente un buon motivo. Ad esempio, vuole tenere su due piani separati i rapporti “reale” da quelli “virtuali” di Tumblr o, ancora, poter scrivere liberamente tutto ciò che gli passa per la mente, senza risparmiare critiche a nulla e nessuno. In questo caso la netiquette vi impone di rispettare le scelte altrui e non essere troppo insistenti.

Tag

Come accade praticamente in ogni social network, anche su Tumblr possono essere utilizzati i tag per etichettare e rintracciare argomenti di interesse. È buona norma, dunque, inserire uno o più tag al termine del proprio post per renderlo più facilmente rintracciabile dagli altri utenti di Tumblr. Se, ad esempio, si scrive un piccolo intervento sul campionato di calcio italiano, la netiquette vorrebbe che lo taggaste, ad esempio, con #SerieA #calcio #campionato. In questo modo chiunque sia interessato al calcio potrà trovare la vostra opinione senza troppa fatica.

 

Uso dei tag in Tumblr

 

I tag, però, possono avere anche un'altra funzione, altrettanto importante. Servono ad avvertire gli altri utenti su contenuto potenzialmente “pericoloso” o se nel post siano ci siano anticipazioni su serie televisive o film appena usciti (i cosiddetti spoiler).

Fanmail messaggi

Tumblr mette a disposizione di tutti i suoi iscritti la funzione Fanmail, che permette di inviare domande e ricevere risposte quasi in maniera facile e veloce. Le risposte, inoltre, possono essere date anche in forma pubblica, permettendo così ad altri lettori di conoscere lo scambio di battute. Molti utenti sono soliti scrivere nella propria biografia “La mia Fanmail è sempre aperta”, così da invogliare i lettori a porre domande.

 

Come inviare Fanmail

 

Nel caso in cui rientraste in questa categoria, ricordate sempre di rispondere, ne va della vostra reputazione. E della netiquette, naturalmente.

Post personali

Come accennato, potrebbe capitare che alcuni utenti utilizzino le pagine di Tumblr per raccontare fatti strettamente personali. Non tutti, naturalmente, possono essere interessati a leggerlo. Per questo la netiquette vuole che in questi casi si utilizzino tag come #personale o #postpersonale. Sarebbe buona norma, inoltre, inserire un'interruzione di pagina (l'iconcina cerchiata in rosso nell'immagine) dopo le primissime righe del post.

 

Interruzione di linea in Tumblr

 

Così facendo solamente chi è realmente interessato procederà con la lettura, mentre gli altri potranno proseguire oltre.

Bulli e provocatori

Nel mare magnum di iscritti di Tumblr è probabile incontrare, prima o poi, qualche bullo o qualche provocatore. Molti, ad esempio, creano dei falsi account con il solo scopo di provocare gli altri utenti e far perdere loro le staffe. I bulletti virtuali, invece, tentano di intimidire gli altri utenti inviando loro messaggi privati tutt'altro che amichevoli. Se si dovesse essere vittima di provocatori o bulli bisogna, prima di tutto, ignorarli. Rispondendo alle loro provocazioni, infatti, si finirebbe con il fare il loro gioco, dando loro la possibilità di continuare a insultare o provocare.

Seguendo le indicazioni della netiquette, inoltre, è buona norma segnalare questi utenti all'indirizzo di posta elettronica support@tumblr.com, così che i gestori della piattaforma possano adottare provvedimenti adeguati.

 

14 dicembre 2013

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail