mac usato

Mac usato, tutto quello che devi controllare prima dell'acquisto

Se hai deciso di comprare un Mac usato ci sono alcuni fattori da valutare: ecco quali
Mac usato, tutto quello che devi controllare prima dell'acquisto FASTWEB S.p.A.

Acquistare un Mac usato può essere un'ottima strategia per risparmiare, godendo comunque di una macchina ancora valida e performante. Ovviamente però, prima di togliere dalla tasca il portafoglio è necessario effettuare alcuni controlli, in modo da verificare che tutto funzioni correttamente ed essere sicuri di ciò per cui si sta per pagare. Per essere certi della genuinità e della validità dell'acquisto, è necessario conoscere ciò che si vuole comprare in modo da poterne individuare immediatamente difetti o punti deboli. In più, alcuni programmi caricati su una chiavetta USB e tenuti a portata di mano al momento giusto possono aiutare a fare la differenza.

Mac usato: uno sguardo all'aspetto fisico

mac usatoSembrerà scontato ma non lo è: un computer in buone condizioni all'interno deve esserlo anche all'esterno. Segni di urti, ammaccature, crepature nello chassis non fanno altro che mettere in luce la possibilità che il laptop abbia potuto subire danni interni. Ecco perché tutti i difetti fisici esterni vanno valutati attentamente prima di mettere mano al portafogli. Benché i nuovi Mac siano più resistenti dei primi modelli, meglio non rischiare.

Lo stesso sguardo attento, poi, dovrebbe posarsi sugli angoli: se si sospettano ammaccature o si riscontrano aree non uniformi, il laptop potrebbe essere scivolato di mano al suo possessore finendo contro una superficie dura. Poi è la volta dello schermo. Basta alzare il coperchio per verificare eventuali imperfezioni o danni. Graffi, crepe, scheggiature o vetro che si alza rispetto alla base: sono tutte bandierine rosse che dovrebbero mettere in guardia sullo stato di salute del Mac in esame.

Anche le porte presenti sui lati del computer devono apparire intatte, mentre quella dedicata all'alimentatore non deve riportare macchie scure, segno di sbalzi di corrente che potrebbero aver danneggiato irreparabilmente la scheda madre.

Proprio il MagSafe, poi, deve essere oggetto di analisi. Infatti, segni di danneggiamento o urti potrebbero nascondere la presenza di qualche difetto fisico. In particolare, meglio osservare lo stato del cavo, in particolare nel punto di attacco al connettore. È un punto piuttosto delicato e, purtroppo, soggetto a usura: ovvero un ottimo campanello di allarme per la sua salute.

Mac usato: check up con Apple Diagnostics

Con Apple Diagnostics, il tool della Mela di Cupertino, è possibile effettuare un check up dell'hardware in fase di avvio del sistema operativo. Sono ormai lontani i tempi in cui per avviare Apple Hardware Test, questo il nome posseduto fino al 2013, bisognava inserire un DVD nel computer. Infatti, adesso - o meglio dal 2013 in poi - basta tenere premuto il tasto D sulla tastiera durante l'accensione del laptop. In questo modo lo strumento lancerà in automatico alcuni test, fornendo a schermo i risultati.

Ovviamente, questi devono fornire tutti un riscontro positivo, mentre l'unico che potrebbe non andare bene - ed è accettabile - è quello della capacità di carica della fonte di energia, ovvero se il Mac è collegato o meno alla corrente. Ovviamente, il discorso è valido se non è effettivamente collegato alla presa elettrica.

Mac usato: schermo e pixel, funziona tutto?

mac usatoLo schermo una parte fondamentale di ogni computer, quindi anche quando ci si trova ad acquistare un Mac usato vale la pena effettuare qualche test per evitare brutte sorprese. In questo caso, un rapido controllo sul corretto funzionamento e sui pixel è quello che serve per avere una panoramica completa sul monitor integrato del portatile di casa Apple.

Una volta verificato che lo schermo si accende correttamente, bisogna dunque passare ai pixel e verificare se sono definitivamente neri o bloccati in modo da rimanere sempre accese. Per effettuare tutte le verifiche del caso si possono utilizzare alcuni piccoli programmi, in molti casi disponibili anche in versione stand alone, che consentono di effettuare il check di tutti i punti dello schermo.

Come funzionano questi programmi? Dall'interfaccia è possibile sezionare i canali rosso, verde, blu, bianco e nero. A ogni selezione lo schermo cambierà colore in accordo con la scelta. In questo modo sarà possibile riconoscere subito quali sono i pixel funzionanti e quali quelli corrotti. È inoltre utile verificare che non vi siano problemi di retroilluminazione, o bagliori luminosi intorno alla cornice dello schermo, segni di problemi che potrebbero evolvere o nascondere danni alle lampade interne.

Mac usato: a che punto è l'hard disk?

L'hard disk, o meglio ancora il disco a stato solido o SSD, è la memoria del Mac come di qualsiasi computer. Con l'utilizzo effettuato nel tempo, le scritture e le cancellazioni sui suoi settori lo indeboliscono diminuendone la capacità e le performance. Meglio dunque buttarci un occhio e verificarne l'usura.

Anche in questo caso sono molti i programmi che permettono di avere tutte le informazioni sul disco di memoria per una valutazione corretta del tutto. Tra gli indicatori da tenere in considerazione, su tutti spicca quello relativo alla salute dell'HDD/SSD e della presenza di eventuali errori dovuti a malfunzionamenti.

Mac usato: come sta la batteria?

mac usatoQuesto è un tasto estremamente dolente per tutti i computer, Mac incluso. Purtroppo, tutti sanno che le batterie hanno un ciclo vitale limitato. Nonostante le precauzioni messe in atto da Apple, in merito alla gestione della potenza e della velocità di caricamento, anche la migliore batteria originale diventa obsoleta. Dopo continue ricariche, la quantità di energia accumulata tende a essere sempre minore, fino a non riuscire a essere più sufficiente per un utilizzo lontano dalla presa di corrente. La batteria diventa dunque solo un limitato supporto per effettuare eventuali repentine operazioni di spegnimento in caso di cali di tensione.

Esistono però programmi estremamente leggeri e facili da utilizzare che forniscono un quadro completo del ciclo vitale della batteria. Tra le informazioni più importanti da ricercare vi sono lo stato di salute, la capacità di ricarica totale e il numero di cicli di ricarica. Più bassa è la capacità totale e più alto è il numero di cicli di ricarica, minore è il tempo rimanente di vita della batteria.

Ovviamente, il tutto è legato all'età della stessa: solitamente, anche con un uso normale, la capacità di accumulo di una batteria scende almeno del 10% nei primi tre anni, diventando esponenzialmente minore nei periodi seguenti. In questo caso, non bisogna farne un problema: basta solo valutare quanto ciò possa influire sul prezzo finale e valutare di conseguenza.

Mac usato: cosa fare una volta accesso

mac usatoUltimi tre fattori da valutare, sono il Blocco Attivazione iCloud, la password firmware e la Gestione dei dispositivi mobili (Mobile Device Management o MDM). Nonostante sia sempre meglio, prima della vendita, effettuare una formattazione completa e approfondita del disco rigido, il venditore potrebbe aver deciso di non farlo, lasciando dunque dietro di sé alcune briciole relative al precedente utilizzo. Se all'avvio non dovesse presentarsi la schermata dedicata alla creazione di un nuovo profilo, significa dunque che il laptop non è stato formattato.

Ecco dunque il terreno giusto per effettuare i controlli appena citati. Prima cosa, se il computer richiede una password firmware per accedere, il venditore deve fornirla. In caso contrario, la vendita finisce qui. Altro controllo è quello al Blocco Attivazione iCloud. Se dopo l'attivazione il laptop richiede il codice per essere sbloccato, vuol dire che probabilmente prima è stato bloccato perché smarrito o rubato. Altra grande bandierina rossa per abbandonare immediatamente la vendita.

Ultima è la Gestione dei dispositivi mobili. Questa funge da blocco da parte di un supervisore, in modo da impedire l'utilizzo del terminale in caso di furto o smarrimento. Anche se il computer si presentasse sbloccato al momento del test, è opportuno chiedere al venditore di rimuovere dal proprio profilo il computer in oggetto. Se ciò non dovesse essere possibile, vista la semplicità dell'operazione da effettuare tramite il Pannello di controllo, meglio fidarsi dell'istinto e lasciare perdere.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail