PayPal

Come funziona PayPal

Tra i metodi di pagamento elettronico più utilizzati al mondo, ha fatto della sicurezza e della facilità i suoi vessilli
Come funziona PayPal FASTWEB S.p.A.

Nato nell'ormai lontano 1998 da una intuizione di Max Levchin, Peter Thiel, Luke Nosek e Ken Howery, che allora possedevano una società di sviluppo di software chiamata Confinity, fusasi nel 2000 con X.com, società di servizi bancari online ideata da Elon Musk e poi acquistata nel 2002 da eBay, dal 2015 PayPal è una società quotata in borsa a Wall Street con un fatturato annuo di oltre 10 miliardi di dollari. Oggi è ancora tra i leader del mercato dei pagamenti online, che sostanzialmente ha inventato, nonostante la concorrenza di soluzioni come Apple PAy e Google Pay, arrivate successivamente.

Il motivo per il quale PayPal è ancora oggi così forte è duplice: da una parte è riconosciuta e accettata ovunque nel commercio online (e negli Stati Uniti anche per gli acquisti nei negozi fisici), dall'altra offre standard di sicurezza molto elevati che garantiscono sia il venditore che l'acquirente. Ecco, in termini molto semplici da capire, come funziona PayPal in Italia e quali sono i suoi punti di forza.

PayPal: cos'è e come usarla

In Italia, per questioni legali, PayPal è un istituto di credito a tutti gli effetti. Nella pratica, però, non è un conto corrente come quelli bancari, ma un "wallet", cioè un portafogli virtuale all'interno del quale registrare tutte le proprie carte di credito o debito e al quale eventualmente collegare anche il proprio conto corrente. È però possibile, ma non obbligatorio, richiedere una carta prepagata PayPal: costa 9,99 euro e si acquista presso un punto vendita Lottomatica. Può essere usata in modo indipendente dal conto PayPal, con ricariche in contanti, da sportello Bancomat, da altro conto PayPal o tramite bonifico, oppure può essere collegata al proprio conto.

A prescindere dalla carta PayPal ricaricabile, comunque, di fatto PayPal funziona principalmente da intermediario dei pagamenti: quando vogliamo comprare qualcosa online e scegliamo PayPal come metodo di pagamento, infatti, i soldi per l'acquisto provengono da uno dei conti o delle carte collegate al nostro account PayPal (o dalla nostra prepagata).

Il primo passo per usare PayPal, quindi, è creare un account e registrare le nostre carte o conti. La registrazione è gratuita e l'account è collegato ad un indirizzo di posta elettronica. Il passo successivo consiste nel registrare carte e conti all'interno dell'account PayPal. A questo punto siamo pronti a inviare o ricevere denaro, a pagare o farci pagare, tramite PayPal.

PayPal: le tariffe

La gran parte delle operazioni effettuate tramite PayPal sono gratuite per l'utente medio. Pagare un acquisto online con la carta prepagata o con il conto PayPal è gratuito, purché la transazione sia in euro (altrimenti si applicano i tassi di cambio, con commissione). Chi vende qualcosa online e offre PayPal come metodo di pagamento, invece, deve pagare una commissione per il servizio pari al 3,4%, più 35 centesimi di euro per ogni transazione. Se il venditore è una Onlus la commissione scende all'1,8%, ma restano i 35 centesimi. Chi vende fuori dalla zona euro dovrà pagare anche una tariffa variabile per la conversione di valuta.

Chi vuole inviare del denaro tramite PayPal non paga alcuna tariffa (e questo è il motivo per il quale molti venditori disonesti chiedono transazioni PayPal "privatamente" e senza passare dall'e-commerce). Per inviare denaro all'estero, invece, è necessario pagare tariffe variabili in base al Paese in cui si trova il destinatario.

PayPal: le protezioni

Chi vende e acquista con pagamenti gestiti da PayPal può usufruire di grandi vantaggi: la "Protezione acquisti", la "Protezione vendite" e la "Protezione frodi". La prima consiste nel rimborso in caso la merce non arrivi, arrivi danneggiata o il prodotto non sia corrispondente a quanto dichiarato dal venditore. La seconda consiste in una copertura dell'intero importo della vendita in caso il cliente dichiari di non aver ricevuto la merce (ma il venditore è in grado di dimostrare di averla spedita), o nel caso in cui i soldi usati per il pagamento provengano da un conto rubato. La protezione dalle frodi consiste invece nel monitoraggio ininterrotto di tutte le transazioni e nell'applicazione della crittografia ai dati relativi a tutte le transazioni effettuate tramite PayPal. In questo modo i sistemi PayPal sono in grado di risalire a transazioni illegali e agire di conseguenza.

PayPal Business

Infine, PayPal ha anche una versione Business. Si chiama PayPal Commerce Platform e, in realtà, è una lunga serie di servizi dedicati alle aziende piccole, medie e grandi che effettuano e/o ricevono molti pagamenti tramite PayPal. In buona sostanza PayPal Commerce Platform è principalmente un enorme database contenente i 295 milioni di clienti PayPal di tutto il mondo, utile a chi vende per trovare nuovi mercati, nuovi canali o clienti di alto valore.

La piattaforma è divisa in due: per aziende piccole e medie (fino a 10 milioni di euro di vendite l'anno) e per grandi aziende (oltre i 10 milioni di euro). PayPal Business offre anche strumenti più evoluti di protezione dai rischi delle transazioni e tool per automatizzare alcune procedure, come le contestazioni dei clienti.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail