Fastweb

Clonare un hard disk su Windows e macOS, come fare

Windows 10 sicurezza Web & Digital #windows #sicurezza Microsoft annuncia un importante aggiornamento sulla sicurezza per Windows 10 Un nuovo aggiornamento di Windows 10 a livello di Protezione e Sicurezza che agirà su Windows Defender
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Clonare un hard disk su Windows e macOS, come fare FASTWEB S.p.A.
clonare hard disk
Web & Digital
Per clonare l'hard disk del computer è necessario avere a disposizione un programma e un disco su cui copiare tutti i file: ecco la procedura da seguire su Windows e macOS

Chi non è molto esperto di informatica spesso crede che clonare un hard disk, o una sua partizione, sia un'operazione difficile e rischiosa. Sono in pochi, poi, a sapere perché è importante farlo e sono ancor meno, infine, a sapere come si fa. In realtà clonare un disco può essere non solo utile, ma addirittura essenziale in caso di problemi tecnici all'hardware dell'hard disk, in caso una o più partizioni vengano corrotte e nel caso in cui un virus ci impedisca di accedere ai nostri dati o perché è un ransomware e li ha criptati per chiederci un riscatto. I motivi per clonare un hard disk, quindi, sono veramente tanti e tutti molto validi. La procedura per farlo, invece, cambia in base al sistema operativo del nostro PC o laptop ma non è mai così difficile come si pensa. Ecco quindi come clonare un hard disk su Windows e come farlo su macOS.

Come clonare un hard disk su Windows

Per Windows, da molti anni, sono disponibili decine di tool gratuiti, a pagamento o freemium per clonare gli hard disk. Uno dei più completi, affidabili e semplici da usare è Macrium Reflect. Si tratta di un software a pagamento (70 euro circa), ma ha anche una versione gratuita che pur non avendo alcune funzionalità avanzate (come il backup incrementale dei dati, la crittografia e la protezione dai ransomware) è più che sufficiente per clonare un hard disk.

macrium reflect

Il primo passo per clonare un disco con Macrium Reflect è assicurarsi che sia l'hard disk da copiare che quello di destinazione siano connessi allo stesso PC. Non importa il tipo di connessione, interna o esterna: i due dischi devono essere entrambi connessi e riconosciuti correttamente dal sistema operativo per iniziare la procedura. Quando apri la pagina iniziale di Macrium Reflect, se i due dischi sono correttamente connessi, lo vedi subito: sono entrambi elencati nella finestra, con le loro rispettive partizioni (se ne hanno più di una). A questo punto devi assicurarti che sul disco di destinazione ci sia sufficiente spazio per copiarci sopra il disco da clonare. Ma ricorda bene: tutti i dati già presenti sulla partizione di destinazione verranno cancellati durante la procedura di clonazione.

Se c'è lo spazio, puoi iniziare. Seleziona il disco sorgente e la partizione che vuoi clonare (o le partizioni: c'è una casella di spunta in basso a destra in ogni riquadro) e poi fai click sul link "Clone this disk". Comparirà una nuova finestra che ti chiederà di selezionare il disco di destinazione. Fai click nell'area "Select a disk to clone to..." e scegli la destinazione dalla lista che compare. Alla fine fai click su "Copy selected partitions". Se stai copiando i dati su un disco di destinazione con molto più spazio rispetto al disco di origine, allora potrebbe essere una buona idea quella di copiare e, contemporaneamente, allargare le partizioni. Per farlo devi selezionare la partizione più grande tra quelle da copiare e selezionare "Cloned partition properties". Nella schermata successiva potrai scegliere la "Maximum size" della partizione. Quando avrai selezionato tutte le tue opzioni preferite e sarai pronto a lanciare la clonazione fermati un attimo: controlla tutto bene, non hai modo di tornare indietro se hai fatto qualche errore. Se è tutto ok clicca su "Finish" e po su Ok per fare iniziare il processo di clonazione dell'hard disk. Ci vorrà un po' di tempo, in base alla quantità di dati da copiare e alla velocità del disco di origine e di quello di destinazione.

Come clonare un hard disk su macOS

utility disco

Rispetto a Windows, macOS ha un vantaggio e uno svantaggio quando si tratta di clonare un hard disk. Il vantaggio è che lo strumento per farlo è già inserito nel sistema operativo e non devi scaricare nessun programma, lo svantaggio è che per essere copiata una partizione su macOS va prima "smontata". Il che vuol dire che se vuoi copiare la tua partizione principale, quella su cui c'è il sistema operativo, dovrai effettuare l'avvio da un'altra partizione (sempre con sistema operativo installato, magari su un disco esterno) o con macOS Recovery. Quest'ultimo si avvia premendo la combinazione di tasti CMD+R durante il lancio del sistema operativo.

Una volta eseguito l'avvio da un'altra partizione o con Recovery, per clonare una partizione su macOS devi lanciare il tool Utility Disco. Anche in questo caso assicurati che sia il disco d'origine che quello che ospiterà la partizione clonata siano correttamente connessi e riconosciuti dal sistema. Una volta dentro Utility Disco, sulla sinistra, vedrai l'elenco dei dischi fisici riconosciuti (se non li vedi clicca su Vista > Mostra tutti i dispositivi). Cliccando su ognuno di essi vedrai a destra le sue partizioni e lo spazio libero. Ancora una volta, assicurati che lo spazio libero sul disco di destinazione sia sufficiente.

Per iniziare la clonazione devi selezionare nella colonna a sinistra di Utility Disco l'hard disk di destinazione. Subito dopo, tra le icone in alto nella finestra, dovrai scegliere "Ripristina". Si aprirà la finestrella pop up "Ripristina da", dalla quale potrai scegliere il disco sorgente che verrà copiato. Quando tutto sarà selezionato correttamente (controlla sempre due volte, per sicurezza) potrai cliccare su "Ripristina" e avviare la clonazione. Anche in questo caso influiranno sul tempo totale dell'operazione sia la quantità di dati da copiare che la velocità dei singoli dischi di origine e destinazione.

 

13 giugno 2019

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #hard disk #windows #macos

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.