Una composizione grafica di come Alto Mail verrebbe visualizzata da un iMac

Con Alto Mail la posta elettronica si rifà il trucco

AOL prova a dare un nuovo impulso alla posta elettronica con Alto Mail, client web based ricco di novità. La più importante, quella degli stake, le “cataste” di email organizzate per argomento
Con Alto Mail la posta elettronica si rifà il trucco FASTWEB S.p.A.

 

Può un mezzo di comunicazione vecchio ormai più di 40 anni reinventarsi e offrire ai propri utenti un tocco di novità? A sentire AOL pare di sì. L’Internet Service Provider statunitense, che a inizio anni ’90 aveva favorito la diffusione della posta elettronica anche grazie allo slogan “You’ve got mail” (hai ricevuto una mail), prova a rilanciarne le sorti con Alto Mail, un nuovissimo client email web based (per il quale non c’è bisogno di scaricare nessun programma, ma si utilizza attraverso un browser) realizzato in HTML5.

 

 

Ancora in versione beta e riservata a poche centinaia di migliaia di fortunati (si può comunque richiedere un invito dall’homepage), Alto vuole portare una ventata di freschezza in un settore che da decenni è rimasto identico a se stesso. “Il modo in cui utilizziamo la mail è profondamente cambiato – afferma Joshua Ramirez, senior director di Alto per conto di AOL Mail – ma l’esperienza di utilizzo offerta dalla gran parte delle applicazioni mail non ha seguito questo mutamento. Abbiamo analizzato a fondo il modo con cui gli utenti utilizzano la mail e attorno a questa realtà abbiamo realizzato un nuovo client di posta elettronica”.

 

L'interfaccia grafica di Alto Mail

 

Alto si presenta con una interfaccia grafica totalmente rinnovata – e soprattutto con un’esperienza di utilizzo totalmente differente – rispetto ad altri client oggi sul mercato. Ma la più grande innovazione che questo client porta con sé sono gli stack, letteralmente cataste. I messaggi di posta elettronica, infatti, non verranno visualizzati più “impilati”, in ordine cronologico o per mittente, ma verranno automaticamente raggruppati per argomento. Alto si presenta con alcune macro-categorie già create: Deal, dove verranno raccolte le mail che contengono informazioni su offerte e coupon vari; Retail, che raggruppa i messaggi delle mailing list di e-store a cui si è iscritti; Social Networking, all’interno della quale sarà possibile trovare tutte le notifiche dei nostri account social. Presenti anche due stack (Photo e Attachment) dove poter trovare tutte le foto e tutti gli allegati presenti nei messaggi di posta elettronica che riceviamo. Ogni utente, naturalmente, può creare il proprio stack stabilendo delle regole mail con le quali categorizzare le email ricevute.

 

vGli stack di Alto Mail

 

Ad oggi Alto Mail funziona con le webmail di AOL Mail, Gmail, Yahoo Mail e iCloud ed è in grado di gestire più account contemporaneamente. Tra le feature più interessanti troviamo un motore di ricerca interno molto ben realizzato e soprattutto veloce. Si può cercare in maniera intuitiva, con i risultati che compariranno nello stesso momento in cui si digita la chiave di ricerca; la visualizzazione dei risultati stessi, infine, è organizzata per mittente, contenuto del messaggio, presenza di allegati, contatti e così via.

 

21 aprile 2013

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail