Fastweb

Algoritmi generativi per creare e montare video dal nulla

walmart supermercato Web & Digital #walmart #intelligenza artificiale Walmart presenta il supermercato con l'intelligenza artificiale Walmart crea il supermercato del futuro e si affida all'intelligenza artificiale che aiuta i dipendenti e migliora l'esperienza d'acquisto dei clienti
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Algoritmi generativi per creare e montare video dal nulla FASTWEB S.p.A.
Telecamera robot
Web & Digital
Diversi ricercatori stanno sfruttando l'intelligenza artificiale e gli algoritmi generativi per realizzare dei filmati prodotti interamente dalle macchine, ecco come funziona questa tecnologia e dove potremo vederla applicata nel prossimo futuro

Sono tanti i lavori che in futuro un algoritmo o un'intelligenza artificiale potrebbero fare meglio di un uomo. Dalla medicina al giornalismo, passando ovviamente per i lavori più pesanti in fabbrica. Entro qualche anno è possibile che in molti settori i robot sostituiranno i dipendenti in carne ed ossa. E nonostante sia un lavoro molto creativo e nel quale l'originalità umana sembra insuperabile, alcuni gruppi di scienziati sono riusciti ad addestrare un'intelligenza artificiale nella produzione video. Questo vuol dire che un algoritmo, partendo da alcune semplici impostazioni scelte dall'uomo, può creare dei contenuti multimediali in autonomia.

Come può un'intelligenza artificiale fare dei video? Grazie ai cosiddetti algoritmi generativi, ossia degli algoritmi che partendo da un unico fotogramma sono in grado di prevedere lo sviluppo, in un determinato lasso di tempo, della sequenza di un video. E gli stessi algoritmi, partendo una manciata di frame, possono anche ricostruire per intero un filmato. Questa nuova tecnologia comunque non ha lo scopo, almeno al momento, di sostituire editor, creativi ed esperti di montaggio. Sarà usata invece in diversi casi, dal cinema fino ai processi in tribunale.

Sono tanti i centri di ricerca che negli ultimi anni si stanno occupando di produzione video con intelligenza artificiale e con i già citati algoritmi generativi, e in maniera particolare in Europa un team di ricerca alla Katholieke Universiteit Leuven in Belgio ha realizzato un sistema di produzione video, ancora non molto complesso ma comunque credibile, alimentato proprio solo da queste nuove tecnologie. Basta dare allo strumento alcune indicazioni base, come una piccola scena o una foto, e questo sarà in grado di realizzare un filmato con pochi movimenti ma che sembra girato e montato da un creativo in carne ed ossa.

 

Robot al lavoro

 

Come funziona la produzione di video con intelligenza artificiale

Gli algoritmi generativi usati dai ricercatori del Belgio si avvalgono dell'intelligenza artificiale e dell'apprendimento automatico: questo significa che nel tempo lo strumento è stato allenato a completare un filmato partendo da un unico fermoimmagine oppure a generarne in autonomia se riceve alcune indicazioni su scena e protagonisti del filmato. Stando a quanto affermato dai ricercatori, questa "rete neurale creativa" che loro hanno creato lavora in due modi: cercando di progettare video che vadano a imitare il modo in cui gli esseri umani creano un prodotto originale e creativo oppure partendo da un indizio e creando un filmato che sembri vero. In pratica lo strumento può creare da zero un video oppure limitarsi a ricostruire un filmato partendo da alcune indicazioni date dall'uomo. Per riuscire a creare dei filmati che sembrino veri, la rete neurale usa una serie di discriminatori che rilasciano dei feedback automatici in base a quello creato, alla fine il filmato con maggiori compatibilità con gli elementi della realtà, come per esempio il mare, il cielo una figura umana e così via, verrà scelto dal sistema. Il tutto senza la minima interazione umana.

 

Robot al lavoro per creare video

 

Detta così sembra una cosa complicatissima ma in realtà al momento la ricerca è ancora in una fase iniziale di sperimentazione. Per ora i ricercatori hanno addestrato l'algoritmo generativo su dieci diversi tipi di scene, tra cui una intitolata "giocare a golf sull'erba" e un'altra "praticare il kitesurf sul mare". In pratica se chiediamo alla rete neurale di creare un video di un uomo che gioca a golf questo strumento non avrà problemi perché ha imparato già a riprodurre questo tipo di video. Questa è la parte della riproduzione del reale, ma come fa questo strumento di intelligenza artificiale ad essere anche creativo? Semplice, perché può a comando unire tra di loro i diversi elementi che conosce per creare un apparente non-sense creativo. Come per esempio un uomo che gioca a golf sulla neve o una barca a vela che va sull'erba. Questo sistema di creazione video è ancora agli albori ma entro pochi anni potrebbe cambiare il mondo del marketing, per fare un esempio, dando la possibilità alle aziende di creare video virali e originali in meno tempo e spendendo molto meno denaro.

Dove verrà utilizzata questa tecnologia?

A questo punto la domanda che in molti si staranno facendo è: ma oltre che nella creazione di video virali o di campagne marketing dove vedremo questi filmati autoprodotti da un'intelligenza artificiale? Le possibili applicazioni degli algoritmi generativi sono molteplici. Sicuramente il suo sviluppo più importante si avrà nel campo del cinema. Pensiamo per esempio alle scene di azione che richiedono moltissimi effetti speciali e costi esorbitanti, in futuro un algoritmo potrebbe creare queste scene avvincenti partendo da una serie di indicazioni di registi e sceneggiatori abbattendo i tempi di ripresa e soprattutto i costi per la produzione di un nuovo film.

 

Creazione video

 

Inoltre, questi video prodotti con intelligenza artificiale a breve verranno integrati nei sistemi di apprendimento automatico per le auto che si guidano senza l'interazione umana. Qual è il senso di questa tecnologia nei veicoli a guida autonoma? Semplice, possono addestrare l'AI dell'auto a reagire a eventi molto rari che solitamente non sono preventivabili. In pratica l'algoritmo generativo realizzerà dei filmati di situazioni particolari durante la guida e l'intelligenza artificiale dell'auto potrà scegliere quale soluzione adottare per ogni caso.

Infine, questa tecnologia di produzione video con intelligenza artificiale potrebbe essere utile nelle aule di un tribunale. Come? Semplice, in caso di prove video alterate o andate parzialmente distrutte questa tecnologia partendo da alcuni frame del filmato sarebbe in grado di ricostruirle con efficacia e inoltre potrebbe essere un utile strumento per qualche testimone per realizzare un video della sua esperienza in una rapina, un omicidio o in qualsiasi altra diatriba legale.

 

11 novembre 2018

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #intelligenza artificiale #machine learning

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.