windows 10

Cosa sono gli aggiornamenti opzionali di Windows 10 e a cosa servono

Il sistema operativo Windows 10 prevede degli aggiornamenti opzionali: cosa sono e come utilizzarli al meglio
Cosa sono gli aggiornamenti opzionali di Windows 10 e a cosa servono FASTWEB S.p.A.

Gli utenti di Windows 10 hanno già avuto a che fare con essi ma, nonostante ciò, non tutti sanno di cosa si tratta. Stiamo parlando degli aggiornamenti opzionali, dei particolari update con caratteristiche peculiari, scopi e comportamenti differenti rispetto a quelli canonici. Ma cosa sono, nello specifico, e a cosa servono? Scopriamolo insieme.

Aggiornamenti opzionali di Windows 10, in cosa differiscono dagli altri

windows 10Per capire meglio di cosa si tratta è importante conoscere la differenza tra gli aggiornamenti denominati "Aggiornamenti" e "Aggiornamenti opzionali". Fondamentalmente, i primi sono dei pacchetti che possono essere scaricati e installati in automatico dal sistema operativo di Redmond, anche senza alcuna azione da parte dell'utente. Attraverso le impostazioni è possibile consentire al computer di effettuare tutte le operazioni in autonomia relative a ogni singolo "Windows update".

Attraverso l'installazione, sempre consigliata e da portare a termine il prima possibile a seguito del rilascio, il sistema operativo viene aggiornato, si aggiungono nuove funzionalità e vengono implementati dei fix a bug che possono mettere potenzialmente a rischio la stabilità o la sicurezza del computer stesso. In pratica, si tratta di aggiornamenti fondamentali, da non tralasciare. Il discorso cambia, invece, per quanto riguarda quelli denominati "Aggiornamenti opzionali". Infatti, gli aggiornamenti opzionali non vengono installati automaticamente ma esclusivamente attraverso un passaggio manuale da parte dell'utente, in modo da consentire di selezionare accuratamente il pacchetto per le proprie esigenze.

Aggiornamenti opzionali di Windows 10, cosa comprendono?

windows 10Di certo, come già compreso, gli aggiornamenti opzionali di Windows 10 non comprendono fix relativi alla sicurezza. Tutte le security patch di questo tipo vengono infatti rilasciate negli aggiornamenti canonici. Possono invece essere rilasciati degli aggiornamenti opzionali, di tipo qualitativo. Nel dettaglio questa tipologia di aggiornamenti comprende dei fix a bug di entità minore, anche se possono portare in computer verso crash inattesi, aggiornamenti dei driver utilizzati per una migliore compatibilità hardware, piccole modifiche e patch per strumenti o programmi appartenenti ai pacchetti Microsoft Office, e via discorrendo.

Aggiornamenti opzionali di Windows 10, cos'è un'Anteprima aggiornamento cumulativo?

windows 10È un'altra tipologia di aggiornamento, denominata anche B update, che viene rilasciata a cadenza mensile durante il secondo martedì del mese denominato per l'occasione "Patch Tuesday". All'interno di questi aggiornamenti cumulativi, come è facile pensare, possono essere presenti gli update opzionali ormai stabili, rilasciati nella terza e quarta settimana - da qui C e D updates - del mese precedente; per semplificare il rilascio, Microsoft può decidere di aggregare i fix di un intero mese (o più) in un unico pacchetto corposo, in modo da consentire un solo download e un'installazione più semplice, senza dover effettuare numerosi reboot del sistema.

Aggiornamenti opzionali di Windows 10, perché i cumulativi opzionali sono denominati "anteprima"? La denominazione "anteprima" può essere un indizio da seguire, soprattutto per quegli utenti più smaliziati che vogliono tenere sempre aggiornato il proprio computer, in modo da vederlo funzionare sempre al massimo delle potenzialità. Il nome "anteprima", infatti, va a significare una funzione ben precisa: ovvero quella di fungere da tester per Microsoft, in occasione di ogni rilascio.

Scaricando e installando l'anteprima dell'update cumulativa, Microsoft può ricevere un riscontro certo di eventuali problemi riscontrati a seguito di ogni specifico aggiornamento. Nel momento stesso in cui il quartier generale di Redmond dovesse venire a conoscenza di un alto numero di bug in relazione a un singolo pacchetto, potrebbe decidere di bloccarne il download e provvedere a effettuare le dovute modifiche prima del successivo rilascio per tutti.

Aggiornamenti opzionali di Windows 10, come usarli

windows 10Gli aggiornamenti opzionali di Windows 10 non sono upgrade obbligatori, ma patch da installare esclusivamente quando ci si trova davanti a un problema specifico che può essere risolto tramite l'installazione del rilascio. In tutti gli altri casi, non vi è alcuna necessità di andare a modificare il sistema operativo con delle informazioni non indispensabili per il funzionamento.

Aggiornamenti opzionali di Windows 10, vanno installati o no?

Come già spiegato, la natura di "opzionali" rende cristallino come si possa tranquillamente scegliere di non procedere con l'installazione di questi speciali aggiornamenti, magari attendendo un rilascio maggiormente stabile di lì a poche settimane, sebbene in linea di massima si tratti sempre di update con rischi minimi per un corretto funzionamento del proprio computer.

A meno di non volersi fregiare del titolo onorario di tester non ufficiale di Microsoft, o se si riscontrano problemi che creano problemi concreti di stabilità del sistema operativo, questi aggiornamenti non sono dunque un passaggio di importanza cruciale. Allo stesso modo, non vanno ad aggiungere particolari funzionalità delle quali non si può fare a meno; se non si ha particolare dimestichezza con le procedure di ripristino, dunque, meglio desistere.

Aggiornamenti opzionali di Windows 10, come installarli

windows 10Poiché gli aggiornamenti opzionali non vengono installati in automatico dal sistema operativo, è necessario conoscere la corretta procedura per poter effettuare tutti i passaggi corretti. Per verificare la disponibilità di questa tipologia di update è necessario entrare nelle impostazioni del sistema operativo, successivamente in "Aggiornamenti e Sicurezza" e, in ultimo, in "Aggiornamenti di Windows". Una volta nella finestra, è sufficiente effettuare un controllo della presenza di aggiornamenti. Se presenti, la schermata mostra tutti i pacchetti disponibili; per procedere basta cliccare su Scarica e Installa.

Inoltre, è possibile sfruttare anche la voce "Vedi tutti gli aggiornamenti opzionali", in modo da visualizzare esclusivamente tale tipologia di update, se compatibili con la macchina in utilizzo. Niente paura se si dovessero riscontrare dei problemi dopo l'installazione. Infatti, cliccando su Impostazioni, Aggiornamenti e Sicurezza, Aggiornamenti Windows è possibile visualizzare l'intera cronologia degli aggiornamenti alla voce dedicata. Cliccandoci, è poi possibile disinstallare ogni update, rimuovendo il pacchetto da Windows 10.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail