Call of Duty Black Ops III

Come si gioca a Call of Duty Black Ops III

Call of Duty: Black Ops III è il nuovo capitolo della saga sviluppato da Treyarch. Sarà riuscito a soddisfare le aspettative dei fan?
Come si gioca a Call of Duty Black Ops III FASTWEB S.p.A.

A tre anni dall'uscita dell'ultimo capitolo, acclamato e popolarissimo tra i fan, Call of Duty: Black Ops torna sugli scaffali con il terzo episodio della saga sviluppata da Treyarch e distribuita questa volta da Activision. La software house statunitense, dopo i primi dubbi della community online, ha preso le redini della serie e portato Call of Duty: Black Ops a essere considerato tra i migliori FPS (First Person Shooter, sparatutto in prima persona) del mondo videoludico. Se il Call of Duty sviluppato da Infinity Ward era ambientato durante il secondo conflitto mondiale, la serie Black Ops è collocata nel futuro, in guerre che si combattono a colpi di droni e armi futuristiche. La trama di Call of Duty: Black Ops III è ambientata  a quarant'anni di distanza rispetto al capitolo precedente, in un 2065 scosso da guerre e attacchi cibernetici.

 

 

Il gioco presenta tutte le modalità che hanno fatto di Call of Duty: Black Ops un classico del divertimento in multiplayer: oltre alle sfide online con utenti da tutto il mondo, l'appassionato potrà affrontare una Campagna che lo terrà impegnato per quasi dieci ore e alcune sfide extra contro degli Zombie che cercheranno di mangiare il cervello del gamer. Nonostante l'uscita programmata in un autunno pieno di novità (prima Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, poi Fifa 16 e Pro Evolution Soccer 2016 e per finire il nuovo Destiny: Il Re dei Corrotti), Call of Duty: Black Ops 3, non perde la sfida con i suoi concorrenti e ottiene buoni risultati nelle recensioni della critica specializzata: buona la trama della campagna, ottime le texture grafiche nelle ambientazioni notturne, un po' di meno il multiplayer online, che riprende a grosse linee le modalità del capitolo precedente.

Modalità Campagna: tra single player, cooperazione e lotta agli Zombie

Rispetto ai classici FPS che basano gran parte del loro successo su un multiplayer online coinvolgente e caotico, Call of Duty: Black Ops ha mostrato fin dagli inizi un interesse particolare verso la modalità Campagna, in cui il gamer può dimostrare le proprie capacità tattiche attraverso le varie missioni. Se in Call of Duty: Black Ops II la trama si regge intorno all'uccisione di Menendez, nel terzo capitolo della saga la storia è più fumosa e rivolta a un pubblico più adulto. I risvolti della varie missioni hanno un profilo etico difficile da ritrovare in altri FPS, rendendo Call of Duty: Black Ops III un progetto interessante e innovativo.

 

 

Attraverso gli undici livelli della Campagna, tutti disponibili fin dall'inizio e con la possibilità di iniziare direttamente dall'ultimo senza rispettare la consueta sequenza cronologica, il giocatore andrà alla scoperta della guerra del futuro tra attacchi effettuati con i droni e comunicazioni con i propri compagni d'avventura attraverso le onde cerebrali. La Campagna può essere affrontata in due modalità differenti: sia in single player sia insieme ad altri utenti. Nel secondo caso lo schermo sarà diviso in due o in quattro parti, a seconda del numero di giocatori. La novità della modalità in cooperativa, ripresa dal gameplay di Destiny, ha subito alcune critiche da parte dei gamer e ha mostrato l'inesperienza di Treyarch su questo fronte. Se uno dei partecipanti alla missione dovesse arrivare al checkpoint, tutti i compagni di brigata saranno teletrasportati al suo stesso punto, anche se sono ancora all'inizio del livello, saltando buona parte della storia.

 

 

Il protagonista della Campagna, inoltre, è caratterizzato da tre abilità. Le diverse capacità saranno fondamentali durante le battaglie, ma ogni utente ne potrà sviluppare solamente una per volta, favorendo le missioni in cooperativa. Chaos è l'abilità più offensiva e dà la possibilità di stordire l'avversario, di elettrificare l'attacco melee contro i robot e di far esplodere le bombe posizionate dai nemici. Con l'abilità Martial si acquista la "super velocità" e l'invisibilità momentanea, mentre con Control si potrà entrare nei sistemi difensivi dei nemici e pilotare i loro droni.

Quando si saranno completate tutte le undici missioni di Call of Duty: Black Ops III, l'utente troverà una piacevole sorpresa: una nuova Campagna con zombie come avversari. Anche se le ambientazioni sono le stesse, ciò non è vero per le dinamiche di gioco: i livelli sono molto più affollati e non sarà possibile sparare all'impazzata e sprecare colpi. Per tutto il viaggio il giocatore sarà accompagnato da una voce narrante che gli spiegherà passo dopo passo cosa sta succedendo intorno a lui.

Salta, corri, scivola e spara: il multiplayer online secondo Treyarch

Rispetto al multiplayer presente in Call of Duty: Black Ops II sono poche le novità introdotte sotto il profilo del gameplay, anche a causa dell'utilizzo dello stesso motore grafico. Per rendere più caotica e frenetica l'azione sono state ampliate le capacità acrobatiche del protagonista: corsa orizzontale sui muri, libertà di muoversi a 360 gradi in aria, scivolamenti e attacchi improvvisi. Per poter imparare alla perfezione ogni movimento sono necessarie molte ore di pratica e molte cadute nel vuoto.

 

 

Le mappe sono dodici, mentre undici è il numero delle varie modalità da affrontare online. Oltre alle solite note (Deathmatch a Squadre, Cattura la Bandiera, Dominio, Uccisione Confermata) è stata aggiunta Salvaguardia, una modalità dove il giocatore insieme al suo team dovrà scortare un robot da un punto all'altro della mappa e difenderlo dall'attacco dei nemici.

Gli specialisti: tra armi speciali e super abilità

Sono nove i nuovi specialisti che il giocatore potrà scegliere durante le varie battaglie nel multiplayer online. Ognuno con le proprie caratteristiche e i propri attacchi da sferrare. Esistono grosse differenze tra le varie modalità offensive degli specialisti e non c'è equilibrio nella forza, cosa che fa preferire alcuni personaggi ad altri.

 

Uno degli specialisti di Call of Duty Black Ops 3

 

  • Ruin. Nato in una famiglia di fanatici militari, ha gli arti completamente meccanici.  La sua arma speciale è lo Schianto Gravitazionale, una coppia di lame che al contatto col terreno genera una forte onda d'urto, mentre la sua abilità è Overdrive che aumenta la velocità di movimento
  • Outrider. Nata tra le favelas di Rio de Janeiro, Alessandra Castillo, fin da bambina ha mostrato ottime capacità di infiltrarsi nei luoghi più angusti. La sua arma speciale è Sparrow, un arco con frecce esplosive, mentre la sua capacità è Vision Pulse che le permette di vedere alla perfezione la posizione dei nemici
  •  Prophet. Grazie alla sua arma speciale, può lanciare scariche elettriche e uccidere all'istante i nemici, mentre con la Super abilità può trasportarsi ovunque voglia
  • Battery. Ultima di cinque fratelli, ha dovuta fin da piccola eccellere nelle arti militari. La sua arma speciale è un lanciagranate a frammentazione, mentre la sua armatura le permette di essere immune ai proiettili

 

 

  • Seraph. Killer di una potente organizzazione criminale, ha il braccio destro completamente meccanico, dal quale estrae un revolver capace di perforare qualsiasi corazza
  • Nomad. La sua arma speciale gli permette di sganciare una serie di nano macchine che disturbano il nemico, mentre la sua Abilità Speciale gli permette di curarsi velocemente mentre sta per morire
  • Reaper. Nato come progetto di androide da guerra, la sua arma speciale permette è una minigun che estrae dal braccio meccanico. Con l'abilità innata può riprodursi in tre copie e creare delle esche per i nemici
  • Spectre. Rendersi invisibili ai nemici è l'abilità di Spectre, coniugata a delle lame che possono tagliare qualsiasi ostacolo gli si ponga davanti
  • Firebreak. Con il suo lanciafiamme può incenerire gli avversari e grazie alla sua abilità speciale, che lo rende incandescente riesce a difendersi dagli attacchi corpo a corpo

Modalità extra

 

 

Oltre ad una Campagna avvincente e a un multiplayer che tiene impegnati per molte ore, Call of Duty: Black Ops III offre alcune modalità extra, leggermente differenti rispetto alle solite ambientazioni del videogame. Nelle Ombre del Male, il giocatore deve nuovamente sfidare orde di Zombie, mentre cercherà di fuggire dalla città di Morg, che ricorda a grandi linee la Chicago degli anni quaranta. L'utente può impersonare quattro diversi personaggi che dovranno salvarsi dagli attacchi provenienti dagli zombie in cerca di cibo. Attraverso l'acquisto di speciali equipaggiamenti, sarà possibile trasformarsi in un mostro tentacolare e scalare palazzi e abitazioni. Infine, con l'ultima modalità sbloccabile nella safe house (il centro per la gestione di tutte le varie missioni) si rivoluziona completamente il gameplay di Call of Duty: Black Ops III. Una volta attivata questa modalità, la visuale si sposterà a volo d'uccello e il giocatore dovrà controllare il proprio personaggio dall'alto e uccidere tantissimi Zombie, usando armi assurde e particolari. Tutto corredato da classifiche online, con le quali poter confrontare le proprie capacità di gamer con quelle degli utenti da tutto il mondo.

Recensioni

 

 

  • Spaziogames.it. Un gameplay solido anche se molto simile al passato, e una modalità Campagna sicuramente più "adulta" che potrà spaventare gli affezionati della serie. Questo in breve la recensione di Tommaso Valentini per il sito web Spaziogames.it, che premia Call of Duty: Black Ops III con un 8.5. Rispetto al capitolo precedente, sotto il profilo narrativo la serie fa un passo indietro, ma compensato dalle novità introdotte. Gli appassionati potranno apprezzare le tante modalità presenti online, con l'aggiunta della nuova sfida denominata Salvaguardia. L'unica pecca il comparto grafico, non all'altezza dei giochi usciti nell'autunno del 2015
  • Eurogamer.it. Un gioco a cui manca il proverbiale colpo di reni finale per essere di un livello superiore rispetto agli altri FPS presenti sul mercato. Secondo Luca Forte di Eurogamer.it il lavoro compiuto da Treyarch per Call Of Duty: Black Ops III è sicuramente apprezzabile, ma manca pochissimo per raggiungere la perfezione. Il gioco pecca un po' sotto il profilo del gameplay, soprattutto nella modalità Campagna, dove si può essere trasportati da un checkpoint all'altro senza nessun avvertimento, saltando parti importanti della storia. Da applaudire il lavoro svolto nello sviluppo delle Ombre del Male, una modalità che cerca di variare il tema un po' monotono degli FPS

 

Battaglia tra le strade

 

  • IGN.it. Una storia dalle tinte fosche, che se da un alto può appassionare l'utente dall'altro lo fa perdere nei meandri profondi di Call od Duty: Black Ops 3. Per Nicolas Sangalli del portale web IGN.it, il gameplay del videogioco si dimostra divertente e abbastanza affascinante, con gli appassionati della serie che si troveranno a proprio agio nelle diverse mappe. Come al solito le opzioni nella modalità PvP (Person vs Person) sono tantissime e l'Ombra del Male offre un ottimo diversivo dalla Campagna e dal multiplayer online. Le pecche arrivano dalle texture e dai fondali non sviluppati perfettamente e dal bilanciamento delle armi e della abilità speciali troppo squilibrato, da correggere nei prossimi aggiornamenti
  • Everyeye.it. Ambientato in un mondo sempre sul limite del collasso, Call of Duty: Black Ops 3 mostra la solita trama in comune con molti giochi di guerra. Secondo Francesco Fossetti, giornalista del sito web Everyeye.it, il videogame mostra delle falle nella modalità Campagna, soprattutto nella prima parte della storia. Grazie comunque a un multiplayer online coinvolgente e sterminato Call of Duty: Black Ops III non può meritare meno di un otto. Il gioco messo in piedi da Treyarch è grande e assicura molte ore di gioco
  • Polygon.com. La paura di innovarsi. Questo l'errore più grande che imputa a Treyarch, Arthur Gies giornalista del sito web Polygon.com. Il gameplay di Call of Duty: Black Ops III è troppo legato alle dinamiche dei capitoli precedenti e l'appassionato non prova nessuna nuova emozione durante le missioni. La software house ha avuto paura di guardare avanti e di cambiare la struttura portante del videogame

copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail