monitor tv

Monitor e TV: come gestire ombre e contrasto

Il contrasto e la gestione delle ombre sono fondamentali per ottenere un’immagine di qualità sia nei monitor che per le televisioni: ecco come settarle e quali sono i principali difetti
Monitor e TV: come gestire ombre e contrasto FASTWEB S.p.A.

La qualità dell’immagine del proprio monitor o televisore è indubbiamente importante e ci sono due parametri che vengono tenuti di conto nella scelta: il contrasto e l’eventuale presenza di black crush. Il primo indica il rapporto tra la luminosità massima e minima, fornendo quindi un parametro per valutare la visualizzazione dei colori bianco e nero sullo schermo. Un parametro in cui la calibrazione è fondamentale per ottenere immagini dall’aspetto naturale e non perdere nemmeno un dettaglio nella definizione di quanto viene visualizzato. Può però accadere che il colore nero venga riprodotto in modo appiattito per un difetto che è definito black crush e che affligge soprattutto gli schermi con tecnologia LCD a retroilluminazione LED. Ecco cosa sono questi parametri, come funziona il difetto e come correggerlo.

Contrasto TV: cos’è e come ottimizzare le immagini

monitor tvIl contrasto, anche detto rapporto di contrasto, indica la differenza tra la luminosità massima e quella minima di un display, cioè la differenza tra come bianco e nero vengono visualizzati su uno schermo. Trattandosi di un rapporto, il valore viene indicato con la dicitura “a:b”: ad esempio, un rapporto 1000:1 indica che un’immagine bianca a tutto campo sarà 1000 volte più luminosa di una nera. Più questo rapporto è alto, e più l’immagine avrà un aspetto naturale.

Il contrasto per le TV rappresenta uno degli aspetti più importanti per la definizione e la qualità di un’immagine. Negli schermi con tecnologia LCD retroilluminati a LED, per visualizzare il nero il display dovrà bloccare la luce emessa dallo strato di transistor a film sottile (TFT). Il risultato, se il contrasto è basso, sarà un appiattimento dei neri con una immagine poco uniforme.

Per questo motivo, gli schermi LCD possono essere più soggetti a difetti come il black crush, soprattutto per monitor con tecnologia più vecchia.

I produttori stanno cercando di risolvere il difetto dei display LCD usando una nuova tecnologia a mini-LED, che offre un oscuramento della retroilluminazione che viene controllato da algoritmi. In questo modo, si può controllare meglio il difetto ma non eliminarlo del tutto. Al contrario, gli schermi con tecnologia OLED offrono un rapporto di contrasto che è teoricamente “infinito”, rendendo la calibrazione del bianco e nero non sempre necessaria e fornendo una qualità dell’immagine decisamente migliore da questo punto di vista.

Black crush: cos’è e come si presenta il difetto TV

monitor tvCon il termine black crush si indica un difetto nella qualità dell’immagine in cui la riproduzione del colore nero appare appiattita. Il risultato è una perdita di dettagli nelle aree più scure dell’immagine, di cui l’utente potrebbe non accorgersi a meno di visualizzare la stessa immagine su un display calibrato correttamente.

Ad esempio, guardando un film si potrebbero perdere dettagli al bordo dell’inquadratura, oppure nel caso dei gamer, si perderebbero importanti dettagli dell’immagine durante le sessioni di gioco.

Il black crush produce un impatto negativo sulla qualità dell’immagine, soprattutto quando il monitor o la TV si trovano in ambienti molto illuminati. Non sempre, però, il problema dipende dal display in uso. L’appiattimento del nero alle volte potrebbe rappresentare una scelta intenzionale del regista del film che si sta vedendo, oppure provocato dal dispositivo sorgente, come la console di un videogame. Nella realtà dei fatti, però, si tratta quasi sempre di un difetto TV legato alle caratteristiche dei monitor e dei televisori LCD retroilluminati a LED, e in minor misura quelli OLED. Sempre più spesso, infatti, nelle recensioni di questa tipologia di display si trovano riferimenti al black crush.

Black crush: come gestire le ombre

monitor tvLa gestione delle ombre è quindi un parametro importante nella calibrazione del proprio schermo, che dovrebbe essere eseguita ogni volta che se ne acquista uno nuovo e gli si cambia posizione nella stanza. Questo perché una buona qualità di visualizzazione dei neri e delle ombre dipende anche dall’illuminazione nell’ambiente in cui si guarda il monitor. Per comprendere se il proprio TV presenta questo difetto e ha bisogno di essere calibrato, si potrà eseguire un test: visualizzare sul monitor un cielo scuro stellato. Se è presente il black crush, la visualizzazione delle stelle non sarà chiara e i dettagli andranno persi. L’utente dovrà quindi variare manualmente le impostazioni di contrasto fino a trovare quello più adatto a eliminare il difetto.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail