Smartphone Android

Come preparare il tuo Android a un reset

Prima di riportare lo smartphone ai dati di fabbrica è il caso di salvare tutti i file importanti che avete in memoria. Ecco come fare
Come preparare il tuo Android a un reset FASTWEB S.p.A.

Ci sono svariati motivi per fare un reset del nostro smartphone. Per esempio, se dobbiamo vendere un device, a prescindere che questo sia un iPhone o un Android, è importante riportare il telefono ai dati di fabbrica. In questo modo cancelleremo ogni nostra traccia presente sullo smartphone, dalle foto alle applicazioni installate. Così chi comprerà il dispositivo non potrà accedere ai nostri dati. Fare un reset su telefono Android però può essere una buona tecnica anche per risolvere bug e problemi.

L'universo Android, infatti, è variegato. Esistono diversi produttori e alle volte gli aggiornamenti del sistema operativo da parte di Google possono portare ad alcuni bug o incompatibilità. Se una volta aggiornato il nostro device notiamo rallentamenti o problemi di varia natura possiamo eseguire un roll down (ossia, cancellare l'aggiornamento appena installato e riportare il sistema operativo alla versione precedente) oppure direttamente un reset ai dati di fabbrica. Prima di eseguire questa semplice operazione però è importante ricordarci di fare un backup del dispositivo.

Quando eseguiamo un reset, come detto, tutti i nostri dati vengono cancellati. Per questo è importante prima fare un backup per salvare foto, video e applicazioni presenti sul nostro smartphone. Ci sono diversi metodi per eseguire un backup di una parte o di tutto il nostro telefono. Un consiglio è quello di salvare le nostre informazioni in cloud in modo da occupare poco spazio sulla memoria dei nostri dispositivi e in modo da poter recuperare i dati in maniera semplice e da qualsiasi device.

Google Foto per il backup delle immagini

Google Foto è il metodo più veloce per eseguire un backup in cloud delle nostre immagini e dei nostri video salvati nella galleria del telefono. Si tratta di un'app quasi sempre installata di default su tutti gli smartphone Android. Inoltre, utilizzando la funzionalità "High Quality" avremo a disposizione spazio d'archiviazione illimitato e potremo così salvare tutte le foto e i video che vogliamo. L'unica accortezza è di salvare immagini con risoluzione inferiore ai 16 megapixel e video con risoluzione FullHD (1920x1080), altrimenti i contenuti andranno a occupare lo spazio che abbiamo a disposizione su Google Drive.

 

Attivare backup google foto

 

Tutto quello che dovrete fare per attivare il backup di foto e video è aprire Google Foto, accedere al menu premendo sul pulsante hamburger (le tre linee in orizzontale) e scegliere Impostazioni. Qui pigiare su Backup e sincronizzazione e attivare la funzionalità premendo sull'interruttore in corrispondenza di "Backup e sincronizzazione"; nella parte bassa della schermata, invece, potrete modificare altre preferenze, come la qualità delle immagini, quali cartelle fotografiche salvare nel cloud e scegliere se caricare le immagini con rete dati o Wi-Fi (optate per la seconda opzione, ovviamente, a meno che non vogliate consumare tutto il vostro traffico dati).

Backup della nostra musica

 

Google Play Music

 

Se siamo degli amanti della musica, prima di eseguire un reset del telefono sarà importante salvare le canzoni e le tracce musicali o audio presenti sul nostro dispositivo. Google Play Music è una delle applicazioni che ci consente di spostare gratuitamente in cloud più brani: 50 mila: una cifra più che sufficiente anche per il più grande degli audiofili. L'unica pecca di Google Play Music è che non supporta i file audio FLAC ad alta qualità. Per caricare la propria libreria musica sul Play Music, però, dovrete fare tutto da PC, sfruttando il client Music Manager o l'estensione per Chrome Google Play Musica.

Backup dei nostri documenti di lavoro

Lo smartphone, però, è diventato sempre più uno strumento indispensabile per il nostro lavoro. Dallo smartphone leggiamo e rispondiamo a e-mail; scarichiamo e creiamo documenti; analizziamo fogli di lavoro e li commentiamo. Insomma, una sorta di ufficio portatile contenente documenti di lavoro riservati e da conservare. Prima del reset Android, dunque, è il caso di salvarli, magari sfruttando il cloud storage di Google Drive. Il servizio di Big G, infatti, mette a disposizione ben 15 gigabyte di spazio gratis, dove poter archiviare tutto quello che si vuole.

 

Backup Google Drive

 

Per salvare sulla nuvola i file archiviati nella memoria dello smartphone non dovrete far altro che aprire Google Drive, premere sul pulsante "+" nell'angolo in basso a destra (quello all'interno del cerchio azzurro) e scegliere se creare una cartella dove inserire i file oppure premere direttamente su "Carica" e scegliere quali file inserire nel nostro spazio personale sulla nuvola.

Backup dei messaggi

 

 

Se prima di riportare il nostro smartphone Android ai dati di fabbrica ci interessa salvare i messaggi inviati e ricevuti allora dovremo affidarci a un'applicazione come Organizer SMS di Microsoft. Si tratta di un semplice servizio da usare per spostare in cloud, su Google Drive, tutti gli SMS del nostro device. L'app di Microsoft è molto intuitiva con un'interfaccia grafica basilare ma non mancano le personalizzazioni. Per esempio, possiamo dividere i messaggi per categoria (lavoro, personali, promozionali e così via). E c'è anche la funzione per distinguere i messaggi con date e orari in modo tale da creare un nostro promemoria.

Backup del launcher

Se usiamo un launcher sul nostro smartphone Android possiamo salvare tutte le impostazioni e le personalizzazioni create nel tempo per averle nuovamente con pochi click una volta completato il reset del device. La maggior parte dei launcher per Android ha infatti la funzione backup. In generale è bene ricordarsi che qualsiasi smartphone Android ha delle proprie funzione di backup. Se per esempio possediamo un Google Pixel o un Samsung oltre ai dati già visti potremo salvare in cloud anche i registri delle chiamate, i contatti, il calendario, gli sfondi e le impostazioni della schermata iniziale.

 

13 luglio 2018

copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail