apple proraw

Come usare ProRaw su iPhone 12

Con il nuovo formato Apple riafferma il suo dominio nel settore della fotografia e del photoediting professionali
Come usare ProRaw su iPhone 12 FASTWEB S.p.A.

ProRAW è il formato dedicato alla fotografia che Apple ha scelto di tenere a battesimo in contemporanea con il lancio del sistema operativo iOS 14.3 per i suoi due smartphone di punta, iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max. Per chi è già avvezzo al mondo della fotografia è chiaro come il passaggio al RAW non faccia che apportare grandi benefici, soprattutto in termini di postproduzione delle immagini.

ProRAW, le caratteristiche su iPhone 12

Su iPhone 12, il formato ProRAW di Apple è rappresentato dall'estensione universale DNG. Vista la quantità di informazioni contenute in un file RAW, il quale a differenza di altri formati, conserva dati importanti per ricostruire l'immagine in fase di modifica post scatto, le fotografie scattate in in ProRAW tendono a essere decisamente più pesanti in fatto di MB rispetto alle immagini compresse.

Per questo motivo, non è inusuale incontrare file immagine di dimensioni che vanno da 25 MB fino a 40 MB, superando nella dimensione inferiore ben di ben 10 volte il corrispettivo in HEIF/JPG. Il tutto avviene grazie a un concentrato di dati direttamente dal sensore, il supporto per la profondità di colore a 12-bit invece di 8-bit e una qualità dell'immagine decisamente superiore.

ProRAW, quando è possibile utilizzare il formato su iPhone 12

iphone 12

Il formato ProRAW può essere utilizzato con tutte le singole lenti presenti su entrambi i modelli più evoluti di iPhone. Questo vale anche per le modalità avanzate o particolari, come Smart HD, Deep Fusion e Night mode (ovvero quella dedicata agli scatti con poca luce o di notte). Non è invece disponibile in alcuni casi, come i video, i quali sfruttano un formato completamente dedicato e per questo differente, la modalità Ritratto e le foto Live.

Una delle comodità di questo particolare formato è che, per modificare le foto salvate in DNG, non è necessario utilizzare un editor di terze parti ma è possibile sfruttare direttamente l'applicazione Fotocamera così come Foto. Ovviamente, per una maggiore possibilità di azione sui file è possibile orientarsi su altre app, più performanti o in grado di agire su un numero maggiore di dati incamerati nel file.

ProRAW, come utilizzarlo su iPhone 12 Pro e iPhone 12 Max

iphone 12

Per utilizzare il formato ProRAW è necessario abilitarlo poiché non viene utilizzato di default dalla fotocamera del melafonino. Fortunatamente, farlo è molto semplice: è sufficiente accedere alle impostazioni del telefonino, scorrere le voci fino a raggiungere Fotocamera ed effettuare il tap per entrare nella voce di menu.

Una volta all'interno, è necessario selezionare la voce Formati e attivare il selettore a fianco dell'etichetta Apple ProRAW. Una volta abilitato, è necessario selezionarlo anche all'interno dell'app Fotocamera. Ovviamente, anche se abilitato, è possibile cambiare questa impostazione in ogni momento, sia se si vogliono scattare fotografie per le quali non è richiesta una particolare qualità o non si intende effettuare operazioni di photoediting successivamente, sia se si vuole risparmiare spazio di archiviazione sul proprio dispositivo. Se l'attivazione del formato è stata effettuata correttamente, una volta all'interno dell'app Fotocamera è possibile notare in alto a destra l'icona RAW.

Se il telefono è in modalità panorama, l'icona viene posta nell'angolo in alto a sinistra. Per scattare una foto nel formato è sufficiente fare tap sull'icona e procedere con lo scatto. Quando selezionata, l'icona appare priva del segno diagonale posto su di essa in modo da avere una conferma dell'operazione. Una volta scattata la foto in ProRAW, è possibile procedere con l'editing. Una volta nel rullino, è possibile riconoscere le immagini nel formato poiché nell'angolo in alto a sinistra è presente un'etichetta che ne evidenzia la particolarità. Per modificarla, è sufficiente selezionare la voce Modifica nell'applicazione e procedere con tutte le operazioni di postproduzione.

ProRAW, quali sono le migliori app per l'editing delle foto

photoediting

Come anticipato, su iPhone è possibile utilizzare applicazioni proprietarie Apple, attraverso per esempio le opzioni del rullino. A questo si aggiungono anche app di terze parti, come Adobe Lightroom o Halide, una delle applicazioni dedicate a questo tipo di editing più apprezzate tra gli utenti dell'App Store di Cupertino.

L'importante è ricordare che il formato ProRAW può essere editato su tutti gli iPhone e iPad che supportano e hanno installato iOS e iPadOS a partire dalla versione 14.3. Per la sincronizzazione delle immagini attraverso i propri dispositivi della mela morsicata, il quartier generale di Cupertino fa sapere che è necessario utilizzare iCloud Foto, il sistema di conservazione di immagini proprietario che di default viene assegnato a ogni account Apple e che ha, di base, una dimensione di 5 GB da condividere con altre tipologie di file come email, contatti, backup e molto altro.

Per un risultato professionale, invece, può essere opportuno trasferire la fotografia in questione su un computer, desktop o laptop, con sistema operativo PC o Mac su cui sfruttare programmi specifici per questa operazione, proprio come la versione dedicata di Adobe Lightroom, disponibile per Windows e macOS, o RAW Power, specifico per il sistema operativo di Cupertino. Come per i dispositivi mobile, Mac e Macbook Air/Pro devono poter contare su macOS Big Sur 11.1 o versioni successive per poter effettuare modifiche alle immagini.

In ogni caso, per ottenere dei risultati sufficienti utilizzando questo formato dalle molteplici sfaccettature è consigliabile avere delle basi di photoediting, in modo da conoscere le caratteristiche delle voci modificabili e sapere come vanno a influire sull'aspetto di una foto. Sembra molto più difficile di quanto si possa pensare, sebbene sono tantissime le guide in rete che consentono di avere almeno un'infarinatura sull'argomento. In alternativa, si può iniziare imparando sul campo, giocando con le impostazioni di una foto e vedendo come reagisce sotto le modifiche alle sue impostazioni.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail