Chromecast

Chromecast, ultrasuoni e pairing le novità in arrivo dal Google I/O

Dal mirroring dello smartphone Android sino al Backdrop, ecco tutte le nuove funzionalità di Chromecast
Chromecast, ultrasuoni e pairing le novità in arrivo dal Google I/O FASTWEB S.p.A.

Il Google I/O 2014 della scorsa settimana non è stato un evento monotematico, incentrato sulle – pur tante – novità di Android L. Nel corso della conferenza, durata oltre due ore e trenta minuti, gli ingegneri che si sono succeduti sul palco hanno avuto occasione di parlare anche degli altri progetti che vedono impegnata la società di Mountain View. Tra questi, gli aggiornamenti e le migliorie apportate a Google Chromecast hanno ricevuto attenzioni particolari da pubblico, giornalisti e critica.

Per battere la concorrenza dei vari Apple TV, Fire TV et similia (e in attesa che Android TV diventi realtà), Big G presenta un dongle TV rinnovato nelle funzionalità e per questo, molto probabilmente, più appetibile.

Mirroring

La novità più importante è rappresentata dalla possibilità di effettuare il mirroring dello smartphone Android sul televisore ad alta definizione del salotto di casa. Grazie al Chromecast, tutti i contenuti, le app e le funzionalità presenti nel proprio telefonino potranno essere riprodotte sul grande schermo del televisore senza grosse problematiche. Dalle videochiamate alla navigazione web, dai video in streaming su YouTube e altre piattaforme sino ad arrivare alle mappe di Google Earth, tutto potrà passare direttamente dal display del dispositivo mobile allo schermo del TV. E per evitare che qualche “furbetto” possa inserirsi all'interno della rete casalinga sfruttando il dongle con Chrome OS e rubare dati sensibili, Google ha implementato una funzionalità di sicurezza avanzata per evitare di condividere le credenziali di accesso della propria rete tra dispositivi non sicuri.

 

Mirroring con Chromecast

 

Al momento del lancio, i dispositivi compatibili saranno lo HTC One M7, LG G2, LG G2 Pro, Nexus 4, Nexus 5, Nexus 7 (2013), Nexus 10, Samsung Galaxy Note 3, Samsung Galaxy S4, Samsung Galaxy S5. Nei prossimi mesi, invece, la compatibilità sarà estesa ad una vasta collezione di modelli.

Associazione ad infrasuoni

Chi possiede un Chromecast sa benissimo che l'associazione con un dispositivo – smartphone, tablet o computer – può avvenire solo all'interno della stessa rete Wi-Fi. Nel caso in cui si volesse “aggiungere” un nuovo dispositivo per il casting, sarebbe necessario che questo si collegasse alla stessa rete del dongle TV e si procedesse successivamente all'associazione dei due gadget tecnologici. Oggi tutto ciò non sarà più necessario.

 

Associazione con ultrasuoni

 

Come mostrato nel corso del Google I/O, il gigante di Mountain View ha implementato una nuova tecnologia basata sull'utilizzo degli infrasuoni. Con l'aggiornamento software (atteso per le prossime settimane), il Chromecast sarà in grado di trasmettere segnali ad ultrasuoni tramite gli altoparlanti del televisore. Grazie a questi segnali smartphone e tablet nelle vicinanze potranno effettuare l'associazione con il dongle TV anche se non connessi alla rete Wi-Fi.

Backdrop

L'ultima novità renderà felici molti utenti già in possesso del piccolo dongle con Chrome OS da connettere alla presa HDMI del televisore. Con Backdrop – questo il nome della nuova funzionalità – Chromecast potrà trasformare il televisore in una grande cornice digitale: nei momenti “morti” l'utente potrà decidere di mostrare screensaver e sfondi animati.

 

Backdrop

 

La selezione potrà essere effettuata in diverse modalità: ci si potrà affidare al dongle, che sceglierà alcune delle immagini più belle del web (da Flickr o da alcuni musei, ad esempio), oppure l'utente stesso potrà contribuire condividendo con il dispositivo alcune delle immagini salvate nella memoria dello smartphone o del tablet Android o sul proprio account Google+.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail