Spegnimento router Wi-Fi

Router sempre acceso, vantaggi e svantaggi

La gran parte di noi tiene il router sempre acceso, anche quando non è in casa. Ma è un'abitudine corretta, o sarebbe meglio spegnerlo?
Router sempre acceso, vantaggi e svantaggi FASTWEB S.p.A.

Tutti ormai abbiamo una rete Wi-Fi in casa, solitamente gestita da un router che ci viene fornito direttamente dal nostro Internet Service Provider (ISP, chi ci fornisce l'accesso a Internet in abbonamento). La maggior parte dei router di casa viene acceso la prima volta quando si installa, all'attivazione del contratto, e poi lasciato lì e mai spento. Molti router si spengono solo quando va via la corrente elettrica e si riaccendono da soli quando la luce ritorna.

Sono pochissimi gli utenti Internet, infatti, che preferiscono spegnere la rete la notte o quando sono fuori casa: la maggior parte di essi, al contrario, non spegne il router proprio mai. Ma cosa è meglio fare? Quali sono i vantaggi, e quali gli svantaggi, di non spegnere mai la rete?

Rete sempre accesa: i vantaggi

La rete sempre accesa è, prima di tutto, comoda: a qualsiasi ora del giorno e della notte, se avremo bisogno della connessione a Internet, il router ce la fornirà. A meno che non ci siano problemi di connessione, infatti, il router sarà già acceso e pronto ad esaudire le nostre richieste: se soffriamo di insonnia, quindi, anche di notte avremo da fare se proprio non riusciamo a dormire.

Router acceso

Se alla rete domestica avremo connesso un sistema di videosorveglianza IP in cloud, di quelli che inviano le immagini registrate ad un server remoto, allora lasciare acceso il router tutto il giorno sarà fondamentale altrimenti rischieremo di avere dei "buchi" temporali più o meno lunghi nelle immagini. E se il ladro entra proprio quando la rete è spenta nessuno lo vedrà mai.

Quando un router viene spento e poi riacceso, inoltre, ci mette un po' prima di connettersi effettivamente alla rete: prima si deve avviare, poi deve fare i test di rito per controllare che tutto l'hardware funzioni correttamente, poi deve agganciare la linea e, infine, si potrà connettere al nostro ISP. Nel frattempo, però, noi resteremo senza connessione e potremo affidarci solo alla rete dati cellulare, se stiamo usando lo smartphone.

Tra l'altro ognuno di questi cicli di accensione e spegnimento è impegnativo per il router che, di conseguenza, se acceso e spento di frequente potrebbe rompersi prima del previsto. D'altra parte, va anche considerato che tenere accesa la rete anche di notte ci costa: il router consuma elettricità, anche se non molta.

Router disconnesso

Rete sempre accesa: gli svantaggi

Lo svantaggio principale di tenere la rete Wi-Fi sempre accesa in casa è relativo alla sicurezza della rete stessa: fintanto che il router è acceso, infatti, può diventare oggetto di un attacco remoto da parte di un hacker. O di un attacco locale, se il criminale informatico è abbastanza vicino al router da captarne il segnale. Se l'hacker riesce a "bucare" il router allora per lui il gioco è fatto: potrà accedere senza grossi problemi a tutti i nostri dispositivi che sono connessi a quel router: dagli smartphone alla smart TV.

Con il router spento, oltre ad essere momentaneamente inattaccabili da ogni tentativo di intrusione, risparmieremo anche un po' sulla bolletta elettrica. Inoltre, se le antenne del router non stanno lavorando attivamente avremo anche meno interferenze su altri dispositivi elettronici eventualmente presenti in loco. Infine, un router spento non fa rumore. Anche se solitamente i router più recenti, anche se accesi, di rumore ne fanno molto poco.

Pulsante di accensione del ruoter

Rete Wi-Fi: meglio spegnerla?

A questo punto, quale è la cosa migliore da fare? È meglio spegnere il router quando non ci serve la rete oppure lasciarlo acceso? Se la nostra preoccupazione principale è la sicurezza, allora tutto dipende dal router e da come lo abbiamo configurato: se il dispositivo è dotato di crittografia almeno WPA2 (meglio ancora se WPA3) e abbiamo modificato i dati di accesso di fabbrica, allora siamo abbastanza protetti dagli attacchi esterni. Altrimenti no.

Se abbiamo un impianto di videosorveglianza che deve restare connesso H24, invece, c'è poco da fare: è meglio tenere acceso il router tutto il giorno. Se però non abbiamo uno di questi impianti e dobbiamo star lontani da casa per diversi giorni, per lavoro o per vacanza, allora è decisamente meglio spegnere il router prima di chiudere la porta e riaccenderlo quando rientriamo stabilmente a casa. In questo modo, come dice il detto, salveremo capra e cavoli: durante la nostra assenza nessuno potrà entrare nella nostra rete, non sprecheremo corrente elettrica, ma non avremo neanche la necessità di accedere frequentemente al router perché non siamo fisicamente vicini al dispositivo e nel raggio d'azione della rete domestica.

copyright CULTUR-E
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai notizie e approfondimenti sul
mondo del Cloud, della Sicurezza e della
Digital Transformation!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail