Scheda video in fase di montaggio

Come fare test della scheda video

Mettere alla prova la scheda grafica può tornare utile per valutarne le performance e ottimizzare i carichi di lavoro. Ecco quali software utilizzare
Come fare test della scheda video FASTWEB S.p.A.

Avete appena acquistato una nuova scheda video e, a dispetto di quanto affermato dalla casa produttrice, non vi sembra così performante come vi aspettavate? Non preoccupatevi: se volete avere una risposta veloce ai vostri dubbi vi basterà scegliere uno dei tanti programmi per testare scheda video e verificare se siete voi a sbagliare valutazione (ed aspettative) o se, effettivamente, l'acceleratore grafico che avevate comprato per il vostro PC gaming ha qualche problema.

Questi software, utili per compiere stress test, mettono sotto pressione la scheda video – non solo la GPU, ma anche la memoria RAM e gli altri componenti elettrici del dispositivo – per valutare se la risposta agli "stimoli" è quella attesa. Grazie ai software per testare la scheda video si potranno raccogliere e valutare dati come la frequenza operativa massima di GPU e RAM, le temperature di picco e molto altro ancora.

 

Montare la scheda video nella scheda madre

 

Perché testare scheda video

Compiere stress test sulla scheda video, dunque, potrebbe rivelarsi più utile di quanto pensiate. Un semplice test, ad esempio, può aiutarvi a individuare un'anomalia e ottenere dal produttore una riparazione o il cambio della periferica hardware. Non solo: gli stress test permettono di comprendere in maniera più precisa quali siano le reali performance della scheda video, senza doversi basare su quanto dichiarato dal produttore. A dispetto di quanto si possa pensare, si tratta di un dato fondamentale: conoscendo i picchi di performance, si potrà ottimizzare il funzionamento della scheda video e ottenere il massimo mentre giochiamo con il nostro titolo preferito.

  • Testare scheda video con 3D Mark. A metà strada tra uno stress test "puro" e un applicativo del mondo gaming, 3D Mark permette di chiarirsi le idee su come dovrebbe comportarsi la scheda video nell'elaborazione dei videogame più "pesanti". L'utente, comunque, può impostare il software a proprio piacimento, andando a scaricare test differenti a seconda delle proprie necessità

 

Test 3DMark

 

  • Testare scheda video con FurMark. Se volete mettere realmente alla prova la GPU e le altre componenti elettriche della scheda video, FurMark è uno dei stress tester più indicati per voi. Il carico di lavoro cui sottopone la scheda grafica è ben al di sopra di qualunque altro titolo, consentendovi così di individuare il "picco prestazionale" della periferica hardware. Quando inizierete a vedere artefatti ed errori visivi, vorrà dire che il software si è spinto oltre e che la scheda non è in grado di gestire correttamente il carico indicato

 

 

  • Testare scheda video con Unigine Valley e Unigine Superposition. Sconfinate distese di foresta alberata per valutare la capacità di elaborazione della GPU oppure un test omnicomprensivo che mette a dura prova un po' tutto l'hardware della macchina e non solo la scheda video. Questi, rispettivamente, i "compiti" che Unigine Valley e Unigine Superposition sono in grado di compiere. Si scaricano gratis dal sito della casa sviluppatrice e possono essere installati su qualunque PC, anche se un po' datato (consultate, comunque, i requisiti minimi indicati nella pagina di ogni prodotto prima di installarlo)

Come testare scheda video

Misurare le performance della scheda video è meno complesso di quanto si possa credere. Basterà scegliere uno dei tanti software presenti online e avviare lo stress test prescelto: al termine, si potranno consultare i risultati e trarne le dovute considerazioni. Molto utile affiancare ai software per i test anche dei programmi per il monitoraggio delle prestazioni e delle performance della scheda video, che permettono di analizzare il tutto con "occhio distaccato".

 

Particolare della GPU

 

Occhio agli stress test

Come detto in varie occasioni, i test condotti dai vari software servono a mettere "sotto stress" le componenti della scheda video e valutarne così la capacità di lavoro. C'è da dire, però, che come tutti gli stress test, anche quelli relativi a GPU e memoria RAM video hanno i loro lati negativi: se ripetuti troppo di frequente (o in caso di qualche piccolo difetto e malfunzionamento della scheda) potrebbero causare dei danni permanenti e difficilmente riparabili. Questo porterebbe, dunque, alla rottura della scheda video e probabilmente all'impossibilità di ottenere un cambio in garanzia o un rimborso per la componente hardware: la colpa di quanto accaduto, infatti, sarebbe da addebitare completamente all'utente e non a parti difettose della scheda.

copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail