Fastweb

Cos’è un proxy server e come configurarlo

fax Web & Digital #hacker #fax Come gli hacker rubano informazioni usando solamente il numero del fax I ricercatori di Check Point hanno scoperto una vulnerabilità che colpisce i fax ed è in grado di penetrare nella rete aziendale e rubare dati preziosi. Ecco come difendersi
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Cos’è un proxy server e come configurarlo FASTWEB S.p.A.
Un rack server
Internet
Alla scoperta di una delle opzioni disponibili per navigare in incognito online

 

Tra le tante opzioni per la navigazione in incognito, quella del Proxy Server è tra le più utilizzate, soprattutto nella comunità geek. Grazie a questo accorgimento, infatti, si riesce a nascondere il proprio indirizzo IP, ossia il dato che in Internet definisce la propria identità digitale, dietro un altro indirizzo. In tal modo diventa possibile navigare in maniera anonima.

Volendo fare un parallelo, è esattamente quello che succede quando un individuo decide di fare telefonate personali passando attraverso un centralino aziendale: in questo caso il numero di chi chiama risulta quello dell’azienda e non quello personale, permettendo al nostro ipotetico individuo di conservare un certo anonimato.

Nello specifico, cos’è un Proxy Server? E’ un’infrastruttura,  hardware oppure  software, che permette di interfacciare un computer client e un server all’interno di una rete (sia essa una rete domestica oppure mondiale). In questo modo il server proxy agisce da vero e proprio intermediario, una sorta di “ponte” informatico, agendo da tramite tra le richieste che arrivano dal computer client e le risposte che arrivano da Internet. In pratica, se un nodo della rete (ad esempio un computer) dovesse avere bisogno, ad esempio, del file hello_world.exe presente in uno dei server Internet ma non volesse, per svariati motivi, scaricarlo direttamente, potrebbe ottenerlo ugualmente tramite un server proxy. Scegliendo per questa opzione, il computer client invia la richiesta per il file al proprio server proxy, il quale la analizza e la gira poi al server dove è effettivamente hostato, ossia ospitato, il file voluto. A questo punto sarà il server proxy a scaricare effettivamente il file per poi girarlo al computer client che ne aveva fatto richiesta. In altre parole, invece di avere una connessione diretta tra computer e server finale, come nella stragrande maggioranza dei casi, in questo caso particolare avremo una connessione a tre nella quale è coinvolto anche un secondo server, il cosiddetto proxy server, che si posiziona come intermediario tra i due estremi.

Ma come può questa procedura avere un’influenza sulla sicurezza informatica dell’internauta? La risposta è semplice: perché, come accade con TOR, l’indirizzo IP dell’utente non comparirà mai direttamente nel corso della navigazione, mentre sarà visibile soltanto quello associato al server proxy. Per questo i proxy sono molto utilizzati in quegli stati dove la censura (stampa e web) si fa sentire. I dissidenti e i giornalisti scomodi, grazie a connessioni proxy, possono navigare in completo anonimato, raggiungendo siti web altrimenti a loro inaccessibili. Non solo. Possono anche condividere informazioni e diffondere notizie senza che la loro identità reale sia messa a rischio, come è spesso avvenuto nel corso della cosiddetta Primavera araba.

La configurazione di un proxy server è tutt’altro che complicata. Ecco come farlo in pochi passi.

È necessario anzitutto aprire il Pannello di Controllo, selezionare la voce Rete e internet e poi cliccare su Opzioni Internet. Nella scheda Connessioni bisogna cliccare sull’etichetta Opzioni LAN e scegliere la voce Utilizza un server proxy per le connessioni lan. A questo punto sarà sufficiente impostare l’indirizzo IP e la porta che servirà per le comunicazioni con il server proxy, cliccare su Ok e il processo di configurazione è terminato.

 

Configurazione proxy server

 

L’indirizzo IP e la porta di uscita variano a seconda del proxy server che intendete utilizzare: sul web potete trovare decine di liste (come quella di Hide my ass, ad esempio) tra le quali cercare il server che più si adatta alle vostre esigenze a cui è sempre associato il numero di porta da inserire nell’ultima fase del processo di configurazione. Lo potrete scegliere in base alla nazione (se, ad esempio, volete navigare come foste un utente statunitense, dovete scegliere un proxy USA), al protocollo utilizzato, al livello di anonimato garantito e alla velocità assicurata.

Un altro modo per dotarsi di un server proxy è quello di utilizzare un’apposita estensione del proprio web browser. Una delle più utilizzate dagli utenti di Chrome e Firefox è FoxyProxy. Anche in questo caso la sua configurazione è molto semplice: dopo aver installato l’estensione sul proprio PC, è necessario entrate nelle Opzioni dell’estensione e cliccare su Add New Proxy. A questo punto, è sufficiente inserire tutti i dati richiesti, ossia l’indirizzo IP del proxy da utilizzare e la porta dalla quale dovrà uscire la connessione.

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #computer #server #client #internet #rete #server proxy #proxy server #proxy #online #web #sicurezza informatica

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.