Fastweb

Come funziona il Wi-Fi Direct

5G Internet #5g #connessione 5G, raggiunta la velocità di 1Gb negli Stati Uniti AT&T raggiunge per prima questa velocità ma in particolari condizioni
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come funziona il Wi-Fi Direct FASTWEB S.p.A.
Stampante Wi-Fi connessa a smartphone con Wi-Fi Direct
Internet
Tecnologia di connessione peer-to-peer, trasforma un dispositivo Wi-Fi in access point senza fili e consente di creare un collegamento diretto tra due device

Lo avrete notato, magari, nell'elenco delle connessioni Wi-Fi disponibili da computer o smartphone e non ci avrete nemmeno dato troppo peso. Lo avrete considerato un nome curioso, scelto da un utente che, in una maniera o in un'altra, voleva differenziare la sua rete Wi-Fi da quella del vicinato e renderla più sicura (uno dei trucchi per migliorare la sicurezza della rete senza fili di casa è proprio cambiarne il SSID). Quel "DIRECT-xxxx", invece, sta a rappresentare una rete wireless creata sfruttando il protocollo Wi-Fi Direct (detto anche Wi-Fi peer-to-peer), una delle ultime novità nel settore delle reti senza fili.

Che cos'è e a cosa serve il Wi-Fi Direct

Adottato da un numero crescente di dispositivi elettronici, il Wi-Fi Direct è una tecnologia peer-to-peer che permette di creare una connessione diretta tra due device compatibili senza che sia necessario passare attraverso un router. Si tratta, dunque, di una connessione punto-punto, simile a quella che si viene a creare tra dispositivi Bluetooth, NFC e altre tecnologie di connettività senza fili a corto raggio. A differenza di quest'ultime, però, il Wi-Fi Direct ha un raggio d'azione molto più ampio e una banda di trasmissione dati più ampia e veloce.

 

 

Concepito per facilitare la connessione tra vari dispositivi Wi-Fi e consentire lo scambio di dati anche nel caso in cui non ci sia un router nelle vicinanze, il Wi-Fi Direct può essere utilizzato per gli scopi più vari. Ad esempio, se avete acquistato di recente una stampante Wi-Fi è molto probabile che sia compatibile con lo standard: basterà connettere il computer o lo smartphone alla rete Wi-Fi "DIRECT-xxx" (al posto di "xxx" troverete la marca e il modello della vostra stampante, ovviamente) e potrete stampare senza grossi problemi e senza dover passare attraverso le complesse procedure di configurazione della WAN (Wireless Access Network) casalinga. Allo stesso modo, il Wi-Fi Direct può essere utilizzato per creare una piccolissima LAN (tra due laptop o tra un laptop e uno smartphone) e scambiare dati tra i due dispositivi anche se non si è connessi allo stesso router.

Come funziona il Wi-Fi Direct

Di fatto, il Wi-Fi Direct "traveste" il dispositivo da access point wireless e permette a un altro device di connettersi alla rete senza fili da esso generata. Il tutto sfruttando hardware già esistente e una serie di protocolli che consentono di effettuare la connessione in maniera immediata e sicura.

 

Il Wi-Fi Direct può essere usato per mostrare le foto dello smartphone sul TV

  • Modulo Wi-Fi. Alla base del funzionamento del Wi-Fi Direct troviamo, ovviamente, il modulo Wi-Fi solitamente implementato all'interno dei dispositivi compatibili con lo standard IEEE 802.11. Dotato di antenne per la ricezione e l'invio di dati, permette di trasformare qualunque device in un access point senza fili e consentire, dunque, la connessione con altri dispositivi Wi-Fi
  • Wi-Fi Direct Device and Service Discovery. Protocollo creato ad hoc per il Wi-Fi Direct, consente ai dispositivi compatibili di "trovarsi" e condividere una lista di servizi supportati da entrambi. Si tratta di un'operazione preliminare fondamentale nell'ottica di garantire un'esperienza utente semplice e lineare
  • Wi-Fi Protected Setup. La connessione tra due dispositivi è garantita, invece, dallo standard WPS (acronimo di Wi-Fi Protected Setup), che consente di creare un collegamento senza che sia necessario inserire password o altre chiavi di riconoscimento
  • WPA2. La connessione tra i due dispositivi viene comunque crittografata sfruttando il protocollo WPA2, uno dei più sicuri tra quelli oggi disponibili sul mercato
copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #wi-fi #stampante #bluetooth

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.