Quando si parla di accessibilità sul web si fa riferimento alla possibilità che anche gli utenti con disabilità usufruiscano delle esperienze di navigazione online offerte da un sito web o da una applicazione.

Per far sì che questo accada, lo sviluppo del sistema informatico deve avvenire tenendo conto delle specifiche esigenze di ogni utente. L’accessibilità assume, infatti, un significato diverso a seconda della disabilitàche può essere visiva, uditiva, fisica, vocale, cognitiva, di linguaggio, di apprendimento e neurologica.

Siti e app devono essere accessibili per fornire pari opportunità di usabilità a persone con abilità diverse

Le WCAG (acronimo di Web Content Accessibility Guidelines) sono diventate un elemento essenziale nel garantire la continua evoluzione dell’accessibilità web. Emanate dal W3C (World Wide Web Consortium), le linee guida forniscono indicazioni pratiche agli sviluppatori dei siti web e delle applicazioni per rendere i contenuti più accessibili per tutti senza discriminazioni.

Accessibilità nelle app: perché è importante

Accessibilità

Shutterstock

La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità riconosce l'accesso alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione come un diritto umano fondamentale. Inoltre, l’accessibilità sostiene l'inclusione sociale degli anziani, delle persone in aree rurali e di quelle nei paesi in via di sviluppo e avvantaggia le persone senza disabilità in una varietà di situazioni.

Al di là di un imperativo etico e morale, sviluppare siti e app accessibili aumenta il bacino di persone che si possono raggiungere e semplifica la vendita di beni e servizi. Il compito degli sviluppatori è assicurarsi di seguire le linee guida sull'accessibilità e di soddisfare gli standard WCAG, anche per conformarsi alle leggi in vigore.

Sviluppando un'app pensando all'accessibilità, si è in grado di fornire una buona esperienza a tutti gli utenti

Le WCAG 2.1 sono state sviluppate dal W3C in collaborazione con singoli e organizzazioni di tutto il mondo per migliorare la guida all'accessibilità anche per allargare lo spettro ai dispositivi mobili. Le WCAG 2.1 si basano sulle WCAG 2.0, che a loro volta si basano sulle WCAG 1.0 e sono progettate per applicarsi a diverse tecnologie Web sia adesso che in futuro, nonché per essere verificabili tramite una combinazione di test automatici e valutazione umana.

L’Accessibility act è la norma europea che punta a portare più inclusività nella società: con questa legge le persone con disabilità potranno accedere più facilmente a prodotti e servizi informatici, che dovranno avere specifici requisiti di accessibilità per garantire a tutti la fruizione. Lo schema di decreto legislativo approvato il 27 maggio 2022 in Italia recepisce la direttiva europea n. 2019/882.

Principi di base per l'accessibilità nelle app

Accessibilità

Shutterstock

La maggior parte delle basi dell'accessibilità sono abbastanza facili da implementare. Tuttavia, se non si ha confidenza con questo paradigma, ci vuole tempo e impegno per apprendere problemi e soluzioni comuni. Ecco i punti da cui partire per l’accessibilità nelle app.

Anzitutto, informazioni e componenti dell'interfaccia utente devono essere percepibili dagli utenti. Come le immagini non sono disponibili per le persone che non possono vedere, i file audio non sono accessibili a chi non può sentire. In un contesto di accessibilità il suono, solitamente sotto forma di screen reader, viene utilizzato per compensare le informazioni visive mancanti. 

Utile è fornire alternative testuali per qualsiasi contenuto non testuale così da essere modificato in altre forme, come caratteri grandi, braille, parole, simboli o un linguaggio più semplice. Tanto quanto semplificare la visione e l'ascolto dei contenuti, separando i contenuti in primo piano dallo sfondo. Ancora, la visualizzazione e il funzionamento di un contenuto non devono dipendere dall’orientamento dello schermo (verticale o orizzontale) a meno che non sia essenziale.

Quando siti Web, app, tecnologie o strumenti sono progettati in modo errato, possono creare barriere che escludono le persone dall'utilizzo che offrono

In secondo luogo, i componenti dell'interfaccia utente e la navigazione devono essere utilizzabili. Visto che alcune persone non possono usare un mouse, inclusi molti utenti anziani con un controllo motorio fine limitato, un sito web accessibile non si basa su mouse o touchpad, ma rende tutte le funzionalità disponibili da tastiera. Su app mobile, il tocco o altri gesti devono essere configurabili in modo che un utente non sia vincolato a un gesto specifico.

Le persone con disabilità possono utilizzare tecnologie assistive che imitano la tastiera o software di comando vocale. Inoltre, è fondamentale fornire agli utenti abbastanza tempo per leggere e utilizzare i contenuti e aiutare gli utenti a navigare, trovare contenuti e determinare dove si trovano.

Accessibilità nelle app e best practice

Accessibility

Shutterstock

Un altro principio esorta a rendere comprensibili le informazioni e il funzionamento dell'interfaccia utente. Ciò significa rendere il contenuto del testo leggibile e comprensibile, fare in modo che le pagine Web appaiano e funzionino in modi prevedibili, aiutare gli utenti a evitare e correggere gli errori.

A livello pratico, è importante che l’app venga testata a diverse risoluzioni e a livello di colore, ci deve essere un chiaro contrasto tra primo piano e sfondo. Scegliere un font di fantasia può essere attraente per alcuni, ma illeggibile per altri. Ancora, se si fa clic su un menu di navigazione, ci si aspetta che si comporti come tale. Se viene commesso un errore su un modulo, un messaggio di errore indica la posizione dell'errore e suggerisce come risolverlo. 

L'accessibilità non è solo una caratteristica. È un must per ogni applicazione mobile

Infine, il contenuto deve essere abbastanza robusto per essere interpretato in maniera affidabile da una grande varietà di programmi utente, comprese le tecnologie assistive. Lo scopo è quello di rendere gli utenti consapevoli di importanti cambiamenti nel contenuto a cui non viene data l’attenzione, e di farlo in un modo che non interrompa inutilmente il loro lavoro.

Tutti i prodotti software professionali devono essere testati a fondo prima della distribuzione. Per un sito o app accessibile, un tester è in grado di verificare se gli strumenti di accessibilità sono implementati correttamente. Tuttavia, per assicurarsi che le persone con disabilità abbiano una buona user experience, è consigliabile riunire un gruppo beta di persone con disabilità.

Per saperne di più: Perchè utilizzare le APP nella strategia del Marketing Digitale

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb