Il mondo del lavoro non resta immutato, ma cambia costantemente nel tempo per rispondere nella maniera più adeguata possibile alle richieste e alle necessità della società. Le mansioni si sono fatte più complesse, i lavori del futuro richiedono sempre maggiori conoscenze e competenze e accedere ad avanzamenti di carriera può apparire complicato.

Per una crescita professionale costante e importante è opportuno, per i professionisti, essere attenti agli stimoli provenienti dall’ambiente circostante. Il lavoro è diventato dinamico, richiede impegno e formazione continua. 

Per restare competitive, le aziende hanno bisogno di poter contare su un capitale umano di qualità, che si va ad aggiungere a quello economico, fisico ed organizzativo. Solo in questo modo, sarà possibile distinguersi dalla concorrenza e poter offrire soluzioni innovative e soddisfacenti per i clienti.

Se i lavoratori devono fare tutto ciò che è necessario per poter accrescere le loro qualità tecniche e personali, anche le aziende devono fare in modo di fornire loro tutto ciò di cui hanno bisogno per potersi migliorare e avere performance elevate.

Le tre P di Klaus Schwab: un’indicazione per un futuro migliore

business man crescita professionale

Shutterstock

Klaus Schwab, fondatore e presidente del World Economic Forum (WEF), ingegnere, accademico ed economista, nei suoi studi ha evidenziato quali sono gli elementi da rispettare e che sono necessari per una vera crescita, sintetizzandoli nelle tre P: people, planet e progress.

Oggi è professore di economia politica presso l’Università di Ginevra e il WEF, che ha visto il suo esordio nel 1987, è il luogo dove si riuniscono imprenditori, capi di stato, politici e persone influenti provenienti da ogni parte del mondo per poter comprendere come apportare miglioramenti alla società o alle aziende e per poter discutere di questioni importanti che riguardano tutti i cittadini del globo, come ambiente e salute.

Nel 1971 Klaus Schwab organizzò a Ginevra l'European Management Symposium che diventò, nel 1987, l’attuale World Economic Forum (WEF). A partire da allora, gli incontri si tengono annualmente a Davos, in Svizzera

Stando alla teoria delle tre P di cui Klaus Schwab ha parlato, bisogna puntare ad uno sviluppo sostenibile e alla tutela della salute dell’ambiente e del pianeta. Estremamente importante è il benessere delle persone e dei lavoratori, poiché si riflette, in maniera positiva, su tutti gli altri membri della società. 

Cosa è necessario per accedere alla crescita professionale

crescita professionale lavoro di gruppo

Shutterstock

Per poter migliorare l’ambiente circostante, le performance delle aziende per cui si opera, è opportuno crescere a livello personale e professionalmente. Si tratta di due aspetti fortemente interconnessi tra di loro. Nel primo caso, esperienze di vita e background culturale possono essere d’aiuto per avere una maggiore padronanza di sé.

Avere una buona consapevolezza di sé è utile per poter comprendere i propri punti di forza e metterli in risalto e per individuare i propri limiti e trovare possibili soluzioni per superarli, colmare eventuali lacune o rimuovere le interferenze.

Un individuo che possiede sicurezza è meno influenzabile da ciò che di negativo proviene dall’ambiente esterno, sa gestire lo stress e riesce a mantenere la concentrazione anche di fronte alle situazioni più complesse e difficili. Vi è anche una maggiore propensione ad instaurare relazione con gli altri e a rispettare le proprie ispirazioni e desideri.

La crescita professionale deriva dalle competenze tecniche e trasversali possedute e dalla capacità di applicarle e comunicarle a chi si ha di fronte. È collegata agli obiettivi che si riescono a conseguire, al proprio livello di istruzione e di formazione, all’abilità organizzativa e di gestione del tempo. 

La crescita professionale e personale è necessaria sia per i dipendenti che per chi occupa posizioni di rilievo e decisionali. Un miglioramento del capitale umano rende più competitiva sul mercato l’azienda

Consapevoli dell’importanza della crescita professionale dei lavoratori, gli esperti di risorse umane cercano costantemente di prevedere i cambiamenti del futuro e di elaborare delle strategie o mettere in atto delle azioni per gestirle al meglio e per trovare il personale adatto a svolgere le professioni del futuro.

Un buon modo per crescere professionalmente è quello di fare una valutazione della posizione che si è interessati a ricoprire all’interno di un’organizzazione. Individuando tutte le competenze necessarie per poter eseguire specifiche mansioni e poter assumere un determinato ruolo, sarà più facile svilupparle e capire quali attività formative sono le più adatte per raggiungere il proprio obiettivo.

È bene tenere sotto controllo le proprie prestazioni e accertarsi di essere riusciti ad ottenere tutti i risultati desiderati o attesi. È opportuno comprendere come si è riusciti a raggiungere determinati obiettivi, per comprendere quali soluzioni possono essere applicate in futuro.

Studiando il gap tra risultati attesi e risultati ottenuti, sarà possibile individuare limiti ed ostacoli e, attraverso il problem solving, comprendere quale attività avviare per poter migliorare le proprie performance.

La formazione deve essere continua ed è necessario sviluppare una fitta rete di relazioni profittevoli sia a livello personale che per l’azienda. Restare isolati non permette di avviare collaborazioni che possono essere utili non solo per raggiungere gli obiettivi prefissati, ma anche per accrescere le proprie soft skills e competenze tecniche.

Saper gestire il tempo, le emozioni e lo stress, trovare le strade giuste per ottenere i risultati desiderati, saper individuare le opportunità e i rischi provenienti dall’ambiente esterno, consentirà una crescita professionale costante, serena e rispettosa del benessere del lavoratore

Per saperne di più: Quali sono i lavori del futuro?

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb