login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo
ACCEDI CON MYFASTWEB

mostra
Non sei registrato? Crea un account
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.
Torna alla form di Login
Non sei registrato? Crea un account

Esercizi pratici per parlare in pubblico

Ascolta l'articolo

Parlare in pubblico può essere difficile anche per le persone più socievoli: gli esercizi da fare per superare l’ansia e migliorare l’abilità di public speaking

parlare in pubblico con successo Shutterstock

Parlare in pubblico può essere molto difficile, indipendentemente dalla vastità della platea che si ha di fronte. Affrontare piccole riunioni o dover esporre un discorso su un palco davanti a centinaia di persone può causare ansia e stress tanto da impedire all’oratore di ottenere i risultati sperati.

L’abilità comunicativa può essere compromessa dalla paura di parlare in pubblico. Superare questo problema non è impossibile, ma occorre capire da cosa deriva il proprio timore e affrontarlo. Per migliorare, si possono fare diverse tipologie di esercizi: da quelli di respirazione, per calmarsi ed ottenere uno stato d’animo positivo, a quelli pratici.

  • 1. Paura di parlare in pubblico: da cosa è causata e perché occorre combatterla
    Paura di parlare in pubblico

    Shutterstock

    La paura di parlare in pubblico è estremamente diffusa anche tra le persone più socievoli. Non dipende dal carattere e dalla personalità, ma può colpire qualsiasi tipo di persona. Può rappresentare un grosso ostacolo, soprattutto per coloro che, per motivi di lavoro, devono sempre confrontarsi con clienti, stakeholder e colleghi.

    L’ansia di parlare in pubblico può essere incrementata da elementi come la bassa autostima, l’insicurezza, una percezione di sé negativa, il timore del giudizio altrui e il senso di inadeguatezza. Può manifestarsi anche in seguito ad una brutta esperienza, come una dura critica ricevuta di fronte a terze persone o un esame andato male.

    È importante combatterla non solo per superare un limite personale, ma perché l’abilità comunicativa e la capacità di parlare in pubblico sono due delle soft skills più richieste nei contesti lavorativi. Avere dei problemi ad affrontare una platea con sicurezza e a esporre un discorso in modo chiaro, può rappresentare un forte limite per la propria carriera.

    L’ansia di parlare in pubblico può avere effetti molto negativi: può causare tremori, sudorazione e respirazione accelerata. Per parlare in pubblico in maniera disinvolta ci vuole pratica e non a tutti riesce immediatamente. La mancata esperienza può essere un elemento che incrementa la mancanza di fiducia in sé stessi e può portare a spiacevoli blocchi o vuoti di memoria.

  • 2. Parlare in pubblico: il karaoke
    Karaoke per parlare in pubblico

    Shutterstock

    Se il timore di parlare in pubblico non è legato a dei disturbi più complessi, come ad esempio la fobia sociale, può essere superato facendo degli esercizi pratici che portano ad avere maggiore sicurezza in se stessi e nelle proprie capacità. Provare il discorso da solo, riascoltarsi e guardarsi di fronte allo specchio può essere un buon punto di partenza. Si possono individuare eventuali parti da migliorare, i cambiamenti di tono da apportare e i movimenti da evitare.

    Uno degli esercizi più efficaci per migliorare la propria abilità di esposizione di fronte ad una platea è quello del karaoke. È utile per superare la timidezza e la paura di apparire goffi e ridicoli quando si parla di fronte al pubblico.

    Cantare la propria canzone in un locale o in casa con la presenza di altri ospiti aiuterà ad affrontare tutte le situazioni con maggiore leggerezza. Aiuta ad accettare eventuali errori senza sentirsi in difficoltà.

  • 3. Parlare in pubblico: l’esercizio del mimo
    Giocare al mimo per imparare a parlare in pubblico

    Shutterstock

    L’esercizio del mimo è utile per allenare il linguaggio non verbale e paraverbale. Non si comunica solo con le parole, ma anche i gesti delle mani e la posizione del corpo possono trasmettere un messaggio a chi sta ascoltando. È bene riuscire a controllare ogni aspetto per non confondere il pubblico.

    Con l’esercizio del mimo si assumerà maggiore controllo della propria gestualità. Consiste nel far comprendere, a chi si ha di fronte, cosa si sta imitando senza utilizzare le parole. Si può trattare di personaggi famosi, film, azioni o altro.

  • 4. Parlare in pubblico: l’esercizio delle tre parole
    Parlare in pubblico, l'esercizio delle tre parole

    Shutterstock

    Quando si parla in pubblico bisogna essere reattivi e saper rispondere con prontezza alle domande e agli stimoli che provengono dalla platea. Per allenare l’agilità mentale, si può fare l’esercizio delle tre parole. Consiste nel farsi dire da tre persone presenti nella platea tre parole differenti a loro scelta.

    Con le tre parole suggerite l’oratore dovrà costruire e raccontare una storia che sia avvincente e coinvolgente. Il tempo a disposizione per ideare la trama è brevissimo: solo un minuto e mezzo. Saper improvvisare è essenziale.

    L’esercizio delle tre parole è estremamente utile, perché aiuta a capire quali sono i punti su cui focalizzarsi durante l’esposizione di un discorso. Per mantenere alta la concentrazione del pubblico, bisogna evitare di dilungarsi e uscire fuori tema.

  • 5. Parlare in pubblico: come impostare il discorso
    Parlare in pubblico al microfono

    Shutterstock

    Per riuscire ad incrementare la propria abilità di public speaking è bene essere consapevoli di ciò che si dice. È consigliabile strutturare il discorso in modo che possa sortire degli effetti in chi lo ascolta, inducendolo a sostenere le tesi esposte, a compiere un’azione o ad assumere un determinato comportamento. 

    Occorre preparare uno schema del discorso. Nell’introduzione è necessario trovare un modo per catturare l’attenzione del pubblico. Si può utilizzare l’ironia, raccontare un aneddoto personale, mostrare un’immagine o una fotografia o esporre dei dati che possano sorprendere o incuriosire. 

    È bene non mostrarsi insicuri, non chiedere scusa al pubblico se non è necessario ed evitare l’ironia se fuori contesto.

    Nel corpo del discorso vanno esposte le proprie tesi, gli elementi a supporto e togliere valore alle teorie opposte. In conclusione, fare un riassunto di ciò che è stato detto ed esplicitare l’azione che si vuole che il pubblico compia.

    Con un’accurata preparazione e uno stato d’animo sereno, per l’oratore sarà più semplice affrontare il discorso, mantenere alta la concentrazione e il livello della comunicazione e dimostrare sicurezza e controllo anche di fronte ad eventuali difficoltà.

    Per saperne di più: Cos'è il public speaking e come migliorarlo

A cura di Cultur-e
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati. Leggi l'informativa