Il public speaking è una delle soft skills più ricercate nel mondo del lavoro. Parlare in pubblico, però, rappresenta anche una grande paure di molti individui. L’ansia di non riuscire ad esporre un discorso di fronte ad una platea, indipendentemente dalla quantità di persone che ascoltano, può essere paralizzante.

La capacità di parlare in pubblico è importantissima poiché si riflette anche sul personal branding: sapersi esprimere significa generare un’impressione positiva sugli altri. È un’abilità che può essere sviluppata nel tempo grazie all’esperienza, all’allenamento e seguendo alcuni preziosi consigli.

  • 1. Conoscere il proprio pubblico
    Conoscere il proprio pubblico

    Quando si comunica si deve sempre fare grande attenzione al destinatario. È opportuno conoscerne gusti, modi di pensare, di agire e di parlare per poter adattare il proprio discorso e il proprio registro linguistico in modo da far arrivare il messaggio nella maniera più chiara possibile. Gli argomenti scelti, il modo di esposizione, le parole utilizzate e anche il tono di voce, devono essere sempre adattati al pubblico per rispondere alle sue esigenze.

  • 2. Organizzare prima il materiale
    Organizzare prima il materiale

    Fin dall’inizio della stesura del discorso deve essere chiaro qual è l’obiettivo che si vuole raggiungere e il messaggio finale che si vuole trasmettere. In base a ciò, è bene decidere la linea lungo la quale far scorrere il discorso, individuando fin da subito i punti fermi che devono essere necessariamente esposti. In questo modo, si eviterà di perdere il filo, di divagare con argomenti fuorvianti.

  • 3. Mettere il pubblico al centro dell’attenzione
    Mettere il pubblico al centro dell’attenzione

    Per avere una comunicazione efficace, il pubblico deve essere sempre posto al centro dell’attenzione e il discorso va costruito sulle sue necessità, tenendo conto delle sue caratteristiche. Nel momento dell’esposizione, si deve cercare di catturare fin da subito l’attenzione, mantenendola poi alta attraverso il dialogo.

    Modulare la voce, evitare un discorso monotono, prevedere dei momenti di interazione con il pubblico, saperne leggere le reazioni è essenziale per riuscire a capire se si sta raggiungendo l’obiettivo o avere la flessibilità di modificare alcuni elementi di ciò che era stato programmato.

  • 4. Lasciare trasparire la propria personalità e professionalità
    Lasciare trasparire la propria personalità e professionalità

    Per coinvolgere il pubblico non è sufficiente un discorso ben scritto. È importante instaurare un contatto umano, dimostrando di avere attenzione per chi si ha di fronte. Mantenere un atteggiamento completamente distaccato e freddo potrebbe solo mettere un muro tra l’oratore e l’interlocutore.

    Mostrando anche la propria personalità, oltre che la professionalità e la conoscenza dell’argomento che si sta esponendo, farà arrivare il messaggio in maniera più diretta. Utilizzare ironia, raccontare aneddoti personali, fare battute, essere motivazionali, proporre esercizi o test e fare domande sono ottimi modi per coinvolgere il pubblico.

  • 5. Adottare un linguaggio efficace
    Adottare un linguaggio efficace

    Per catturare l’attenzione delle persone bisogna scegliere fin da subito bene parole e frasi in grado di colpire l'attenzione. Nell’ideazione del discorso, inoltre, bisogna prevedere anche il racconto di storie e di esempi che siano esplicativi, che accompagnino l’analisi dei dati e che supportino l’argomento e le teorie esposte.

  • 6. Usare voce e gestualità in modo efficace
    Usare voce e gestualità in modo efficace

    Le parole, quando si parla in pubblico sono importantissime e vanno scelte con accuratezza. Anche la comunicazione paraverbale e la comunicazione non verbale ricoprono un ruolo fondamentale che non va sottovalutato. Modulare il tono di voce, prevedere delle pause tattiche, cambiare velocità a seconda dell’importanza dei concetti espressi sono tutti elementi che influiscono sulla percezione del messaggio.

    Il linguaggio del corpo è essenziale: i movimenti delle mani attirano l’attenzione della platea e, se non esagerati, possono coinvolgere il pubblico. Allo stesso modo, è bene ponderare ogni movimento del corpo, non fare gesti improvvisi, non agitarsi e mantenere una postura che trasmetta sicurezza.

  • 7. Gestire correttamente la respirazione
    Gestire correttamente la respirazione

    L’agitazione, durante l’esposizione di un discorso, può giocare brutti scherzi. Il primo effetto negativo si ha sulla respirazione, che può diventare accelerata o difficoltosa. Per evitare di trasmettere il proprio stato d’animo al pubblico, bisogna imparare a gestirla e a controllarla, ispirando ed espirando normalmente e controllando il proprio corpo. Per imparare a gestire la respirazione può essere utile fare meditazione.

  • 8. Evitare di leggere il discorso
    Evitare di leggere il discorso

    Chi parla al pubblico deve dimostrare di essere completamente padrone dell’argomento che sta esponendo, di essere sicuro di sé stesso e di ciò che sta dicendo. Deve cercare di mantenere il contatto visivo con il pubblico per non perdere la sua attenzione.

    Leggere completamente il discorso sarebbe un segnale di insicurezza, di poca professionalità e di scarsa preparazione. Non consentirebbe, inoltre, di avere interazioni con la platea, rendendo l’esposizione poco coinvolgente. Un’ottima idea è quella di utilizzare degli schemi che siano di supporto all’oratore, ma che gli lascino anche lo spazi di improvvisazione.

  • 9. Supporti audio-visivi: alleato o arma a doppio taglio
    Supporti audio-visivi: alleato o arma a doppio taglio

    I supporti audio-visivi, come slides, presentazioni in Power Point e filmati, possono rappresentare un’arma a doppio taglio. Se da una parte sono utili per esporre meglio il messaggio, se utilizzati in maniera eccessiva potrebbero distrarre il pubblico. Vanno realizzati con estrema attenzione e proposti solo se veramente utili.

  • 10. Gestire e affrontare l’ansia di parlare in pubblico
    Gestire e affrontare l’ansia di parlare in pubblico

    La paura di parlare in pubblico è estremamente diffusa e colpisce molte persone, indipendentemente dal livello di autostima. Sudorazione, respirazione difficoltosa e battito cardiaco accelerato sono tutti sintomi derivanti dall’ansia e non devono spaventare. Occorre, invece, avere una buona gestione delle emozioni e riuscire a trasformare le sensazioni negative in qualcosa di stimolante.

    L’allenamento e lo studio sono un buon modo ridurre il timore di commettere errori. Il consiglio è non improvvisare, ma preparare accuratamente il discorso, provarlo più volte ad alta voce, registrandosi e riascoltandosi o chiedendo a terzi di valutare la propria performance.

  • 11. Public speaking teatrale: cos’è e come funziona
    Public speaking teatrale: cos’è e come funziona

    Le tecniche teatrali vengono spesse utilizzate nel public speaking poiché permettono un maggiore controllo non solo della comunicazione verbale, ma anche dei gesti e della voce. Allenare l’utilizzo del corpo tramite l’arte del teatro consente di trasmettere messaggi ed emozioni efficacemente e si rivela particolarmente utile per ogni oratore.

    Per saperne di più: Cos'è il public speaking e come migliorarlo

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb