Negli ultimi anni la quantità di utenti che ricorrono più o meno costantemente alle videoconferenze è aumentata in maniera esponenziale. Teams è la soluzione targata Microsoft pensata per tutti coloro che hanno bisogno di organizzare call e meeting online.

Il software per videoconferenze è a disposizione di tutti gli abbonati alla suite Microsoft 365 (un tempo nota come Office 365), ma è disponibile anche in versione gratuita. È possibile utilizzarlo sia installando un’app dedicata (desktop o mobile), sia accedendo tramite browser a scelta. 

Nel linguaggio di Teams le videoconferenze sono note col nome di Riunioni. Gli utenti partecipanti possono scegliere se attivare o disattivare il video (come l’audio), ma non solo. Esistono anche diverse opzioni che permettono di modificare quanto apparirà all’interno dell’inquadratura.

Ad esempio, è possibile intervenire sullo sfondo che verrà visualizzato dagli altri utenti: caricando un’immagine dal proprio dispositivo, o scegliendone una delle immagini predefinite disponibili. Allo stesso tempo è possibile applicare degli effetti particolari, come la sfocatura dello sfondo. 

Si tratta di operazioni tecnicamente molto semplici, che possono venire compiute seguendo pochissimi passaggi. Il risultato ottenuto cambia in base alla tipologia di sfondo o di effetto applicato: alcune soluzioni sono più adatte alle Riunioni formali, altre invece sono perfette per divertirsi

  • 1. Come cambiare lo sfondo su Teams prima di una Riunione
    Cambiare sfondo riunione Teams

    Screenshot Fastweb Plus

    Teams permette di effettuare la selezione di sfondi e di effetti sfondo seguendo due percorsi differenti. Per prima cosa, il software della suite Microsoft 365 (ex Office 365) offre questo genere di opzioni nella cosiddetta schermata di pre-join.

    La schermata di pre-join è quella che appare nel momento in cui un utente clicca sul classico link che permette di partecipare alle Riunioni, ovvero le video conferenze. Da qui bisogna fare click sul pulsante Filtri sfondo o Effetti sfondo, rappresentato da una sagoma umana. 

    Si aprirà una colonna di impostazioni laterale, da cui sarà possibile innanzitutto aggiungere un nuovo sfondo, scegliendo un’immagine a scelta (funzione attualmente non disponibile su Windows 11). In alternativa è anche possibile applicare un effetto di sfocatura e scegliere di utilizzare come sfondo una delle tante immagini preimpostate di Teams (altra funzione attualmente non disponibile su Windows 11).

    Una volta effettuate tutte le scelte del caso dovrebbe essere possibile osservare il risultato delle proprie azioni in anteprima: più precisamente nel riquadro che mostra l'immagine ripresa dalla webcam. Nel caso in cui si sia soddisfatti del risultato ottenuto, è possibile selezionare la voce Partecipa ora ed entrare nella Riunione. 

  • 2. Come cambiare lo sfondo su Teams durante le videoconferenze
    Cambiare sfondo Teams in videoconferenza

    Screenshot Fastweb Plus

    I vari effetti sfondo disponibili su Microsoft Teams possono anche venire applicati o rimossi in diretta. Ciò vuol dire che l’utente può modificarli a proprio piacimento anche nel corso delle videoconferenze.

    Per accedere a queste impostazioni dalla schermata delle Riunioni bisogna osservare le voci posizionate in alto (facendo riferimento all’app Teams desktop). Nello specifico la voce di nome Altro, rappresentata da tre puntini orizzontali

    Cliccandoci sopra si aprirà un menù a tendina: al suo interno bisogna individuare la voce di nome Applica effetti sfondo, che aprirà a sua volta un ulteriore sottomenù verticale, posizionato nella parte destra della schermata. 

    Da qui è possibile applicare un effetto di sfocatura sullo sfondo, o, in alternativa, scegliere un qualsiasi altro sfondo. Cliccando su + Aggiungi nuova è possibile scegliere un’immagine di sfondo a scelta, andandola a prendere direttamente dalla memoria del proprio dispositivo.

    Tutti gli effetti sfondo di cui sopra possono venire visualizzati in anteprima, senza venire mostrati agli altri partecipanti della Riunione. Per renderli effettivi e visibili a tutti gli effetti, bisogna cliccare sul pulsante Applica e abilita il video

  • 3. Perché cambiare lo sfondo di Teams
    Sfondi su Teams

    Screenshot Fastweb Plus

    Importante e utile è comprendere come scegliere lo sfondo o l’effetto da inserire durante le videoconferenze di Teams.

    Le motivazioni possono essere molteplici. Ad esempio c’è chi lavora in smart-working e vuole tutelare la propria privacy, impedendo ai colleghi di vedere troppi dettagli dell’ambiente domestico. 

    Ma ci sono anche quelle aziende che, per ragioni di brand identity, chiedono ai dipendenti di utilizzare sfondi specifici durante le Riunioni: immagini che richiamino i colori societari, o che magari presentino loghi specifici. 

    Infine c’è anche chi sceglie di applicare un’immagine o un effetto per puro e semplice divertimento. Si pensi in tal senso ai tantissimi ragazzi che si sono ritrovati a seguire lezioni su lezioni in modalità Didattica A Distanza

    In casi simili sostituire lo sfondo naturale ripreso dall’inquadratura di una webcam è diventato anche un modo per combattere la noia, o per raccontare agli altri qualcosa di sé stessi. Da questo punto di vista le immagini preimpostate presenti nell’app offrono spunti per tutti i gusti e le esigenze: si va da quelle adatte a un contesto formale a quelle più marcatamente giocose. 

    Dalla simulazione di un salone, di una stanza o di un ufficio tradizionale a immagini a tema di più ampio respiro: spiagge, foreste, ma anche ambienti sottomarini, visioni dello spazio e lavori in grafica di pura fantasia. 

    Va inoltre ricordato che in certi casi la scelta di uno sfondo ad hoc permette persino di abbattere (o per lo meno diminuire) la distanza fisica tra i partecipanti a una riunione. Si pensi in tal senso alla pratica sopra citata di ricorrere allo stesso sfondo, ma soprattutto agli ambienti virtuali disponibili all’interno delle opzioni Gallery di Teams

    Per saperne di più: Come funziona Teams di Microsoft

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb