TikTok ha lanciato un nuovo generatore in-app di immagini a partire da un testo che utilizza l’intelligenza artificiale. Il nuovo strumento consente agli utenti di digitare un messaggio e produrre così un’immagine che può essere utilizzata come sfondo nei propri video. L’effetto si chiama AI greenscreen ed è accessibile tramite lo schermo della fotocamera dell’app video. Il nuovo effetto è stato notato per la prima volta dalla testata The Verge.

La scelta di TikTok per le immagini astratte

Il lancio di questo nuovo filtro arriva proprio nel momento in cui i generatori di intelligenza artificiale stanno diventando sempre più popolari, in particolare con il lancio di DALL-E 2 di OpenAI.

Bisogna però fare una distinzione. Le immagini prodotte dal generatore di TikTok sono piuttosto semplici se paragonate ai risultati prodotti da altri famosi generatori di immagini da testo come possono ad esempio DALL-E 2 e Imagen di Google. Il filtro di TikTok produce immagini astratte, mentre Imagen e DALL-E 2 sono in grado di creare immagini fotorealistiche.

È possibile che TikTok abbia intenzionalmente limitato il suo modello per garantire che il contenuto creato aderisca alle linee guida della community dell’app, comprese quelle relative alla nudità e alle immagini violente. Se il modello di TikTok fosse complesso e fotorealistico come DALL-E 2 o Imagen, potrebbe essere utilizzato da alcuni utenti per creare contenuti non a norma. Optando per un modello astratto il social media riuscirebbe ad evitare questi problemi.

Come funziona il generatore di immagini di TikTok

Quando gli utenti selezionano l’effetto, TikTok offre una serie di suggerimenti come “fare snorkeling in un oceano viola”, “villaggio nascosto tra le montagne” e “vulcano arcobaleno in eruzione”. Questi consigli focalizzano l’attenzione sulle immagini astratte per il generatore di immagini. Gli utenti possono giocare con i propri suggerimenti per ottenere immagini astratte simili.

Tuttavia, se il proprio prompt include nudità o parole violente, il modello produrrà immagini astratte con colori e temi appropriati, ma che non risultino abbastanza chiare da giustificare la censura per le linee guida della community dell’app.

Dal momento che il nuovo filtro mette un generatore di immagini basato sull’intelligenza artificiale nelle mani di milioni di utenti, non sorprende che abbia certi limiti. L’azienda lo descrive come un modo divertente per creare sfondi per i propri TikTok e uno strumento utile per i creator. Inoltre, è un’ottima alternativa per gli utenti che vogliono cimentarsi nell’utilizzo dei generatori di intelligenza artificiale ma non riescono ad approcciarsi a DALL-E o Imagen.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb