Quando si parla di app di messaggistica, WhatsApp è sicuramente la più popolare e utilizzata dagli utenti. L’applicazione consente di inviare messaggi testuali, immagini e video sfruttando la connessione Internet, sia tramite Wi-Fi che reti 3G, 4G e 5G. L’app di WhatsApp è stata lanciata nel 2009 e nel 2014 contava già 450 milioni di utenti in tutto il mondo.

Dopo l’acquisto da parte del gruppo Facebook di Mark Zuckerberg, ora diventato Meta, la popolarità è cresciuta ancora grazie alle nuove funzionalità: oggi conta su un bacino di oltre 2 miliardi di utenti mondiali.

L’app, che è disponibile sia per smartphone Android che iOS, permette l’invio di messaggi testuali arricchiti da emoticon e sticker, messaggi vocali, immagini, video, GIF e allegati, come documenti o contatti telefonici.

Grazie ai continui aggiornamenti e miglioramenti, l’app offre tantissime opzioni di personalizzazione del profilo e degli Stati, e anche funzioni come le chiamate vocali e le videochiamate. Inoltre, è possibile creare deigruppi di utenti, cioè chat che contengono fino a 256 partecipanti.

Dal punto di vista della privacy, gli utenti di WhatsApp possono contare sulla crittografia end-to-end per le chat, scegliere se mostrare o meno l’ultimo accesso quando si è online, oppure inviare dei messaggi che si autodistruggono, come messaggi effimeri oppure foto e video che si eliminano da soli dopo una sola visualizzazione da parte del destinatario.

Ora che sono chiare tutte le potenzialità che l’app di messaggistica di WhatsApp offre, vediamo tutto quello che c’è da sapere per scaricarla, installarla e utilizzarla.

  • 0. Scarica l'app per Android o iOS

    scaricare whatsapp

    WhatsApp è un’applicazione di messaggistica disponibile per smartphone Android con sistema operativo dalla versione 4.1 e successive, oppure per iPhone equipaggiati con sistema operativo iOS 10 e versioni successive. Se si è in possesso di uno smartphone Android o di un iPhone che rispetta queste caratteristiche, sarà possibile scaricare l’app dai rispettivi store e successivamente installarla.

    Partiamo dagli smartphone Android: si deve aprire l’app del Google Play Store e digitare nel campo ricerca “WhatsApp”. Tra i risultati, selezionare la voce WhatsApp Messenger. In alternativa, dopo aver aperto l’app del Google Play Store, fare tap in basso su App, scorrere il menu in alto fino a Categorie, selezionare dall’elenco che si apre Comunicazione e scorrere tra le app fino a quando non si trova WhatsApp Messenger.

    Il passo successivo è verificare che lo sviluppatore sia WhatsApp LLC.

    Questo è un passaggio importante per assicurarsi di scaricare l’app originale di WhatsApp, ma soprattutto evitare di installare app fake che potrebbero nascondere virus o malware. Dopo questo passaggio di verifica, fare tap sul pulsante a destra Installa e attendere che il download giunga al termine. Ora, l’app di WhatsApp è pronta per essere correttamente installata e configurata sul dispositivo.

    Passiamo ora alla procedura da seguire per chi possiede un iPhone e vuole scaricare la versione di WhatsApp per iOS. Dopo aver aperto l’AppStore, che ha un’icona azzurra con la lettera A al centro, fare tap su Cerca in basso e nel campo di ricerca digitare “WhatsApp”.

    Selezionare tra i risultati WhatsApp Messenger e verificare che lo sviluppatore sia WhatsApp Inc, poi avviare il download facendo tap su Ottieni/Installa. In alcuni casi, prima dell’avvio del download, potrebbe venire chiesto di autenticarsi inserendo la password del proprio ID Apple oppure il Touch ID. Una volta terminata l’autenticazione, l’app di WhatsApp verrà regolarmente scaricata sul dispositivo e si potrà procedere con la sua configurazione.

  • 1. L'installazione ed il numero di telefono

    installare whatsapp

    Dopo aver scaricato l’app di WhatsApp per il proprio dispositivo, bisogna passare all’installazione che è vincolata al numero di telefono dell’utente. Si può infatti attivare il proprio account WhatsApp per un solo numero di telefono per volta, che dovrà essere verificato attraverso la ricezione di un SMS al numero di telefono indicato al momento della registrazione, oppure una telefonata.

    Per farlo, bisogna aprire l’app di WhatsApp, che chiede di consultare l’informativa sulla privacy e i Termini di servizio. Per poter proseguire, bisogna fare tap su Accetta e continua, accedendo così alla schermata Verifica il tuo numero di telefono, che richiede di inserire il Paese, il prefisso internazionale e il numero di telefono dell’utente e toccare Avanti.

    Si aprirà una finestra pop-up per confermare che il numero di telefono inserito è corretto, se lo è fare tap su Ok, altrimenti su Modifica per inserire il numero esatto.

    WhatsApp invierà un SMS con un codice di verifica a sei cifre da inserire nell’apposito campo. Se il messaggio di testo non arriva, fare tap su Reinvia SMS, oppure su Chiamami, per ricevere una chiamata automatizzata che servirà a verificare il numero di telefono inserito.

    Fatto questo, seguire le istruzioni per inserire il proprio nome utente e autorizzare WhatsApp ad accedere a Google Drive, contatti, foto, media e file presenti sul dispositivo facendo tap su Continua.

    Una volta terminata l’installazione, l’app di messaggistica preleverà automaticamente i contatti dalla rubrica del telefono e verranno visualizzati nella lista dei contatti dell’applicazione. Inoltre, verificherà in automatico se siano presenti in locale sul dispositivo o su Google Drive dei backup dell’applicazione, chiedendo all’utente di ripristinare subito le chat salvate.

    Facendo tap su Ripristina, si avvierà la configurazione del backup, al termine del quale l’utente troverà tutte le chat salvate in precedenza. Terminata l’installazione, e l’eventuale ripristino, si potrà iniziare a usare WhatsApp per comunicare coi propri contatti.

  • 2. Il profilo, gli sfondi e gli stati

    whatsapp

    Gli utenti possono modificare il proprio profilo, scegliere lo sfondo per le chat e iniziare a creare Stati da condividere coi propri contatti. Per modificare il profilo su uno smartphone Android bisogna aprire l’app e fare tap sui tre pallini in alto a destra di Altre opzioni > Impostazioni e poi toccare la foto profilo: facendo tap sull’icona della Fotocamera si potrà modificare la foto profilo, scegliendo tra quelle nella Galleria del telefono o scattando una nuova foto, mentre con un tap sull’icona Cestino si eliminerà la foto profilo attuale.

    Per modificare il nome, fare tap sull’icona della penna Modifica e digitare il nuovo nome, che verrà visualizzato solo dai contatti presenti nella propria lista, e fare tap su Salva. La lunghezza massima è di 25 caratteri, spazi inclusi, e si possono inserire anche emoticon facendo tap sul simbolo dello smile a destra.

    Le informazioni nel campo Info riportano per default il testo: “Ciao! So usando WhatsApp.”, che può essere modificato facendo tap su Modifica e scegliendo tra le Info predefinite, o scrivendone una personalizzata. Per farlo, toccare Modifica accanto alla voce Attualmente impostata come e digitare il testo, che può essere di massimo 139 caratteri, spazi ed emoticon incluse.

    Per chi utilizza un iPhone, la procedura è simile. Dopo aver aperto WhatsApp, fare tap sul pulsante Impostazioni nell’angolo in basso a destra e toccare la foto profilo. Nella schermata che si apre, fare tap su Modifica accanto alla foto e scegliere tra:

    • Elimina foto, per eliminare l’attuale foto profilo;
    • Scatta foto, per aprire la fotocamera e scattare una nuova foto;
    • Scegli foto, per accedere e sceglierne una presente in galleria;
    • Annulla, per annullare la modifica in corso.

    Dopo aver scelto la foto, fare tap su Scegli e confermare il cambio di foto profilo.

    Per modificare il nome, aprire il profilo e fare tap sul campo del nome, digitare quello desiderato e salvare le modifiche con un tocco su Fatto. Come per Android, il nome è di massimo 25 caratteri, spazi ed emoji incluse. Per modificare le informazioni del profilo su iPhone, toccare il campo Info e scegliere tra una d quelle predefinite, o fare tap su Attualmente impostata come e digitare la propria frase di massimo 139 caratteri.

    L’app di WhatsApp consente di personalizzare glisfondi delle chat degli utenti, con procedure che differiscono tra Android e iPhone. Per cambiare uno sfondo della chat su smartphone Android, bisogna seguire il percorso Altre opzioni > Impostazioni > Chat > Sfondo e fare tap su Cambia: nella schermata che si apre, scegliere l’immagine da impostare come sfondo, oppure fare tap su Sfondo predefinito per ripristinare lo sfondo di WhatsApp, e confermare toccando Imposta sfondo.

    Con iPhone, seguire il percorso Impostazioni > Chat > Sfondo, selezionare Scegli sfondo della modalità chiara oppure Scegli sfondo della modalità scura. L’utente a questo punto potrà scegliere lo sfondo che preferisce, o reimpostare quello predefinito con un tap su Sfondo predefinito, e salvare le modifiche con Imposta.

    Gli Stati permettono di condividere con i propri contatti, o con una lista di contatti selezionati, un aggiornamento con testo, foto, video e GIF. Gli Stati sono protetti dalla crittografia end-to-end e restano visibili solo per 24 ore.

    Per gli smartphone Android, aprire l’app e fare tap su Stato nel menu in alto, toccare Il mio stato e scegliere tra diverse opzioni: scrivere del testo, a cui aggiungere emoji e sfondo colorato; condividere foto, video e GIF dalla Galleria del telefono, oppure scattare una foto o girare un video. Facendo tap su Invia, lo Stato verrà condiviso.

    Creare uno Stato con un iPhone è altrettanto semplice: bisogna aprire l’app e fare tap su Stato, poi su Fotocamera o Il mio stato per inserire foto, video o GIF. Anche qui, si potrà scegliere tra contenuti presenti nella Galleria dell’iPhone, o crearne di nuovi dalla Fotocamera.

    In alternativa, facendo tap su Testo, si potrà inserire uno sfondo colorato con un testo a piacere, e condividerlo premendo Invia. Sia su smartphone Android che iPhone, si possono vedere i contatti che visualizzano lo Stato, visualizzare gli Stati postati dai contatti e interagire con essi facendo tap su Rispondi.

  • 3. Messaggi, immagini

    whatsapp

    Completata la configurazione del proprio account WhatsApp, non resta che usare l’applicazione per scambiare messaggi e immagini coi propri contatti. Per avviare la prima chat, selezionare dall’elenco dei contatti quello a cui si vuole inviare un messaggio: si aprirà una schermata con in alto il nome del proprio contatto e in basso un campo“Messaggio”. A questo punto, si può digitare nel campo il messaggio che si vuole inviare al proprio contatto e fare tap su Invia.

    Per inviare una foto o un video, invece, bisogna fare tap sull’icona della Fotocamera, che consente di scegliere se scattare una foto, registrare un video, oppure selezionare un contenuto dalla Galleria del telefono. WhatsApp consente anche di inviare diverse tipologie di file facendo tap sul simbolo della graffetta: dal pop-up che si apre sarà possibile inviare un Documento, un file Audio, un contatto dalla rubrica, la posizione GPS, avviare la fotocamera o aprire la Galleria per inviare foto e video.

    Una funzionalità molto apprezzata è l’invio di messaggi vocali: per avviare la registrazione bisogna tenere premuta l’icona del microfono e quando viene lasciata il messaggio viene inviato.

    In alternativa, per messaggi vocali più lunghi, si può premere sull’icona del microfono e trascinarla verso l’alto: la registrazione continuerà fino a quando l’utente non preme sul tasto Invia, oppure sul tasto Stop. Premendo su Stop, WhatsApp offre la possibilità di riascoltare il messaggio vocale e se il contenuto è soddisfacente, si potrà fare Invia oppure dare tap sull’icona Cestino per eliminarlo.

    Gli utenti possono anche cancellare un messaggio inviato in chat in modo semplice: tenendo premuto il messaggio che si desidera eliminare, si aprirà un menu a barra in alto. Facendo tap sul Cestino, si potrà scegliere tra tre opzioni:

    • Elimina per me, il messaggio viene eliminato solo per il mittente ma rimane nella chat del destinatario;
    • Annulla, per annullare la procedura di eliminazione;
    • Elimina per tutti, per eliminare il messaggio sia dalla chat del mittente che da quella del destinatario, ricordando che si ha circa un’ora di tempo dall’invio per usare l’opzione, che altrimenti non sarà più disponibile.

    Dopo la cancellazione del messaggio, nella chat apparirà la scritta: “Hai eliminato questo messaggio”.

  • 4. Come usare gli emoticon

    whatsapp emoticon

    Capire come usare gli emoticon nei messaggi di WhatsApp è semplice. Per aggiungere emoji al proprio messaggio bisogna fare tap sull’icona della faccina in basso a sinistra. In questo modo, sia che si utilizzi uno smartphone Android che un iPhone, si visualizzerà la tastiera che contiene tutte le emoticon disponibili.

    Si potrà scegliere tra le emoji usate di recente, che vengono visualizzate per prime nella tastiera, o cercarne altre, scorrendo il menu sotto al campo “Messaggio”. Alcune delle emoticon possono anche essere personalizzate, perché sono disponibili in più varianti di colore.

    Per scegliere il colore che si preferisce, fare tap sulla emoji e selezionare quella da aggiungere al messaggio. Le emoji appena inserite saranno aggiunge in automatico alla lista di quelle recenti.

    WhatsApp consente di inserire GIF ai messaggi inviati, scegliendo tra quelle disponibili su Giphy. Per sceglierne una, aprire la tastiera delle emoticon e fare tap sul simbolo GIF nel menu in basso, poi sulla lente di ingrandimento per aprire il campo “Cerca con Giphy”, e cercare quella che si vuole inviare.

    Oltre a emoticon e GIF, l’app prevede l’invio di Sticker, cioè adesivi da aggiungere ai messaggi inviati. Si accede alla tastiera degli sticker facendo tap sulla faccina in basso a sinistra e poi sull’icona del foglio di carta. Nella tastiera vengono visualizzati per primi gli Sticker usati di recente e, come per le emoji, si può scegliere l’adesivo che si preferisce scorrendo nel menu sotto al campo “Messaggio”.

    Per aggiungere nuovi adesivi, fare tap sul simbolo + del menù a destra: si aprirà la schermata Tutti gli sticker, dove sono visualizzati quelli disponibili da scaricare con un tap sulla freccia Download. Nella sezione I miei Sticker, invece, si trovano quelli già scaricati e pronti all’uso.

  • 5. La videochiamata

    whatsapp videochiamata

    Gli utenti di WhatsApp possono effettuare chiamate vocali e videochiamate, e ci sono due modi per avviarle. Il primo è aprire la chat del contatto con cui si vuole avviare la videochiamata e fare tap in alto sulla Videocamera, oppure sull’icona del Telefono per avviare una chiamata vocale. In alternativa, dopo aver aperto WhatsApp fare tap su Chiamate, poi sul simbolo del telefono in basso a destra di Nuova Chiamata, trovare il contatto desiderato e toccare il simbolo della Videocamera per avviarla.

    Nel caso in cui si riceva una videochiamatasu uno smartphone Android, si dovrà far scorrere il pulsante della telecamera blu verso l’alto per rispondere, oppure quello della cornetta rossa per rifiutare.

    Inoltre, si può rifiutare con un messaggio, facendo scorrere verso l’alto l’icona del messaggio. Se invece si riceve una videochiamata mentre il telefono è in uso, in alto apparirà un pop-up con Videochiamata in entrata e si potrà fare tap su Rispondi per avviarla, o su Rifiuta per rifiutare.

    Quando si riceve una videochiamata su un iPhone, far scorrere la notifica verso sinistra e toccare Accetta per rispondere, Rifiuta per rifiutarla o Messaggia per rifiutare inviando un messaggio. Se la videochiamata arriva quando non si sta usando l’app, si aprirà un pop-up in alto e bisogna trascinare la notifica verso il basso e poi selezionare Accetta per rispondere, Rifiuta per chiuderla o Messaggia per rifiutare con un massaggio. Inoltre, è sempre possibile passare da una videochiamata a una chiamata vocale facendo tap sull’icona Disattiva fotocamera, oppure riattivarla con un tocco su Fotocamera.

  • 6. Come fare i gruppi

    gruppi whatsapp

    Tra le funzionalità di WhatsApp c’è anche la possibilità di fare i gruppi, cioè creare delle chat che possono contenere fino a un massimo di 256 partecipanti. Per creare un gruppo bisogna fare tap su Nuova chat e poi su Nuovo gruppo, aggiungere i contatti che si vogliono inserire e poi toccare il pulsante Avanti. Nella schermata che si apre si potrà inserire una foto, facendo tap sull’icona della Fotocamera e scegliere tra diverse opzioni:

    • Scatta foto, per scattare una nuova foto del gruppo;
    • Galleria, per scegliere tra le immagini presenti nel telefono;
    • Emoji e sticker, per utilizzare una emoticon o un adesivo;
    • Cerca sul web, per cercare l’immagine in rete.

    Dopo aver impostato l’immagine, si può inserire l’oggetto del gruppo, digitando nell’apposito campo una frase di massimo 25 caratteri, inclusi spazi ed emoji. Terminato questo passaggio, fare tap sul pulsante della spunta per creare il gruppo. Una volta creato, potrà essere facilmente gestito facendo tap sul nome del gruppo in alto e nella schermata che si apre avviare una chiamata, una videochiamata oppure aggiungerenuovi contatti.

  • 7. La privacy

    whatsapp privacy

    L’app garantisce la sicurezza e la privacy delle chat grazie alla crittografia end-to-end: né WhatsApp, né Meta possono leggere i messaggi scambiati in una conversazione tra due contatti o in un gruppo. WhatsApp permette di configurare le impostazioni della privacy del proprio stato, che mostrano di default l’orario dell’ultimo accesso dell’utente, se è online oppure se sta scrivendo o registrando un messaggio.

    Sia su Android che iOS, seguendo il percorso Impostazioni > Account > Privacy, si potrà scegliere chi può vedere l’ultimo accesso su WhatsApp, l’immagine del profilo, la sezione Info, gli aggiornamenti di Stato, le conferme di lettura e ancora aggiungere l’utente a un gruppo.

    Tenendo a mente che non è possibile nascondere o disattivare lo stato online o “sta scrivendo…”, ci sono comunque dei modi di preservare la propria privacy. Quando si sceglie di non condividere l’ultimo accesso, si rinuncia alla visualizzazione dell’ultimo accesso degli altri utenti.

    Invece, disattivare la conferma di lettura, implica non poter vedere quella degli altri utenti, né chi ha visualizzato il proprio aggiornamento di Stato. Ciò non vale per i gruppi, dove invece le conferme di lettura sono sempre abilitate.

  • 8. Come installare WhatsApp su due telefoni diversi e usare lo stesso account

    Whatsapp smartphone e pc

    guteksk7 / Shutterstock.com

    Piattaforma multi-device, WhatsApp è uno strumento utile per la comunicazione tra privati, apprezzato anche daiprofessionisti. Risponde alle necessità di diverse tipologie di utenti: coloro che hanno bisogno di inviare messaggi testuali, di fare chiamate e videochiamate o di inoltrare documenti, immagini, video e altri elementi multimediali.

    WhatsApp offre numerose possibilità e alcuni utenti potrebbero avvertire la necessità di installare l’applicazione su più device e utilizzare lo stesso account. La piattaforma è compatibile con tutti i dispositivi dotati di sistema operativo iOS o equipaggiati Android, come smartphone e tablet. Con WhatsApp Web e con il software dedicato, può essere utilizzata anche da desktop.

    L’account di WhatsApp è associato ad un numero di telefono e non può essere utilizzato contemporaneamente su due dispositivi mobili. L’applicazione provvederà a disconnettere il profilo dal primo device quando si eseguirà l’accesso dal secondo in maniera automatica.

    C’è una soluzione alternativa per accedere contemporaneamente da due dispositivi. Per farlo si deve utilizzare un personal computer e sfruttare WhatsApp Desktop o WhatsApp Web mentre si è connessi da smartphone o da tablet.

    WhatsApp Desktop consiste in un’applicazione che si può scaricare e installare sul computer. WhatsApp Web si utilizza accedendo al sito ufficiale della piattaforma. Quest’ultima può adattarsi non solo al personal computer, ma anche ad altri supporti digitali.

    Quando WhatsApp Web, WhatsApp Desktop e l’applicazione WhatsApp su un dispositivo sono connesse contemporaneamente, lo scambio di messaggi e di contenuti multimediali viene sincronizzato. Il tutto avviene nella massima sicurezza, poiché la piattaforma si serve di tecnologie che tutelano la privacy.

    La connessione dell’account WhatsApp sui dispositivi non è illimitata, ma può venir annullata automaticamente quando un telefono rimane inattivo o offline per più di 14 giorni. Tutti i device collegati attraverso quello specifico smartphone vengono scollegati.

    Per approfondimento: Come installare WhatsApp su due telefoni diversi e usare lo stesso account

  • 9. Come riconoscere le truffe su WhatsApp ed evitarle

    Whatsapp e hacker

     

    rafapress / Shutterstock.com

    WhatsApp viene utilizzato quotidianamente da milioni di persone in tutto il mondo per inviare messaggi, fare chiamate e videochiamate e condividere elementi multimediali come video e immagini, sfruttando la connessione ad internet e risparmiando denaro. Data la sua popolarità, la piattaforma è entrata nel mirino di cyber criminali e truffatori.

    Nonostante gli elevati standard di sicurezza, anche su WhatsApp si possono correre dei pericoli se non si presta attenzione ai messaggi ricevuti. Tentativi di phishing e di spam accadono quotidianamente e possono trarre in inganno coloro più distratti o con poca dimestichezza con gli strumenti digitali. L’obiettivo dei cyber-criminali è quello di rubare dati personali, codici di carte di credito e denaro.

    Riconoscere le truffe non è complicato, è sufficiente notare la presenza di alcuni elementi ricorrenti. La lingua in cui è scritto il messaggio può rappresentare un campanello di allarme. Spesso i messaggi truffa sono scritti in lingue diverse da quella di appartenenza o tradotti con strumenti digitali. Presentano errori di grammatica e di sintassi.

    Gli schemi adottati dai criminali del web sono quasi sempre gli stessi. Se si sospetta di essere di fronte ad un tentativo di truffa si può fare una breve ricerca online e capire se altri utenti hanno già avuto esperienze simili.

    È consigliabile non cliccare mai su link contenuti in messaggi sospetti e di non inviare mai documenti personali se non si conosce il destinatario o chi li sta richiedendo. WhatsApp è utilizzato da molte aziende per comunicare con i clienti, ma è sempre bene assicurarsi di stare inoltrando le informazioni ai contatti giusti.

    Buoni acquisti e offerte possono essere delle esche se provenienti da contatti sconosciuti. Utilizzare applicazioni che promettono di controllare chiamate e messaggi di terzi può essere molto pericoloso e lesivo della privacy. Diffusi anche i furti di identità: evitare di inviare denaro ad amici e parenti se la richiesta arriva tramite messaggio su WhatsApp.

    Per approfondimento: Come riconoscere le truffe su WhatsApp ed evitarle

  • 10. Sticker per WhatSapp come crearli con iPhone e Android

    WhatsApp app

    sub job / Shutterstock.com

    Gli sticker di WhatsApp sono una delle caratteristiche della celebre applicazione più apprezzate dagli utenti.

    Preinstallati ci sono migliaia di adesivi gratuiti che l’utente può espandere aggiungendone di nuovi creati su misura per ogni esigenza.

    Per fare questo esistono una serie di applicazioni che possono aiutare a realizzare i propri sticker personalizzati partendo dalle foto della galleria.

    Anzitutto occorre ribadire che WhatsApp suggerisce di utilizzare foto con sfondo trasparente, con una risoluzione di 512x512 e un peso non superiore ai 100KB. È opportuno ricordare che la maggior parte delle App soddisferà in automatico questi requisiti, adattando qualsiasi immagine scelta.

    Sticker Maker è una delle migliori applicazioni gratuite disponibili per Android per creare sticker per WhatsApp.

    Per creare il proprio adesivo occorre aprire l’App e fare tap su Crea un nuovo pacchetto di adesivi. Poi bisogna indicare il nome del pacchetto e quello dell’autore e iniziare con la creazione.

    A questo punto si aprirà la finestra coi vari adesivi che è possibile inserire in un pacchetto. Dopo aver selezionato l’immagine da ritaglia si può procedere in due modi: affidarsi al ritaglio intelligente e lasciare che lo smartphone faccia il resto. Oppure ritagliare manualmente la foto.

    Sticker Maker ha anche altre funzioni che consentono il Taglio quadrato e Taglio circolare, dell’immagine e una serie di filtri ed effetti per rendere unico l’adesivo.

    Terminato il lavoro si può fare tap su Aggiungi a WhatsApp e attendere che Sticker Maker porti a termine le operazioni. 

    Sticker Maker Studio è un’applicazione molto simile a quella appena vista ma in esclusiva per iOS. Il funzionamento è uguale in tutto e per tutto a Sticker Maker quindi: Crea un nuovo pacchetto di adesivi erinominare il tutto per iniziare il lavorare sui propri adesivi.

    Anche qui sono disponibili il ritaglio intelligente e quello manuale, che consentirà all’utente di selezionare il perimetro del taglio.

    Presenti anche in questo caso le funzioni Taglio quadrato e Taglio circolare e tutti gli effetti e i filtri per rendere unico ogni sticker.

    Per utilizzare quanto creato occorrerà aprire WhatsApp e, dalla sezione sticker, selezionare la scheda I miei sticker.

    Su Play Store e Apple Store sono moltissimi gli sticker maker disponibili e hanno, più o meno, tutti lo stesso funzionamento.

    Tra i più scaricati dagli utenti troviamo: Top Sticker Maker, che garantisce un vastissimo catalogo di adesivi preesistenti tutti gratuiti.

    WhatSticker che integra al suo interno la Magic Selector per rimuovere in automatico lo sfondo delle foto.

    Sticker Maker by Stickify, con moltissimi strumenti utili disponibili in maniera totalmente gratuita per i creator.

    Sticker.ly pensata specificatamente per iOS e integrataperfettamente con iMessage. Sticker Studio, che offre moltitool interessanti e la piena compatibilità con Gboard.

    Infine occorre segnalare Giphy, celebre App utilizzata principalmente per le GIF ma che permette anche la creazione di sticker per WhatsApp.

Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb