Avere successo di YouTube richiede una serie di azioni ben precise che partono dalla cura del canale fino all’implementazione di nuove strategie per far fronte alla concorrenza.

Sono tantissimi gli YouTuber di successo presenti sulla piattaforma ma sviluppare un canale che sappia distinguersi dagli altri non è una cosa semplice. 

Ecco una serie di consigli su cosa fare per ottimizzare il proprio canale YouTube.

Studiare l’audience

persona che usa Youtube

Per poter creare un canale YouTube di successo è bene conoscere la propria audience. Quando si parla di audience si intende il target di riferimento, ossia il pubblico di destinazione di un brand o un’azienda.

Si tratta di un gruppo specifico di utenti che sono accomunati tra loro da caratteristiche, interessi e comportamenti comuni. Lo studio ha lo scopo di creare contenuti mirati e campagne di marketing ad hoc.

La differenza tra parlare ad un pubblico generico e dialogare con un pubblico caratterizzato è immensa. Se nel primo caso si va un po’ alla cieca quando si pensa ai contenuti e al tone of voice da utilizzare per la comunicazione, nel secondo caso si sa già cosa l’audience sta cercando e quali contenuti possono coinvolgerla.

L’audience targeting è il processo attraverso il quale si identifica e si segmenta il proprio pubblico. Il primo step è la raccolta dei dati attraverso pixel di tracciamento e cookie.

Una volta in possesso dei dati della propria audience, si può passare alla seconda fase, ossia alla segmentazione degli utenti.

Tutti i contatti vengono suddivisi in base a caratteristiche comuni come l’età, il genere, la posizione geografica o gli interessi.

Sulla base di queste suddivisioni, si possono creare campagne marketing diversificate. Per esempio, si può ideare un video dedicato ad un pubblico compreso tra i 12 e i 16 anni, e un altro per ragazzi dai 17 ai 22. Le esigenze e gli interessi variano col cambiare dell’età e sfruttando queste conoscenze si possono intercettare i diversi bisogni degli utenti.

Accedere alle statistiche dei video

Statistiche di Youtube

Dopo aver capito a quale audience parlare, si possono studiare i risultati delle campagne grazie alla sezione Analytics presente all’interno di YouTube Studio.

Quando si inserisce un video sulla piattaforma si possono cambiare alcune caratteristiche legate alle informazioni del filmato o modificare alcuni frame, o addirittura aggiungere una colonna sonora o tagliare delle parti di video non necessarie. Tutto questo si può fare in YouTube Studio.

Per accedere, basta andare su Il tuo canale > I tuoi video. Si verrà indirizzati alla pagina Contenuti di Creator Studio . Se si vuole procedere alla modifica di un filmato, cliccare sul video e scegliere Editor tra le schede del menù verticale a sinistra.

Per accedere alle statistiche dei video caricati sulla piattaforma, scegliere Analytics sempre dal menù a sinistra.

Qui gli utenti possono controllare tantissime metriche di valutazione, tra cui la copertura, il coinvolgimento e il pubblico.

In alto a sinistra si può impostare il periodo da considerare per l’analisi. Si può scegliere una delle opzioni consigliate dalla piattaforma o personalizzare la durata secondo le proprie esigenze.

Cliccando Vedi altro in basso a sinistra si aprirà una finestra dove è possibile consultare tutti i dati disponibili in maniera più approfondita. Gli utenti qui possono comparare diversi set di dati inserendo semplicemente una matrice secondaria.

In questo modo si possono valutare i risultati di una campagna sotto diversi punti di vista, per esempio comparando le impression dei video con la percentuale di clic delle impression.

Studiare i concorrenti

persona che usa Youtube

Studiare i concorrenti è importante tanto quanto conoscere la propria audience. Dalle azioni dei competitor si possono trarre spunti per le proprie strategie, oltre ad avere l’opportunità di capire perché si ha più o meno successo rispetto a loro.

Su YouTube non è possibile visualizzare i dati del concorrente, ma si possono trarre importanti conclusioni anche solo osservando i loro video.

Leggere i commenti sotto i video dei competitor, controllare il numero di Mi piace e delle visualizzazioni permette di delineare al meglio la politica e la strategia del canale.

Si devono osservare i commenti positivi cercando di carpire cosa piace di più al pubblico, mentre si comprende da quelli negativi cosa bisogna cambiare.

Molto utile è guardare i loro video per conoscere quali argomenti trattano e con quali modalità. Le tecniche video sono fondamentali, perché capaci di mantenere gli utenti con gli occhi allo schermo fino alla fine del video.

Per ottenere informazioni più approfondite si possono utilizzare strumenti come RivalIQ, SocialBlade e Birdsong Analytics.

RivalIQ permette di condurre analisi sulla concorrenza, tracciando anche i nuovi contenuti possibili per il proprio target.

Con SocialBlade l’utente può comprendere come stanno andando i brand rivali e come migliorare la propria strategia per essere il numero uno.

Birdsong Analytics invece lavora su metriche come numero di visualizzazioni, lunghezza del video, utilizzo di tag per creare grafici utilizzando fino a 30 parametri chiave.

I più famosi influencer italiani di YouTube

Youtube

Osservare i comportamenti degli YouTuber più famosi può aiutare a capire come muoversi al meglio all’interno di YouTube e cosa spinge un canale a diventare più popolare rispetto agli altri.

Tra gli influencer italiani più famosi c’è Davie504, che vanta un canale con oltre 11 milioni di iscritti. Tra sessioni di basso e disegni, questo musicista ligure è capace di rendere tutti i suoi video virali.

Spicca poi FavijTV, il canale di Lorenzo Ostuni. Lorenzo ha improntato il canale quasi esclusivamente alla recensione di videogiochi, raggiungendo più di 6 milioni di iscritti.

Tra i più apprezzati non si può dimenticare St3pny, il canale di Stefano Lepri interamente dedicato a Fortnite e che vanta più di 4 milioni di iscritti.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb